Inizio della pagina -
Logo dell'Università degli Studi di Milano-Bicocca
|
Visita la Versione ad elevata leggibilità
|
Vai al Contenuto della pagina
|
Vai alla Fine dei contenuti
|
Vai al Menu Principale
|
Vai alla Barra di navigazione (sei in)
|
Vai al Menu di navigazione (albero)
|
Vai alla Lista dei comandi
|
Vai alla Lista degli approfondimenti
|
Vai al Menu inferiore
|
|Lista dei comandi|
Statuto - Capo VII - Norme transitorie
Art. 63 - Entrata in vigore delle modifiche di Statuto

1. L’entrata in vigore delle modifiche di Statuto comporta l’immediata efficacia di tutte le disposizioni statutarie le cui prescrizioni non sono subordinate all’adozione di apposite disposizioni regolamentari o elettorali, e per quanto non diversamente disposto.

Art. 64 - Rettore

1. Il Rettore in carica al momento dell’entrata in vigore delle modifiche di Statuto continua a svolgere le proprie funzioni fino alla scadenza del mandato

 

Art. 65 - Senato accademico

1. Le disposizioni relative alla composizione del Senato accademico si applicano a partire dal mandato successivo a quello in corso.

2. Il Senato accademico in carica al momento dell’entrata in vigore delle modifiche di Statuto continua a svolgere le proprie funzioni fino alla scadenza del mandato.

 

Art. 66 - Consiglio di Amministrazione

1. Le disposizioni relative alle modalità di designazione dei componenti, di cui alla lettera b) del comma 3 dell’articolo 12, si applicano a partire dal mandato successivo a quello in corso.

2. Il Consiglio di amministrazione in carica al momento dell’entrata in vigore delle modifiche di Statuto continua a svolgere le proprie funzioni fino alla scadenza del mandato

Art. 67 - Consiglio del personale tecnico-amministrativo

1. Il Consiglio del personale tecnico-amministrativo costituito al momento dell’entrata in vigore delle modifiche di Statuto resta in carica fino alla scadenza del mandato.

Art. 68 - Consiglio degli studenti

1. Entro novanta giorni dall’entrata in vigore delle modifiche di Statuto, si avviano le procedure per la costituzione del Consiglio degli studenti ai sensi di quanto disposto dall’articolo 14.

2. Il Consiglio degli studenti in carica al momento dell’entrata in vigore delle modifiche di Statuto cessa il mandato all’atto della costituzione del Consiglio degli studenti come previsto dall’articolo 14.

Art. 69 - Presidio della qualità

1. Il Presidio della qualità costituito all’entrata in vigore delle modifiche di Statuto resta in carica fino alla scadenza del mandato.

Art. 70 - Collegio di disciplina

1. Entro sessanta giorni dall’entrata in vigore delle modifiche di Statuto, si avviano le procedure per l’integrazione del Collegio di disciplina relativamente alle sezioni supplenti ai sensi di quanto disposto dall’articolo 19 comma 3

Art. 71 - Commissioni paritetiche

1. Entro trenta giorni dall’entrata in vigore delle modifiche di Statuto, i Consigli di Dipartimento deliberano il numero dei componenti della Commissione paritetica ai sensi dell’articolo 33.

2. Le rappresentanze studentesche nelle Commissioni paritetiche vengono elette successivamente alle elezioni delle rappresentanze studentesche nei Consigli di Dipartimento.

3. Le Commissioni paritetiche in carica al momento dell’entrata in vigore delle modifiche di Statuto cessano il loro mandato all’atto della costituzione delle Commissioni paritetiche come previste dall’articolo 33.

 

Art. 72 - Giunta del Dipartimento

1. I Dipartimenti che, a seguito dell’entrata in vigore delle modifiche di Statuto, istituiscono nuovi Consigli di coordinamento didattico e/o prevedono Coordinatori di corso di studio, entro sessanta giorni dall’istituzione del Consiglio di coordinamento didattico o dalla nomina del Coordinatore di corso di studio, integrano la composizione delle Giunte di Dipartimento, ai sensi di quanto disposto dall’articolo 27.

Art. 73 - Disposizioni sui limiti dei mandati

1. Ai fini dell’applicazione delle disposizioni sui limiti dei mandati si considerano i mandati in corso alla data di entrata in vigore delle modifiche di Statuto.

Art. 74 - Istituzione e attivazione delle Scuole

1. Entro sessanta giorni dall’entrata in vigore delle modifiche di Statuto, il Rettore, con delibera del Consiglio di amministrazione, acquisito il parere del Senato accademico e di tutti i Dipartimenti interessati, decreta l’istituzione delle Scuole e la contemporanea soppressione delle Scuole esistenti al momento dell’entrata in vigore delle modifiche di Statuto.

2. In prima applicazione, la composizione dei Consigli delle Scuole, ad eccezione della rappresentanza studentesca, è definita dai Direttori dei Dipartimenti afferenti alla Scuola ed è approvata dal Consiglio di amministrazione, previo parere del Senato accademico.

Art. 75 - Norme elettorali

1. Il Senato accademico in carica al momento dell’entrata in vigore delle modifiche di Statuto adegua il Regolamento generale sulle elezioni. Fino all’entrata in vigore del Regolamento generale sulle elezioni modificato, si applica il regolamento attualmente vigente, per quanto compatibile.

Art. 76 - Durata dei mandati elettivi e nomine

1. Qualora, nella fase di prima applicazione delle modifiche di Statuto, i mandati elettivi e le nomine, ad eccezione della carica di Rettore e di Presidente della Scuola e delle rappresentanze studentesche, abbiano inizio in corso d’anno, lo scorcio di anno si aggiunge alla durata ordinaria degli stessi.

Art. 77 - Consiglio di coordinamento didattico e Coordinatore di corso di studio.

1. Entro trenta giorni dall’entrata in vigore delle modifiche di Statuto il Senato accademico stabilisce i criteri di cui al comma 5 dell’articolo 11.

2. Entro trenta giorni dalla delibera di cui al comma 1 del presente articolo, i Consigli di Dipartimento possono istituire nuovi Consigli di coordinamento didattico e/o formulare al Senato accademico proposte di designazione dei Coordinatori di corso di studio. Nei successivi trenta giorni si avviano le procedure per l’elezione del Presidente dei Consigli di coordinamento didattico e dei Coordinatori di corso di studio.

Art. 78 - Rappresentanze studentesche

1. Entro novanta giorni dall’entrata in vigore delle modifiche di Statuto si avvia il procedimento elettorale delle rappresentanze studentesche. Nelle more delle elezioni delle rappresentanze studentesche, i rappresentanti degli studenti in Senato accademico, Consiglio di amministrazione, Nucleo di valutazione, Comitato per lo sport universitario, eletti secondo la normativa previgente continuano a svolgere le loro funzioni.

2. Nelle more dell’elezione delle rappresentanze studentesche continuano ad essere componenti del Consiglio di Dipartimento, ove previsti, i rappresentanti degli studenti eletti secondo la normativa previgente.

3. Nei trenta giorni successivi all’istituzione delle Scuole si avvia il procedimento elettorale delle rappresentanze studentesche.

4. Nei trenta giorni successivi all’istituzione dei nuovi Consigli di coordinamento didattico si avvia il procedimento elettorale delle rappresentanze studentesche.

Art. 79- Consiglio di Biblioteca

1. Entro sessanta giorni dall’entrata in vigore delle modifiche di Statuto, si avviano le procedure per la costituzione del Consiglio di Biblioteca ai sensi di quanto disposto dall’articolo 49.

2. Il Consiglio di Biblioteca in carica al momento dell’entrata in vigore delle modifiche di Statuto cessa il mandato all’atto della costituzione del Consiglio di Biblioteca come previsto dall’articolo 49.

Art. 80 - Compiti e funzioni

1. Nelle more della costituzione degli organi statutari adeguati a quanto disposto dalle modifiche di Statuto, gli organi in carica assumono le nuove competenze.


  
Nessun approfondimento presente per questa pagina
© 2005-2016 Università degli Studi di Milano-Bicocca -
Piazza dell'Ateneo Nuovo, 1 - 20126, Milano • tel. 02 6448 1 • Casella PEC: ateneo.bicocca@pec.unimib.it • P.I. 12621570154 • Amministrazione trasparente
- ultimo aggiornamento di questa pagina 09/04/2015