Inizio della pagina -
Logo dell'Università degli Studi di Milano-Bicocca
|
Visita la Versione ad elevata leggibilità
|
Vai al Contenuto della pagina
|
Vai alla Fine dei contenuti
|
Vai al Menu Principale
|
Vai alla Barra di navigazione (sei in)
|
Vai al Menu di navigazione (albero)
|
Vai alla Lista dei comandi
|
Vai alla Lista degli approfondimenti
|
Vai al Menu inferiore
|
|Lista dei comandi|
Congedi motivi di studio
Quando si può chiedere un congedo per motivi di studio (professori di I e II fascia) (art. 10 Legge 311/58)?

Per eccezionali e giustificate ragioni di studio o di ricerca scientifica che richiedano la permanenza all'estero, i professori universitari possono essere collocati in congedo per la durata di un anno solare, non rinnovabile in quello successivo.
Il congedo è accordato dal Rettore sentita la Facoltà interessata e non può essere rinnovato nell’anno successivo.

Come va richiesto il congedo per motivi di studio?

L’interessato deve presentare al’Ufficio Gestione Carriere il modulo, almeno sei mesi prima, allegando il programma della ricerca e le eventuali lettere di invito.

Qual è il trattamento economico del congedo per motivi di studio?

Durante il periodo di congedo il docente conserva la sua qualità di professore di ruolo in servizio attivo agli effetti della carriera e del trattamento economico.

Chi può chiedere l’anno sabbatico (art. 17 DPR 382/80)?

I professori ordinari e associati confermati possono richiedere di dedicarsi periodicamente ad esclusiva attività di ricerca scientifica in istituzioni di ricerca italiane, estere ed internazionali per non più di due anni accademici in un decennio.

Come va richiesto l’anno sabbatico?

L’interessato deve presentare al’Ufficio Gestione Carriere il modulo, almeno sei mesi prima, allegando il programma della ricerca e le eventuali lettere di invito.
L'alternanza è autorizzata dal Rettore con proprio decreto, sentita la Facoltà di appartenenza. Il Rettore terrà conto delle esigenze di funzionamento dell'Università, distribuendo nel tempo le autorizzazioni con criterio di rotazione tra i docenti che eventualmente le richiedono. I risultati dell'attività di ricerca sono comunicati al Rettore ed al Consiglio di Facoltà con le modalità previste dall'art. 18 del DPR n. 382/1980.

Qual è il trattamento economico nel periodo di anno sabbatico?

I periodi di esclusiva attività scientifica, anche se trascorsi all'estero, sono validi agli effetti di carriera e del trattamento economico.

Nel periodo di anno sabbatico si possono utilizzare i propri fondi?

Ai sensi dell'art. 1 comma 4 della Legge n. 230/2005, nel periodo dell'anno sabbatico il professore è abilitato senza restrizione alcuna alla presentazione di richieste e all'utilizzo di fondi per lo svolgimento delle attività.

Il periodo trascorso in congedo per motivi di studio/anno sabbatico è utile ai fini della conferma?

Il periodo trascorso in congedo per motivi di studio/anno sabbatico è utile ai fini della conferma in ruolo.

Un docente in anno sabbatico/congedo per motivi di studio può far parte di commissioni giudicatrici per l’ammissione ai dottorati/master/scuole di specializzazione?

I docenti in anno sabbatico/congedo per motivi di studio sono esonerati dalle attività didattiche (didattica frontale, laboratori, esercitazioni etc.) ma conservano tutti gli altri diritti e doveri.
Si ritiene quindi che i docenti in anno sabbatico/congedo per motivi di studio possano far parte di commissioni giudicatrici per l'ammissione a dottorati/ master/scuole di specializzazione, commissioni per esami finali (tesi) di dottorato e scuole di specializzazione e commissioni esami di stato per l'abilitazione professionale.

Un docente in congedo per motivi di studio/anno sabbatico può svolgere didattica in scambio Erasmus?

Un docente in anno sabbatico non può svolgere attività di docenza presso altri Atenei, pertanto non può partecipare ai bandi Erasmus.

Quando si può chiedere un congedo per motivi di studio (ricercatori) (art. 8 Legge 349/58)?

Permette di dedicarsi ad esclusiva attività di studio e di ricerca scientifica presso altre istituzioni, i ricercatori possono essere collocati in congedo per la durata di un anno o frazione di anno, prorogabile per un ulteriore anno.
Il congedo è accordato dal Rettore sentita la Facoltà interessata.

Come va richiesto il congedo per motivi di studio?

L’interessato deve presentare al’Ufficio Gestione Carriere il modulo, almeno sei mesi prima, allegando il programma della ricerca e le eventuali lettere di invito.

Qual è il trattamento economico del congedo per motivi di studio?

Durante il periodo di congedo il ricercatore conserva il trattamento economico in godimento, a condizione che non fruisca ad altro titolo di assegni in misura corrispondente o superiore al suo trattamento economico.

Il periodo trascorso in congedo per motivi di studio è utile ai fini della conferma?

Il periodo trascorso in congedo per motivi di studio è utile ai fini della conferma in ruolo.


  
Nessun approfondimento presente per questa pagina
Guida Studiare in Bicocca 2014/15
Software con licenza campus per studenti
Bicocca Open Archive - archivio aperto della produzione scientifica d'Ateneo
BNewsTV, una finestra sul campus
servizi di orientamento di ateneo
Iscriviti alla newsletter!
© 2005-2014 Università degli Studi di Milano-Bicocca -
Piazza dell'Ateneo Nuovo, 1 - 20126, Milano • tel. 02 6448 1 • Casella PEC: ateneo.unimib@legalmail.it • P.I. 12621570154 • Amministrazione trasparente
redazioneweb@unimib.it - ultimo aggiornamento di questa pagina 24/03/2011