Inizio della pagina -
Logo dell'Università degli Studi di Milano-Bicocca
|
Visita la Versione ad elevata leggibilità
|
Vai al Contenuto della pagina
|
Vai alla Fine dei contenuti
|
Vai al Menu Principale
|
Vai alla Barra di navigazione (sei in)
|
Vai al Menu di navigazione (albero)
|
Vai alla Lista dei comandi
|
Vai alla Lista degli approfondimenti
|
Vai al Menu inferiore
|
|Lista dei comandi|
Procedure di immatricolazione
Procedura di immatricolazione
  1. Ricorda che in Italia è possibile iscriversi all'Università solo con un diploma conseguito dopo almeno 12 anni di scolarità e che consenta l'iscrizione all'Università nel Paese al cui ordinamento scolastico appartiene.

Se sei in possesso di un titolo di studio straniero e sei un cittadino comunitario (anche italiano), equiparato* o un cittadino extra UE già in possesso di permesso di soggiorno valido per stare in Italia** devi seguire la seguente procedura: 

1) Seguire la procedura di immatricolazione online indicata nelle pagine del tuo corso di laurea

2) Consegnare all'Ufficio Stranieri le copie dei documenti relativi al tuo titolo di studio estero.

 Se hai intenzione di iscriverti al test di un corso di laurea a numero programmato leggi attentamente il bando di concorso.

ATTENZIONE: per l'immatricolazione ai corsi ad accesso programmato dovrai prima iscriverti e superare un test d'ingresso. Inoltre alcuni corsi ad accesso libero prevedono obbligatoriamente una Verifica dellla Preparazione Iniziale. Quindi leggi attentamente le istruzioni indicate nelle pagine del tuo corso di laurea

Documenti da consegnare all'Ufficio Stranieri:

 Dovrai consegnare una copia dei seguenti documenti, insieme ad una copia del permesso di soggiorno (solo per i cittadini extra UE):

  • Per l'iscrizione ad un corso di laurea /laurea magistrale a ciclo unico:

    1.  titolo finale  degli studi secondari, conseguito con almeno 12 anni di scolarità, oppure certificato sostitutivo a tutti gli effetti di legge;

    2. eventuale certificato attestante il superamento della prova di idoneità accademica,se prevista per l'accesso all'Università del Paese di provenienza (per esempio:Selectividad in Spagna, Prova de Afericao o Prova General de Accesso ao Ensino Superior in Portogallo, Matura Shteterore in Albania, esame psicometrico in Israele);

    3. eventuale certificato attestante gli studi accademici parziali già compiuti, qualora il titolo di studi secondari sia stato conseguito con meno di 12 anni di scolarità (per esempio: il certificato di studi secondari peruviani, conseguito dopo 11 anni di scolarità, deve essere corredato dal certificato attestante almeno 1 anno di università);

    4. eventuale  traduzione dei documenti di cui al punto 1-2-3 in italiano o inglese, se emessi in un alingua diversa da italiano, inglese, francese o spagnolo;

    5. Dichiarazione di Valore in loco, rilasciata dalla Rappresentanza diplomatica italiana nel Paese in cui gli studi sono stati effettuati.La Dichiarazione di Valere in loco può essere sostituita da attestazione di enti ufficiali esteri o attestazione rilasciata da centri ENIC-NARIC (In Italia, puoi consultare il sito del CIMEA).

I documenti dei punti 1-2-3-4 vanno prodotti tassativamente in fase di candidatura tramite appuntamento con Ufficio Stranieri da fissare on line durante il processo di candidatura; il documento di cui al punto 5 può essere consegnato entro 45 giorni dall’immatricolazione, ove non prodotto in fase di candidatura. Solo la presentazione del documento di cui al punto 5 consente la conversione del voto finale del titolo di studio secondario nel corrispondente voto del sistema di istruzione italiano, da parte dell’Ufficio Stranieri.

NB: gli studenti europei possono presentare l’autocertificazione, in lingua italiana o inglese, in sostituzione dei documenti richiesti al punto 1-2-3. I cittadini di Stati non appartenenti all'Unione Europea regolarmente soggiornanti in Italia possono autocertificare, in lingua italiana o inglese, solamente stati, fatti e qualità personali certificabili o attestabili da parte di soggetti pubblici italiani.

  • Per l'iscrizione ad un corso di laurea magistrale non a ciclo unico

  1. titolo accademico;

  2. certificato degli esami (transcript of records);

  3. ove possibile, descrizione dettagliata dei programmi di ogni disciplina (syllabus);

  4. traduzione dei documenti di cui al punto 1-2-3 in italiano o inglese, se emessi in altra lingua. A discrezione delle singole Commissioni di valutazione, i documenti possono essere accettati, senza obbligo di traduzione, anche in altre lingue straniere.

  5. Dichiarazione di Valore in loco, rilasciata dalla Rappresentanza diplomatica italiana nel Paese in cui gli studi sono stati effettuati. La Dichiarazione di Valere in loco può essere sostituita dal Diploma Supplement, se emessa dall'università che ha emesso il titolo finale o da attestazione di enti ufficiali esteri o attestazione rilasciata da centri ENIC-NARIC  (In Italia, puoi consultare il sito del CIMEA).

 I documenti dei punti 1-2-3-4 vanno prodotti tassativamente in fase di candidatura direttamente sul portale Segreterie Online; il documento di cui al punto 5 può essere consegnato entro 45 giorni dall’immatricolazione, ove non prodotto in fase di candidatura. Solo la presentazione del documento di cui al punto 5 consente la conversione del voto finale del titolo accademico nel corrispondente voto del sistema di istruzione italiano, da parte dell’Ufficio Stranieri.

NB: gli studenti europei possono presentare l’autocertificazione, in lingua italiana o inglese, in sostituzione dei documenti richiesti al punto 1-2. I cittadini di Stati non appartenenti all'Unione Europea regolarmente soggiornanti in Italia possono autocertificare, in lingua italiana o inglese, solamente stati, fatti e qualità personali certificabili o attestabili da parte di soggetti pubblici italiani.

*: sono equiparati ai comunitari i cittadini di Norvegia,Islanda, Liechtenstein, Svizzera e Repubblica di San Marino. Sono inoltre equiparati i rifugiati e i titolari di protezione sussidiaria, nonchè il personale in servizio nelle Rappresentanze diplomatiche estere e negli Organismi internazionali aventi sede in Italia-accreditato presso lo Stato italiano o la Santa Sede-e relativi familiari a carico (solo coniugi e figli).

**: I cittadini extra UE titolari di carta di soggiorno,ovvero di permesso di soggiorno per lavoro subordinato,lavoro autonomo,motivi familiari,asilo politico,asilo umanitario,motivi religiosi,ovvero agli stranieri regolarmente soggiornanti da almeno un anno in possesso di titolo di studio superiore conseguito in Italia,nonchè agli stranieri,ovunque residenti, che sono titolari dei diplomi finali delle scuole italiane all'estero o delle scuole straniere o internazionali, funzionanti in Italia e all'estero,  oggetto di intese bilaterali o di normative speciali per il riconoscimento dei titoli di studio e soddisfino le condizioni generali richieste per l'ingresso per studio.  


  
Approfondimenti
© 2005-2016 Università degli Studi di Milano-Bicocca -
Piazza dell'Ateneo Nuovo, 1 - 20126, Milano • tel. 02 6448 1 • Casella PEC: ateneo.bicocca@pec.unimib.it • P.I. 12621570154 • Amministrazione trasparente
- ultimo aggiornamento di questa pagina 20/06/2017