Inizio della pagina -
Logo dell'Università degli Studi di Milano-Bicocca
|
Visita la Versione ad elevata leggibilità
|
Vai al Contenuto della pagina
|
Vai alla Fine dei contenuti
|
Vai al Menu Principale
|
Vai alla Barra di navigazione (sei in)
|
Vai al Menu di navigazione (albero)
|
Vai alla Lista dei comandi
|
Vai alla Lista degli approfondimenti
|
Vai al Menu inferiore
|
|Lista dei comandi|
Regolamento per la disciplina dei servizi a supporto degli studenti con disabilità e con disturbi specifici di apprendimento (DSA)
Titolo 1: Norme generali
Art. 1 - Principi generali e finalità del servizio

Il Servizio per gli Studenti con Disabilità e con DSA (di seguito Se.S.D.DSA) dell’Università degli Studi di Milano - Bicocca trova il suo fondamento operativo nell’assicurare agli studenti con disabilità o con disturbi specifici di apprendimento (di seguito DSA):

  • l’accesso agli studi universitari ed il loro svolgimento con profitto fino al conseguimento del titolo;
  • la partecipazione alla vita universitaria.

I servizi offerti si adeguano alle seguenti disposizioni di legge:

  • Legge 104/92 “Legge quadro per l’assistenza, l’integrazione e i diritti delle persone handicappate”;
  • Legge 17/99 “Integrazione e modifica della legge-quadro 5 febbraio 1992, n. 104 per l’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate”
  • Legge 170/2010 “Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico”.
Art. 2 - Pro-Rettore o Delegato

Il Rettore dell’Università, ai sensi dell’art. 16 della legge n. 104/1992 così come integrato dalla legge 17/1999, nomina un docente Delegato per la disabilità e i DSA (di seguito denominato Pro-Rettore o Delegato) con funzioni di coordinamento, monitoraggio e supporto delle iniziative concernenti gli atti necessari a favorire la partecipazione attiva degli studenti con disabilità e con DSA nell’ambito dell’Università.

Art. 3 - Referenti di Dipartimento

Viene nominato un docente quale Referente di Scuola e/o Dipartimento per la partecipazione attiva degli studenti con disabilità e con DSA (di seguito denominato Referente di Scuola e/o Dipartimento), con il compito di:

  • indirizzare gli studenti con disabilità e con DSA verso i servizi specifici offerti dall’Ateneo;
  • offrire collaborazione alla risoluzione di eventuali problematiche di natura logistica e organizzativa;
  • collaborare alle attività finalizzate alla diffusione di informazioni all’interno della propria Scuola e/o del  proprio Dipartimento.
Art. 4 - Servizio per gli Studenti con Disabilità e con DSA (Se.S.D.DSA)

Il Se.S.D.DSA è il Servizio che l’Ateneo mette a disposizione degli utenti con Disabilità e con DSA come punto informativo, di accoglienza e di servizio.

Le attività svolte dal Se.S.D.DSA sono le seguenti:

  • accogliere e valutare, in prima istanza, le esigenze degli utenti con disabilità e con DSA;
  • fornire informazioni inerenti tutti i servizi offerti dall’Ateneo a favore degli utenti con disabilità e con DSA;
  • erogare servizi generali e specifici che siano di supporto alle esigenze degli utenti con disabilità e con DSA dell’Ateneo;
  • collaborare alle attività finalizzate alla diffusione di informazioni;
  • curare le relazioni con i Referenti di Scuola e/o Dipartimento;
  • formulare il Progetto individuale di ciascuno studente.
Art. 5 - Utenti dei servizi

Sono utenti dei servizi gli studenti che sono in possesso di certificazione attestante un’invalidità o uno o più disturbi specifici dell’apprendimento e risultano regolarmente iscritti a:

  • Corsi di Laurea (vedi art. 8);
  • Corsi di Laurea Specialistica o Magistrale (vedi art. 8);
  • Corsi di Laurea Specialistica a ciclo unico (vedi art. 8);
  • Corsi di Laurea Magistrale a ciclo unico (vedi art. 8);
  • Dottorati di Ricerca;
  • Scuole di Specializzazione;
  • Master Universitari di I e II livello;
  • Esami di stato;
  • Tirocinio Formativo Attivo (TFA);
  • Programmi di mobilità internazionale.
    (previsti dall’offerta formativa dell’Università degli Studi di Milano - Bicocca e con sede amministrativa a Milano).

Sono considerati utenti dei servizi anche:

  • i dipendenti con disabilità dell’Ateneo;
  • gli studenti con invalidità temporanea, le cui richieste vengono valutate singolarmente;
  • i candidati con disabilità o con DSA che devono sostenere i test d’ingresso V.P.I. (valutazione preparazione iniziale) e N.P. (numero programmato) (*);
  • i laureandi/laureati di I° e II° livello con disabilità (**);
  • ospiti a convegni, seminari, eventi che abbiano una disabilità (***);
  • visiting professors, visiting researcher (***).

L’erogazione dei servizi agli utenti avviene esclusivamente dopo la formulazione del Progetto Individualizzato a seguito del Colloquio di Accoglienza avvenuto con lo Psicologo del Servizio.

(*) solo per il servizio di supporto alle prove di ingresso Np e VPI
(**) solo per il servizio di supporto all’inserimento lavorativo (vedi art. 32)
(***) Per questa tipologia di utenza non viene formulato nessun Progetto Individualizzato considerata l’eccezionalità dell’intervento richiesto

Art. 6 - Servizi erogati

L’Ateneo eroga servizi sulla base dei dettati legislativi (come da art. 1) (servizi B1, B6 e B7) e li integra con altri servizi specifici (servizi A1, A2, A3, A4, B2, B3, B4, B5, B8, C1, C2, C3).

I servizi sono inoltre suddivisi tra Servizi in ingresso, Servizi attivabili mediante il Progetto Individualizzato e Servizi in uscita:

A - Servizi in ingresso

A1. supporto informativo
A2
. supporto individualizzato alle prove di ingresso
A3
. colloquio di accoglienza
A4
. materiale bibliografico specializzato

B - Servizi attivabili mediante Progetto Individualizzato.

B1. sussidi tecnici e didattici

B1a) attrezzature tecniche e informatiche specifiche
B1b
)
consulenza tecnologica
B1c
)
interpretariato di Lingua Italiana dei Segni
B1d
)
adattamento libri di testo
B1e
)
testi in formato digitale
B1f
)
affiancamento nella lettura

B2. trasporto con pulmini attrezzati

B3. accompagnamenti con operatori all’interno del Campus per attività didattiche o istituzionali

B3a) ai mezzi pubblici
B3b
)
al pulmino
B3c
)
a lezione o spazi studio
B3d
)
agli esami
B3e)
al ricevimento docenti
B3f
)
ai servizi igienici
B3g
)
a pranzo
B3h
)
in biblioteca per reperimento materiale didattico
B3i
)
presso segreterie e uffici amministrativi
B3j
)
presso librerie e copisterie nell’area del Campus

B4. assistenza infermieristica

B5. armadietto riservato

B6. tutoraggio didattico

B7. esami di profitto

B7a) affiancamento durante gli esami
B7b
)
tempo aggiuntivo
B7c
)
prove equipollenti, strumenti compensativi e/o misure dispensative
B7d
) conoscenza lingua straniera e certificazione abilità informatiche

B8. supporto per la partecipazione degli studenti con disabilità ai programmi di mobilità internazionale

 

C - Servizi in uscita

C1. supporto all’inserimento lavorativo

C2. colloquio di fine percorso

C3. supporto individualizzato per gli esami di stato

Art. 7 - Norme sull’erogazione dei servizi

I servizi vengono erogati:

  • esclusivamente per attività didattiche e istituzionali;
  • da personale individuato dal Se.S.D.DSA;
  • compatibilmente con le risorse a disposizione.

Nelle sedi decentrate, i servizi vengono erogati compatibilmente alla possibilità di reperimento di personale e strutture in loco.

Il Pro-Rettore, in deroga a quanto previsto dagli articoli 5 e 8 del presente Regolamento, nel caso di comprovate esigenze o situazioni particolari che possano pregiudicare il diritto all’accesso e alla partecipazione alla vita universitaria degli studenti disabili o con DSA, provvede alla valutazione dei singoli casi e dispone gli interventi necessari, previa richiesta scritta dello studente indirizzata anche al Se.S.D.DSA secondo le procedure e tempistiche indicate nelle “Istruzioni per la fruizione dei servizi”.

Art. 8 - Criteri temporali

La fruizione dei servizi a favore degli studenti con disabilità o con DSA (ad eccezione degli studenti stranieri con disabilità o con DSA iscritti a programmi di mobilità internazionale e degli studenti con invalidità temporanea) è concessa in funzione di criteri temporali, ad eccezione dei servizi erogati sulla base dei dettati legislativi (vedi art. 6).

In caso di passaggio ad altro Corso di Studi di Ateneo si calcola il numero di anni di iscrizione a partire dall’anno di prima immatricolazione all’Ateneo.

In ogni caso sono assicurati i servizi previsti per gli studenti che hanno terminato gli esami e che sono in tesi o in tirocinio post-lauream.

Durata.

  • se iscritti ai corsi di laurea attivati in base agli ordinamenti precedente il DM. n. 509/99 (vecchi ordinamenti), per un numero di anni pari al doppio della durata legale del corso di studi con riferimento all'anno di prima iscrizione più due anni;
  • se iscritti ai corsi di laurea attivati ai sensi del DM. n. 509/99 e DM. 270/04, per sedici semestri con riferimento all'anno di prima iscrizione (ovvero per 8 anni invece di tre);
  • se iscritti ai corsi di laurea specialistica o magistrale attivati ai sensi del DM. n. 509/99 e DM. 270/04, per dieci semestri con riferimento all'anno di prima iscrizione (ovvero per 5 anni invece di due);
  • se iscritti ai corsi di laurea specialistica a ciclo unico o laurea magistrale a ciclo unico, per un numero di semestri pari alla durata normale del corso di laurea più sedici semestri con riferimento all'anno di prima iscrizione (ovvero per 8 anni in più rispetto alla durata normale del corso di laurea);
Art. 9 - Progetto Individualizzato

Come da articolo 5 del presente Regolamento, a ciascun utente che intende fruire dei servizi erogati dall’Ateneo, viene formulato un Progetto Individualizzato che permette di individuare i servizi e/o le misure didattiche e di supporto di cui può avere bisogno ciascun utente.

Il Progetto contiene informazioni relative al Corso di Studi scelto dallo studente, alle metodologie e agli strumenti didattici utilizzati in esso e si configura come uno spazio per riflettere su esperienze e metodologie didattiche, di studio e di apprendimento, al fine di formulare e strutturare obiettivi e interventi atti a garantire il successo formativo degli studenti e la parità di accesso alle possibilità formative dell’Ateneo.

Successivamente al Colloquio di Accoglienza (vedi art. 15), il Se.S.D.DSA formula una proposta di Progetto, che diventa operativa solo a seguito della condivisione da parte dell’utente.

Possono richiedere l’attivazione del Progetto durante il corso dell’Anno Accademico:

  • gli studenti con disabilità o con DSA che non hanno da subito richiesto il Progetto individualizzato;
  • i dipendenti con disabilità dell’Ateneo;
  • gli studenti con invalidità temporanea.

Per la richiesta di attivazione è necessario inviare una e-mail alla casella di posta elettronica del Se.S.D.DSA richiedendo un incontro per la formulazione dello stesso.

Il Progetto Individualizzato è suscettibile di modica durante il corso dell’Anno Accademico:

  • su proposta dello studente, scrivendo una e-mail alla casella di posta elettronica del Se.S.D.DSA;
  • su proposta del Se.S.D.DSA, previa comunicazione indirizzata alla casella di posta elettronica dello studente.

Sono previsti un monitoraggio annuale (obbligatorio) ed eventuali colloqui di supporto individualizzato, durante l’anno accademico, stabiliti in accordo con lo studente.

Art. 10 - Modalità di fruizione dei servizi

Per fruire dei servizi erogati dal Se.S.D.DSA gli aventi diritto, facendo riferimento a quanto previsto da ogni singolo Progetto Individualizzato, sono tenuti a rispettare tempi e modi indicati nelle “Istruzioni per la fruizione dei servizi” disponibili on-line (www.unimib.it).

Per alcuni servizi, per i quali è necessaria una pianificazione, gli utenti sono inoltre tenuti a osservare le modalità di attivazione, modifica, annullamento e sospensione dei servizi indicate nelle “Istruzioni per la fruizione dei servizi”.

Gli studenti sono tenuti a rispettare gli orari e le modalità di fruizione dei servizi attivati e a comunicare tempestivamente eventuali ritardi come indicato nelle “Istruzioni per la fruizione dei servizi”.

La ripetuta mancata comunicazione circa la modifica e/o l’annullamento del/i servizio/i, comporta la sospensione dei servizi, come indicato nelle “Istruzioni per la fruizione dei servizi”.

L’eventuale sospensione del servizio avviene tramite comunicazione via e-mail da parte del Se.S.D.DSA direttamente alla casella di posta elettronica dello studente.

Lo studente a cui viene sospeso il servizio può richiederne la riattivazione presentando apposita istanza al Pro-Rettore e in copia al Se.S.D.DSA entro massimo 10 giorni dalla sospensione. Passati i 10 giorni, il servizio è sospeso per l’intera durata dell’Anno Accademico in corso.

Art. 11 - Modalità di fruizione dei servizi

Per fruire dei servizi erogati dal Se.S.D.DSA gli aventi diritto, facendo riferimento a quanto previsto da ogni singolo P.I.S. e/o P.F.I., sono tenuti a rispettare tempi e modi indicati nelle “Istruzioni per la fruizione dei servizi” disponibili on-line (www.unimib.it).

Per alcuni servizi, per i quali è necessaria una pianificazione, gli utenti sono inoltre tenuti a osservare le modalità di attivazione, modifica, annullamento e sospensione dei servizi indicate nelle “Istruzioni per la fruizione dei servizi”.

Gli studenti sono tenuti a rispettare gli orari e le modalità di fruizione dei servizi attivati e a comunicare tempestivamente eventuali ritardi come indicato nelle “Istruzioni per la fruizione dei servizi”.

La ripetuta mancata comunicazione circa la modifica e/o l’annullamento del/i servizio/i, comporta la sospensione dei servizi, come indicato nelle “Istruzioni per la fruizione dei servizi”.

L’eventuale sospensione del servizio avviene tramite comunicazione via e-mail da parte del Se.S.D.DSA direttamente alla casella di posta elettronica dello studente.

Lo studente a cui viene sospeso il servizio può richiederne la riattivazione presentando apposita istanza al Pro-Rettore e in copia al Se.S.D.DSA entro massimo 10 giorni dalla sospensione.

Passati i 10 giorni, il servizio è sospeso per l’intera durata dell’Anno Accademico in corso.

Art. 12 - Fruibilità spazi del servizio

Presso il Se.S.D.DSA è presente uno spazio (denominato “Open Space”) che si compone di alcune postazioni di studio e informatiche (Habilio - vedi art. 17) dove è consentito svolgere le seguenti attività didattiche:

  • studio individuale;
  • affiancamento nella lettura;
  • tutoraggio didattico;
  • consultazione materiale bibliografico specializzato;
  • utilizzo postazioni informatiche.

Lo spazio è fruibile, dal lunedì al venerdì, dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 17.00, nei giorni di apertura del Se.S.D.DSA

Art. 13 - Fruibilità spazi del servizio

Presso il Se.S.D.DSA è presente uno spazio (denominato“Open Space”), che si compone di n° 5 postazioni di studio (8 posti occupabili) e n° 2 postazioni informatiche Habilio (vedi art. 19), nel quale è consentito svolgere le seguenti attività didattiche:

  • studio individuale;
  • affiancamento nella lettura;
  • tutoraggio didattico;
  • consultazione materiale bibliografico specializzato;
  • utilizzo postazioni informatiche.

Lo spazio è fruibile, dal lunedì al venerdì, dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 17.00, nei giorni di apertura del Se.S.D.DSA.

Titolo 2: Dettaglio servizi in ingresso
Art. 14 - Supporto individualizzato alle prove di ingresso (V.P.I. e N.P.)

In occasione delle prove d’ingresso V.P.I. (Valutazione della Preparazione Iniziale) e N.P. (Numero Programmato) l’Ateneo, in base alle Leggi 104/92 e 17/99 e alla Legge 170/2010, valuta quali modalità individualizzate di espletamento delle prove di ingresso si rendano necessarie, in considerazione delle necessità segnalate dai candidati che partecipano alle prove.

Il candidato con disabilità o con Disturbi Specifici dell’Apprendimento per fruire dei supporti specifici previsti dalle normative vigenti, è tenuto a formulare la richiesta durante la procedura di iscrizione alla prova allegando la documentazione attestante la disabilità o il disturbo specifico dell’apprendimento per consentire all’Ateneo una valutazione della richiesta e una adeguata organizzazione del servizio

Art. 15 - Colloquio di accoglienza

Per i potenziali utenti dei servizi (vedi art. 5) che intendono usufruire dei servizi è previsto un colloquio di accoglienza atto a formulare il Progetto Individualizzato (vedi art. 9).

Il servizio viene erogato secondo le procedure e tempistiche indicate nelle “Istruzioni per la fruizione dei servizi”.

Art. 16 - Materiale bibliografico specializzato

Presso la sede del Se.S.D.DSA, in collaborazione con la Biblioteca di Ateneo, è presente un punto di raccolta e catalogazione di libri, riviste, DVD e altri materiali informativi e divulgativi inerenti le numerose tematiche sulla disabilità.

Per consultare o prendere in prestito questi materiali è necessario seguire la procedura indicata nelle “Istruzioni per la fruizione dei servizi”.

Titolo 3: DETTAGLIO SERVIZI ATTIVABILI MEDIANTE PROGETTO INDIVIDUALIZZATO
Art. 17 - Attrezzature tecniche e informatiche specifiche

Il Se.S.D.DSA dispone di una strumentazione tecnica ed informatica fruibile dagli studenti con disabilità o con DSA.

Nel fruire delle risorse messe a disposizione gli studenti devono osservare le modalità indicate nelle “Istruzioni per la fruizione dei servizi” e il “Regolamento relativo all'accesso e all'utilizzazione della rete informatica e telematica dell'università”, disponibili sul sito di Ateneo.

L’utilizzo improprio della strumentazione comporta l’immediata sospensione del servizio.

Art. 18 - Consulenza tecnologica

Il Se.S.D.DSA fornisce supporto agli studenti interessati alle risorse tecnologiche disponibili sul mercato per fare fronte alle necessità di apprendimento e di comunicazione. Attraverso la consulenza è possibile ricevere informazioni, suggerimenti e aiuto circa gli strumenti tecnologici ritenuti più adatti, l’uso di specifici programmi e l’acquisto di prodotti hardware e software.

Per potersi avvalere di questa consulenza gli studenti sono tenuti a osservare le modalità indicate nelle “Istruzioni per la fruizione dei servizi”.

Art. 19 - Interpretariato di Lingua Italiana dei Segni

Il servizio di interpretariato si rivolge agli studenti sordi che utilizzano la Lingua Italiana dei Segni (L.I.S.).

Il servizio è erogato per le seguenti finalità:

  • fruizione in aula delle lezioni (*);
  • espletamento delle prove d’esame;
  • colloqui con i docenti;
  • seminari e attività integranti la didattica prevista nel corso di studi.

Il servizio viene erogato secondo le procedure e tempistiche indicate nelle “Istruzioni per la fruizione dei servizi”.

(*) in base alle risorse disponibili (vedi art. 7)

Art. 20 - Adattamento libri di testo

Il servizio di adattamento dei libri di testo consiste nell’ingrandimento di libri di testo e dispense.

Il servizio è rivolto esclusivamente a studenti:

  • ipovedenti;
  • con difficoltà di lettura (per disabilità motorie).

Il servizio viene erogato secondo le procedure e tempistiche indicate nelle “Istruzioni per la fruizione dei servizi”.

Art. 21 - Testi in formato digitale

Il Se.S.D.DSA, in collaborazione con la Biblioteca d’Ateneo, richiede alle case editrici l’invio dei libri di testo in formato digitale.

Il servizio è rivolto esclusivamente a studenti:

  • non vedenti;
  • ipovedenti;
  • con DSA;
  • con difficoltà di lettura autonoma del testo cartaceo (per disabilità motorie).

Il reperimento del materiale in formato digitale è condizionato dalla disponibilità che ciascuna casa editrice fornirà all’Ateneo.
Il servizio viene erogato secondo le procedure e tempistiche indicate nelle “Istruzioni per la fruizione dei servizi”.

Art. 22 - Affiancamento nella lettura

Il servizio di affiancamento alla lettura prevede la presenza di un lettore che affianchi studenti con disabilità visiva nella lettura di testi o manuali per la preparazione degli esami di profitto o della tesi.

Agli studenti aventi diritto viene fornito un monte ore per tutta la durata dell’Anno Accademico in fase di formulazione del P.I.S. 

Il servizio viene erogato come da P.I.S. (vedi art. 9), secondo le procedure e tempistiche indicate nelle “Istruzioni per la fruizione dei servizi”.

Art. 23 - Trasporto con pulmini attrezzati

Il servizio di trasporto con pulmini attrezzati è riservato prioritariamente a utenti con disabilità motoria. Le richieste verranno soddisfatte osservando il seguente ordine di priorità:

  • esami;
  • lezioni e laboratori;
  • colloqui con i docenti;
  • disbrigo di pratiche burocratiche nelle strutture dell’Ateneo.

Il servizio si realizza effettuando viaggi da e per l’Ateneo che abbiano come punto di partenza e/o arrivo il domicilio degli utenti o altro luogo nei Comuni coperti dal servizio.

Il servizio viene erogato secondo le procedure e tempistiche indicate nelle “Istruzioni per la fruizione dei servizi”.

Art. 24 - Accompagnamenti con operatori all’interno del Campus per attività didattiche o istituzionali

Il Se.S.D.DSA fornisce servizi di accompagnamento (vedi art. 6) tramite operatori all’interno del Campus.

I servizi di accompagnamento vengono erogati secondo le procedure e tempistiche indicate nelle “Istruzioni per la fruizione dei servizi”.

Art. 25 - Armadietto riservato

E’ possibile richiedere al Se.S.D.DSA, in fase di formulazione del P.I.S., l’assegnazione di un armadietto riservato, situato all’esterno dei locali del Se.S.D.DSA, per riporre oggetti e indumenti personali.

Gli studenti ai quali viene assegnato l’armadietto devono osservare le modalità di fruizione indicate nelle “Istruzioni per la fruizione dei servizi”.

Il servizio è rivolto prioritariamente a studenti con disabilità motorie.

Art. 26 - Assistenza infermieristica

Il Se.S.D.DSA fornisce un servizio di assistenza svolto da personale qualificato per interventi specifici.

Il servizio viene erogato secondo le procedure e tempistiche indicate nelle “Istruzioni per la fruizione dei servizi”.

Titolo 4: Dettaglio servizi attivabili mediante P.F.I.
Art. 27 - Tutoraggio didattico

Il tutoraggio didattico è un servizio di tutorato personalizzato e focalizzato esclusivamente sugli aspetti contenutistici delle discipline, organizzato in collaborazione con il docente della materia e studiata in funzione dell’approccio allo studio e delle problematiche connesse alla disabilità e alle esigenze specifiche dello studente.

Il servizio viene erogato come da Progetto Individualizzato (vedi art. 9), secondo le procedure e tempistiche indicate nelle “Istruzioni per la fruizione dei servizi

Art. 28 - Affiancamento durante gli esami

Gli studenti con disabilità o con DSA possono fruire, secondo le normative vigenti, dell’affiancamento di un operatore durante gli esami di profitto per un aiuto nella lettura e/o scrittura.

Il servizio viene erogato come da Progetto Individualizzato (vedi art. 9), secondo le procedure e tempistiche indicate nelle “Istruzioni per la fruizione dei servizi”.

Art. 29 - Tempo aggiuntivo

Gli studenti con disabilità o con DSA, secondo le normative vigenti, hanno diritto a usufruire del tempo aggiuntivo per il sostenimento degli esami di profitto.

Per poterne fruire come da Progetto Individualizzato (vedi art. 9), è necessario seguire le procedure e tempistiche indicate nelle “Istruzioni per la fruizione dei servizi”.

Art. 30 - Prove equipollenti, strumenti compensativi e/o misure dispensative

Gli studenti con disabilità o con DSA, secondo le normative vigenti, hanno diritto a usufruire sia di prove equipollenti sia di misure compensative e/o dispensative per il sostenimento degli esami di profitto.

Per poterne fruire come da Progetto Individualizzato (vedi art. 9), è necessario seguire le procedure e tempistiche indicate nelle “Istruzioni per la fruizione dei servizi”.

Art. 31 - Conoscenza della lingua straniera e certificazione delle abilità informatiche

Gli studenti con disabilità o con DSA, secondo le normative vigenti, hanno diritto a usufruire sia di prove equipollenti sia di misure compensative e/o dispensative per il sostenimento degli esami di profitto.

Per poterne fruire come da Progetto Individualizzato (vedi art. 9), è necessario seguire le procedure e tempistiche indicate nelle “Istruzioni per la fruizione dei servizi”.

Art. 32 - Supporto per la partecipazione degli studenti con disabilità ai programmi di mobilità internazionale

IL Se.S.D.DSA collabora con il Settore Affari Internazionali di Ateneo per favorire la partecipazione degli studenti con disabilità ai programmi di mobilità internazionale (Erasmus, Leonardo, Accordi bilaterali etc.) mediante:

  • l’organizzazione di incontri informativi;
  • l’assistenza nella compilazione delle richieste di partecipazione ai programmi;
  • la valutazione dei bisogni;
  • l’aiuto nei contatti con l’Università straniera ospitante per la definizione e l’organizzazione dei servizi di supporto necessari.

Nel caso di un programma Erasmus sono previsti finanziamenti comunitari specifici per favorire la mobilità internazionale degli studenti con disabilità.

Il servizio viene erogato come da Progetto Individualizzato (vedi art. 9), secondo le procedure e tempistiche indicate nelle “Istruzioni per la fruizione dei servizi”.

Titolo 4: Dettaglio servizi in uscita
Art. 33 - Supporto all’inserimento lavorativo

Il Se.S.D.DSA, in collaborazione con gli Uffici Stage e Job Placement di Ateneo, si propone come mediatore, nel rapporto tra azienda e candidato, con gli obiettivi di:

  • rafforzare la relazione tra i laureandi/laureati con disabilità e l’Ateneo nell’accompagnamento verso il mondo del lavoro;
  • facilitare un processo di inserimento che sia il più possibile personalizzato e strutturato tenendo conto delle specifiche potenzialità della persona, ma anche delle peculiari necessità connesse con la disabilità di cui il candidato è portatore.

Per conoscere le caratteristiche del servizio, tempi e modalità di richiesta gli studenti sono tenuti a consultare le “Istruzioni per la fruizione dei servizi”.

Art. 34 - Colloquio di fine percorso

A conclusione del percorso individualizzato svolto con il Se.S.D.DSA è previsto un incontro con lo studente, nel quale si verificano gli obiettivi raggiunti in relazione agli interventi effettuati.

Il servizio viene erogato secondo le procedure e tempistiche indicate nelle “Istruzioni per la fruizione dei servizi”.

Titolo 5: Diritti e doveri degli studenti
Art. 35 - Norme di disciplina

Gli studenti sono tenuti ad uniformarsi alle norme di legge, statutarie, regolamentari e alle disposizioni impartite dalle competenti autorità per il corretto svolgimento dell’attività didattica ed amministrativa (vedi art. 29 del “Regolamento degli Studenti”).

Art. 36 - Diritti degli studenti con disabilità o con DSA

Gli studenti con disabilità o con DSA regolarmente iscritti hanno diritto:

  • di dichiarare o meno la propria disabilità o DSA (la segnalazione volontaria è la condizione necessaria per la fruizione dei servizi);
  • ad avere pari opportunità di apprendimento;
  • a ricevere tutte le informazioni in un formato a loro accessibile;
  • ad accedere ai corsi, programmi, attività e opportunità offerte dall’Università degli Studi di Milano – Bicocca.
Art. 37 - Doveri degli studenti con disabilità o con DSA

Gli studenti con disabilità o con DSA che vogliono usufruire dei benefici e dei servizi erogati dall’Ateneo devono:

  • fornire la documentazione necessaria (certificazione di invalidità o diagnosi DSA) a supporto della invalidità o del disturbo specifico dell’apprendimento dichiarati;
  • rispettare gli articoli previsti all’interno del presente Regolamento;
  • rispettare le procedure e le tempistiche indicate nelle “Istruzioni per la fruizione dei servizi”, che disciplinano i servizi di cui si usufruisce.
Titolo 6: Disposizioni finali
Art. 38 - Entrata in vigore

Il presente Regolamento e le sue modifiche entrano in vigore dal giorno successivo alla pubblicazione all’Albo On line di Ateneo del Decreto Rettorale di emanazione.

Il presente Regolamento si applica a partire dall’anno accademico 2016 – 2017.

Art. 39 - Modifiche al Regolamento

Le modifiche al presente Regolamento sono deliberate dal Consiglio di Amministrazione ed emanate con Decreto Rettorale.

Art. 40 Norma Finale

Per quanto non esplicitamente disciplinato all’interno del presente Regolamento, si farà espresso riferimento alla normativa vigente in materia


  
Nessun approfondimento presente per questa pagina
© 2005-2016 Università degli Studi di Milano-Bicocca -
Piazza dell'Ateneo Nuovo, 1 - 20126, Milano • tel. 02 6448 1 • Casella PEC: ateneo.bicocca@pec.unimib.it • P.I. 12621570154 • Amministrazione trasparente
- ultimo aggiornamento di questa pagina 19/10/2016