Inizio della pagina -
Logo dell'Università degli Studi di Milano-Bicocca
|
Visita la Versione ad elevata leggibilità
|
Vai al Contenuto della pagina
|
Vai alla Fine dei contenuti
|
Vai al Menu Principale
|
Vai alla Barra di navigazione (sei in)
|
Vai al Menu di navigazione (albero)
|
Vai alla Lista dei comandi
|
Vai alla Lista degli approfondimenti
|
Vai al Menu inferiore
|
|Lista dei comandi|
Crediti di Merito

A partire dall’anno accademico 2014/2015 entra in vigore il sistema dei Crediti di Merito per incentivare il merito indipendentemente dalla fascia di reddito.

Come accumulare i crediti di merito
Studenti a lezione in aula

Ciascun CM (Credito di Merito), corrispondente a 125,00 euro messi a disposizione dall’Ateneo e fruibili dallo studente, può essere conseguito nelle seguenti modalità:

Studenti iscritti al primo anno delle lauree triennali e delle magistrali a ciclo unico:

  • per quanti al 30 settembre acquisiscano tutti i CFU (crediti formativi universitari) previsti dal proprio corso di laurea o almeno 60 CFU per i corsi che ne prevedano in numero superiore, ottenendo al contempo una media pari o superiore a 29, acquisizione di 4 Crediti di Merito;
  • per quanti al 30 settembre acquisiscano tutti i CFU previsti dal proprio corso di laurea o almeno 60 CFU per i corsi che ne prevedano in numero superiore, ottenendo al contempo una media pari o superiore a 28 ma inferiore a 29, 2 Credito di Merito;
  • per quanti al 30 settembre acquisiscano tutti i CFU previsti dal proprio corso di laurea o almeno 60 CFU per i corsi che ne prevedano in numero superiore, ottenendo al contempo una media pari o superiore a 27 ma inferiore a 28, 1 Credito di Merito.

Nel computo dei CFU dovuti per il primo anno di corso non rientrano quelli che nel regolamento sono associati ad attività a scelta libera per il primo anno, per quei corsi di studio che li prevedano. Nel computo dei CFU saranno annoverati quelli relativi alle prove di idoneità obbligatorie d’Ateneo per la lingua straniera e le conoscenze informatiche anche se convalidati dall’Ateneo, mentre non sarà compreso alcun CFU derivante da esami sostenuti durante un’altra carriera e convalidato dall’Ateneo.

 

Studenti iscritti al terzo anno delle lauree magistrali a ciclo unico:

  • per quanti al 30 settembre acquisiscano almeno il 90% (arrotondato per eccesso) dei CFU (crediti formativi universitari) previsti dal proprio corso di laurea per i primi 3 anni di corso, ottenendo al contempo una media pari o superiore a 29, acquisizione di 4 Crediti di Merito;
  • per quanti al 30 settembre acquisiscano almeno il 90% (arrotondato per eccesso) dei CFU (crediti formativi universitari) previsti dal proprio corso di laurea per i primi 3 anni di corso, ottenendo al contempo una media pari o superiore a 28 ma inferiore a 29, 2 Credito di Merito;
  • per quanti al 30 settembre acquisiscano almeno il 90% (arrotondato per eccesso) dei CFU (crediti formativi universitari) previsti dal proprio corso di laurea per i primi 3 anni di corso, ottenendo al contempo una media pari o superiore a 27 ma inferiore a 28, 1 Credito di Merito.

 

Nel computo dei CFU dovuti per il terzo anno di corso saranno annoverati quelli relativi alle prove di idoneità obbligatorie d’Ateneo per la lingua straniera e le conoscenze informatiche anche se convalidati dall’Ateneo; i CFU convalidati dall’Ateneo acquisiti all’estero nell’ambito del programma Erasmus plus, o di altri programmi di mobilità internazionale attivati presso l’Ateneo; i CFU convalidati dall’Ateneo per attività a scelta libera dello studente. Non sarà, invece, compreso alcun CFU derivante da esami sostenuti durante un’altra carriera e convalidato dall’Ateneo.

 

Studenti che si laureino in corso presso Corsi di Laurea triennali

  • per quanti si laureino in corso con votazione pari o superiore a 109, 4 Crediti di Merito;
  • per chi si laurei in corso con votazione da 105 a 108, 2 Crediti di Merito.
Durata dei Crediti di Merito

Ogni Credito di Merito accumulato ha durata biennale. Trascorso tale termine senza che il CM sia stato utilizzato, il CM sarà considerato estinto.

Per esempio, se uno studente iscrittosi al primo anno nel 2016 riceve 2 CM (pari a 250 euro) ottenendo 60 crediti con media 28,3 al 30 settembre 2017, potrà impiegare quella cifra dall’Ottobre/Novembre 2017 (concedendo i tempi tecnici per l’accreditamento) al 30 settembre 2019. Decorso tale termine, il Credito verrà considerato estinto. Uno studente che si laurei in corso a un CdL il 15 marzo 2018 con votazione 110, potrà usare i 4 CM (500 euro) fino al 14 Marzo 2020 (in altre parole, se nel 2018 non intende iscriversi a una Magistrale Bicocca, ma nel 2019 desidera farlo, potrà ancora usare i CM per pagare la tassa di iscrizione).

I CM sono utilizzabili solo da studenti regolarmente iscritti a Corsi di Laurea, Corsi per Master, Corsi di Perfezionamento e Tirocini Formativi.

Per esempio, se uno studente accumula un CM laureandosi in corso in una laurea triennale, e vuole utilizzarlo per “acquisto libri” (vedi modalità di spesa 3 nel seguente elenco), non essendo più studente dell’Ateneo dall’atto della sua Laurea al momento di una nuova iscrizione, non potrà utilizzare il CM in libreria fino a ché non si sarà iscritto a qualche nuova attività formativa tra quelle sopra indicate.

Modalità d’uso dei CM

Ogni CM del valore di 125,00 Euro è accreditato sul Badge d’Ateneo entro circa 30gg dalla pubblicazione del Decreto di assegnazione. Ogni studente è poi tenuto, salvo i casi in cui l’ammontare delle tasse universitarie pagate dallo studente nell’anno accademico in cui il beneficio è concesso sia superiore all’importo accreditato, a rendicontare la spesa dei CM residui come spesa in una delle seguenti opzioni:

 

  1. per il pagamento delle tasse universitarie dell’anno accademico successivo a quello nel quale il beneficio è accreditato sul Badge;
  2. per lo studente non ancora laureato che si rechi per un periodo di studi all’estero sul progetto Erasmus sarà rendicontabile in aggiunta alla sua borsa Erasmus inviando un’autocertificazione di partecipazione al progetto. Lo stesso vale per tutti i bandi di mobilità dell’Ateneo che prevedano un soggiorno di studio all’estero;
  3. per l’acquisto di libri di testo impiegati in Corsi di Studio frequentato presso il nostro Ateneo presso librerie convenzionate con l’Ateneo;
  4. su richiesta dello Studente, e qualora alcune scuole di lingua inglese sottoscrivano una convenzione con l’Ateneo, a parziale/totale copertura della tassa di iscrizione dello Studente a un Corso di Lingua Inglese (di qualsiasi livello) presso quelle scuole;
  5. per acquistare abbonamenti per mezzi di trasporto locale (metropolitano o ferroviario).

 

La rendicontazione potrà avvenire presentando:

  • nei casi 1, 3, 4 e 5 la ricevuta di pagamento delle spese indicate in quei punti;
  • nel caso 2 un’autocertificazione di partecipazione al progetto Erasmus o ad altro progetto di mobilità attivato dall’Ateneo.
Cumulabilità

I CM sono cumulabili. Per esempio, uno studente che si laurea in corso prima dei tre anni in un CdL potrebbe non aver ancora estinto i CM eventualmente meritati al primo anno, che resteranno validi (fino a quando non saranno impiegati o estinti).

I CM, in quanto incentivi al merito, sono totalmente indipendenti dalla fascia di reddito dello studente e dalle eventuali borse di diritto allo studio ricevute dallo studente. In altre parole, uno studente che abbia ricevuto una borsa per il diritto allo studio o di Ateneo può, ciò nonostante e grazie esclusivamente al suo merito, acquisire CM.


  
Approfondimenti
© 2005-2016 Università degli Studi di Milano-Bicocca -
Piazza dell'Ateneo Nuovo, 1 - 20126, Milano • tel. 02 6448 1 • Casella PEC: ateneo.bicocca@pec.unimib.it • P.I. 12621570154 • Amministrazione trasparente
- ultimo aggiornamento di questa pagina 13/07/2016