Inizio della pagina -
Logo dell'Università degli Studi di Milano-Bicocca
|
Visita la Versione ad elevata leggibilità
|
Vai al Contenuto della pagina
|
Vai alla Fine dei contenuti
|
Vai al Menu Principale
|
Vai alla Barra di navigazione (sei in)
|
Vai al Menu di navigazione (albero)
|
Vai alla Lista dei comandi
|
Vai alla Lista degli approfondimenti
|
Vai al Menu inferiore
|
|Lista dei comandi|
Conto Consuntivo 2013

Il Conto Consuntivo dell’Esercizio Finanziario 2013 espone i risultati della gestione finanziaria dell’Università degli Studi di Milano - Bicocca definitisi nel corso dell’anno.

Le entrate correnti ammontano a circa 185 milioni di euro e sono costituite per il 22,9% dalla contribuzione studentesca, per il 72,1% da trasferimenti correnti dallo Stato e per il restante 5% da proventi da attività commerciale e da altre entrate da Enti pubblici e privati.
Crescono complessivamente dell’1,4%, rispetto allo scorso anno, le entrate contributive che passano da 41,8 a 42,4 milioni di euro. Gli introiti da tasse e contributi universitari per l’iscrizione ai corsi di laurea sono rimasti invece sostanzialmente stabili passando da 37,9 milioni di euro a 38,3 milioni. Stabile anche il numero degli iscritti all’Ateneo che è passato da 33.271 studenti nell’A.A. 2011/12 a 33.354 studenti nell’A.A. 2012/13.
Le entrate da trasferimenti correnti dallo Stato ammontano a poco più di 121 milioni di euro e sono costituite per circa l’89% dal Fondo di Finanziamento Ordinario, per il 7,1% dal finanziamento ministeriale per i contratti di formazione specialistica dei medici, per il 2,8% dal cofinanziamento ministeriale per borse di dottorato e assegni di ricerca e per il restante 1,1% da contributi diversi. L’FFO provvisorio 2013 ammonta a 108,27 milioni di euro contro i 110,67 del 2012 con una variazione negativa di circa il 2,17%; l’assegnazione disposta da parte del Ministero per fini meritocratici ammonta complessivamente a poco più di 18 milioni di euro contro i 16,6 del 2012 e i 15,3 milioni del 2011.

Sul fronte delle uscite si evidenzia un aumento delle spese correnti dell’ 1,26% rispetto allo scorso anno e di oltre il 95% delle spese in conto capitale, dovute principalmente agli investimenti in edilizia universitaria (principalmente edificio U28 a Monza e nuove residenze universitarie) e alla ricerca.
La spesa per il personale di ruolo ammonta a poco più di 93 milioni di euro ed è in leggero calo rispetto all’anno scorso per effetto dei limiti sul turnover.
E’ in crescita la spesa per assegni di ricerca sia finanziati dall’Ateneo che finanziati da enti pubblici e privati su progetti di ricerca.
Le spese intermedie per l’acquisto di beni e servizi ammontano complessivamente a poco più di 32,3 milioni di euro di cui 9,6 sono relativi a canoni di locazione e spese condominiali; 8,9 milioni sono per utenze (energia elettrica, riscaldamento, consumi acqua e gas, spese telefoniche); 4,2 milioni sono per pulizie e vigilanza e 2,9 milioni per la manutenzione ordinaria degli edifici.
Sono aumentate del 6,35% le spese complessive per servizi agli studenti (21,8 milioni di euro contro i 20,5 del 2012) con un incremento della spesa per borse di studio a studenti meritevoli (+ 27,6%) anche grazie ad un lascito testamentario in memoria del giornalista Franco Belli di 300 mila euro.
Da segnalare infine anche un incremento della spesa per le attività a tempo parziale degli studenti ai servizi dell’Ateneo (+ 10,96%), per servizi per l’orientamento (+ 14,67%), per contributi per attività sportive e culturali alle organizzazioni studentesche (+ 8%).


  
Nessun approfondimento presente per questa pagina
© 2005-2016 Università degli Studi di Milano-Bicocca -
Piazza dell'Ateneo Nuovo, 1 - 20126, Milano • tel. 02 6448 1 • Casella PEC: ateneo.bicocca@pec.unimib.it • P.I. 12621570154 • Amministrazione trasparente
- ultimo aggiornamento di questa pagina 07/07/2014