Inizio della pagina -
Logo dell'Università degli Studi di Milano-Bicocca
|
Visita la Versione ad elevata leggibilità
|
Vai al Contenuto della pagina
|
Vai alla Fine dei contenuti
|
Vai al Menu Principale
|
Vai alla Barra di navigazione (sei in)
|
Vai al Menu di navigazione (albero)
|
Vai alla Lista dei comandi
|
Vai alla Lista degli approfondimenti
|
Vai al Menu inferiore
|
|Lista dei comandi|
Giurisprudenza
LMG/01 - Giurisprudenza
Icona informazioni

Scuola di Giurisprudenza, Dipartimento dei Sistemi Giuridici, Ed. U6, Piazza dell'Ateneo Nuovo 1, 20126 Milano.

Informazioni generali

Durata corso: 5 anni

CFU: 300

Accesso: libero con test di valutazione della preparazione iniziale.

Frequenza: la frequenza degli insegnamenti è facoltativa, ma vivamente consigliata.

Ammissione al corso

- Regolamento didattico - Regolamento didattico  (21/07/2015)

Il regolamento didattico contiene informazioni su obiettivi formativi, profili professionali, modalità di accesso, organizzazione del corso e molto altro ancora.

Obiettivi formativi

Il corso forma laureati che siano in grado di

  • comprendere principi di diritto positivo;
  • predisporre atti giuridici comprensibili e coerenti con i contesti di impiego;
  • comprendere, interpretare e affrontare problemi interpretativi e applicativi di diritto;
  • aggiornare le proprie competenze, anche alla luce dell’evoluzione storica degli istituti di diritto positivo.

Per maggiori informazioni consultare il Regolamento didattico - art. 3.

Profili professionali e sbocchi occupazionali

Il corso prepara alle professioni di:

  • avvocato
  • esperto legale in imprese
  • esperto legale in enti pubblici
  • notaio
  • magistrato

i laureati, oltre ad indirizzarsi alle professioni legali e della magistratura, potranno operare, con funzioni di elevata responsabilità, nel settore privato, nelle pubbliche amministrazioni, nei  vari campi di attività sociale, socio-economica e politica, nel settore del diritto comparato, internazionale e comunitario.

Per maggiori informazioni consultare il Regolamento didattico -art. 4.

Insegnamenti

I ANNO

Istituzioni di diritto romano - 9 CFU

Scienza delle finanze - 9 CFU

Diritto costituzionale - 9 CFU

Storia del diritto medievale e moderno - 9 CFU

Istituzioni di diritto privato - 15 CFU

Idoneità informatica - 3 CFU

Conoscenza lingua straniera - 3 CFU

Altre attività formative - 3 CFU

II ANNO

Diritto internazionale - 9 CFU

Diritto commerciale - 15 CFU

Filosofia del diritto - 9 CFU

Diritto penale - 15 CFU

Diritto del lavoro - 12 CFU

III ANNO

Diritto dell’unione europea - 9 CFU

Diritto amministrativo - 9 CFU

Diritto processuale civile - 15 CFU

Procedura penale  - 15 CFU

Insegnamenti a scelta (6 CFU) tra

 Diritto ecclesiastico - 6 CFU

 Diritto canonico - 6 CFU

Insegnamenti a scelta (6 CFU) tra

 Bioetica - 6 CFU

 Informatica giuridica - 6 CFU

 Sociologia del diritto - 6 CFU

 Teorie dell’interpretazione - 6 CFU

 IV ANNO

Giustizia amministrativa - 9 CFU

Diritto tributario - 6 CFU

Insegnamenti a scelta (9 CFU) tra

Diritto privato comparato - 9 CFU

Diritto pubblico comparato - 9 CFU

Insegnamenti a scelta (6 CFU) tra

Diritto romano - 6 CFU

Storia del diritto romano - 6 CFU

Fondamenti romanistici del diritto privato europeo - 6 CFU

Diritto greco - 6 CFU

Insegnamenti a scelta (6CFU) tra

Storia del processo penale - 6 CFU

Storia del diritto di famiglia - 6 CFU

Storia del diritto delle obbligazioni e dei contratti - 6 CFU

Insegnamenti a scelta (6 CFU) tra

 Diritto parlamentare - 6 CFU

 Diritto dell'informazione e della comunicazione - 6 CFU

 Diritto costituzionale europeo (i diritti fondamentali) - 6 CFU

 Giustizia costituzionale - 6 CFU

Insegnamenti di ambito*  - 12 CFU

Insegnamentia a scelta dello studente *- 6 CFU

 V ANNO

Insegnamenti a scelta  (10 CFU) tra

Diritto civile (l'illecito) - 10 CFU

Diritto civile (il contratto) - 10 CFU

Insegnamenti di ambito * - 12 CFU

Insegnamenti a scelta dello studente* - 6 CFU

Prova finale -  32 CFU

* Gli insegnamenti  di ambito e a libera scelta dello studente  si differenziano a seconda del curricula prescelto (civilistico, penalistico, impresa, concorrenza e dei mercati, internazionalistico, pubblicistico). Per maggiori informazioni  consultare il Regolamento didattico - art. 6.

 

 

Tasse

Per l'a.a. 15/16 le tasse si pagheranno con le seguenti modalità:

  • 1 rata acconto: (uguale per tutti) pari ad Euro 220,00 da pagare al momento dell'immatricolazione/iscrizione;
  • 1 rata conguaglio: il cui importo può variare da un minimo di Euro 140,00 ad un massimo di Euro 380,00 da pagare entro il 30 novembre 2015;
  • 2 rata: l'importo della seconda rata varia in base all'Area di contribuzione a cui appartiene il corso di studio e alla Condizione Economica del nucleo familiare dello studente. La seconda rata si paga di norma entro la metà del mese di maggio.

Per maggiori informazioni consultare la sezione tasse

Contatti
Per saperne di più.....

Se vuoi saperne di più sul Corso di Giurisprudenza visita il sito http://www.giurisprudenza.unimib.it/


  
Nessun approfondimento presente per questa pagina
© 2005-2014 Università degli Studi di Milano-Bicocca -
Piazza dell'Ateneo Nuovo, 1 - 20126, Milano • tel. 02 6448 1 • Casella PEC: ateneo.bicocca@pec.unimib.it • P.I. 12621570154 • Amministrazione trasparente
redazioneweb@unimib.it - ultimo aggiornamento di questa pagina 21/07/2015