Inizio della pagina -
Logo dell'Università degli Studi di Milano-Bicocca
|
Visita la Versione ad elevata leggibilità
|
Vai al Contenuto della pagina
|
Vai alla Fine dei contenuti
|
Vai al Menu Principale
|
Vai alla Barra di navigazione (sei in)
|
Vai al Menu di navigazione (albero)
|
Vai alla Lista dei comandi
|
Vai alla Lista degli approfondimenti
|
Vai al Menu inferiore
|
|Lista dei comandi|
Eventi in home
Dal Giorno dei Morti alla Santa Muerte messicana

Mercoledì 18 dicembre 2013, ore 11:00

Edificio U7, Aula del Consiglio (IV piano) - Via Bicocca degli Arcimboldi 8, Milano

Il culto messicano alla Santa Muerte è una devozione alla figura della morte dalle origini antiche e misteriose. Nasce all'epoca della dominazione spagnola, resta clandestina per tre secoli e riemerge negli ultimi decenni del novecento. C'è chi dice che la Niña Blanca o Flaquita, Santa Muerte, Messicocome la chiamano i suoi cultori, viene dalle divinità azteche dell'oltretomba o Mictlán.

Altri la confondono con la Catrina, l'immagine scheletrica disegnata da José Guadalupe Posada che accompagna il famoso Día de muertos. Questa celebrazione cattolica dei defunti in Messico s’è fusa con quella preispanica ed è diventata Patrimonio dell'Umanità dell'UNESCO.

Invece la Santa Muerte è considerata la Madonna dei narcos. I mass media e la Chiesa l’hanno demonizzata, ma l'essenza del culto resta familiare e popolare. Il web e i migranti l’hanno portata negli USA e oggi nel mondo i devoti sono milioni.

La Muerte è così sicura di se stessa che ci dà un’intera vita di vantaggio. E in Messico è già Santa.

Relatore: Dottor Fabrizio Lorusso
Presenta: Dottoressa Anamaria González Luna

Locandina in allegato.

Foto: José Miguel Velázquez Guevara / La Santa Muerte / CC BY-NC-SA 2.0

Allegati:
- Locandina - Locandina -

In archivio dal: 19/12/2013


  

  
© 2005-2014 Università degli Studi di Milano-Bicocca -
Piazza dell'Ateneo Nuovo, 1 - 20126, Milano • tel. 02 6448 1 • Casella PEC: ateneo.bicocca@pec.unimib.it • P.I. 12621570154 • Amministrazione trasparente
redazioneweb@unimib.it - ultimo aggiornamento di questa pagina 26/09/2016