Inizio della pagina -
Logo dell'Università degli Studi di Milano-Bicocca
|
Visita la Versione ad elevata leggibilità
|
Vai al Contenuto della pagina
|
Vai alla Fine dei contenuti
|
Vai al Menu Principale
|
Vai alla Barra di navigazione (sei in)
|
Vai al Menu di navigazione (albero)
|
Vai alla Lista dei comandi
|
Vai alla Lista degli approfondimenti
|
Vai al Menu inferiore
|
|Lista dei comandi|
Eventi in home
I film liberano la testa (V ciclo) - "Il lavoro nel tempo: un futuro a rovescio?"

28 maggio - 3 giugno 2009

Edificio U6, Piazza dell'Ateneo Nuovo 1

I film liberano la testa (V ciclo) 

Il lavoro nel tempo: un futuro a rovescio?

 

Ciclo di seminari sul mondo del lavoro ideato e coordinato da Tiziana Vettor in collaborazione con Massimo Brioschi della casa di distribuzione cinematografica MIKADO FILM.

 

  • 26 maggio 2009 ore 14,30 - 18,30, Aula U6-42

Passato, SPARTACUS

Il primo kolossal di denuncia sociale, in sapiente equilibrio fra i canoni del racconto avventuroso e la riflessione storica e metastorica. Il film è la magniloquente narrazione di un'epica disfatta "diventata la vittoria dell'uomo". La ribellione di Spartacus al concetto stesso di schiavitù viene innalzata a categoria atemporale, come rivolta a qualunque tipo di autorità cieca e rapace, a ogni presunzione di non uguaglianza, alla prepotenza dell'uomo sull'uomo.

  • 29 maggio 2009 ore 14.30 - 18.30, Aula U6-42

Presente, ROMA ORE 11

"Cercasi dattilografa primo impiego, miti pretese, presentarsi alle ore 11.00, Largo Circense n. 37". Da un semplice annuncio di giornale, nasce una delle tragedie più emblematiche del dopoguerra: il 14 gennaio 1951 il crollo di una rampa di scale gremita da decine di ragazze disoccupate, riunitesi in risposta all'annuncio, provocò la morte di una di loro e il ferimento di altre 77. Un ritratto corale e quasi in tempo reale.

  • 3 giugno 2009 ore 14.30 - 18.30, Aula U6-10

Futuro, TUTTA LA VITA DAVANTI

Una favola attualissima, lucida e profetica, che guarda agli "ultimi" con tenerezza e agli "oppressori" con compassione, in cui vittime e carnefici sono accomunati da una stessa ansia per il futuro che si tramuta in folle disperazione. Quando la gioiosa locuzione "tutta la vita davanti" inizia a suonare come una minaccia, vuol dire che il meccanismo del progresso, fatto di coscienza degli errori del passato, di azione nel presente e di speranza per il futuro, si è definitivamente inceppato.

 

 

Allegati:
- Locandina - Locandina -

In archivio dal: 04/06/2009


  

  
© 2005-2014 Università degli Studi di Milano-Bicocca -
Piazza dell'Ateneo Nuovo, 1 - 20126, Milano • tel. 02 6448 1 • Casella PEC: ateneo.bicocca@pec.unimib.it • P.I. 12621570154 • Amministrazione trasparente
redazioneweb@unimib.it - ultimo aggiornamento di questa pagina 23/09/2016