Inizio della pagina -
Logo dell'Università degli Studi di Milano-Bicocca
|
Visita la Versione ad elevata leggibilità
|
Vai al Contenuto della pagina
|
Vai alla Fine dei contenuti
|
Vai al Menu Principale
|
Vai alla Barra di navigazione (sei in)
|
Vai al Menu di navigazione (albero)
|
Vai alla Lista dei comandi
|
Vai alla Lista degli approfondimenti
|
Vai al Menu inferiore
|
|Lista dei comandi|
Eventi in home
Il ruolo del giudice nel rapporto tra i poteri

Giovedì 17 e venerdì 18 novembre 2011

Edificio U6, Aula 4 (Martini) - Piazza dell'Ateneo Nuovo 1, Milano

Il ruolo del giudice nel rapporto tra i poteri

martellettoCome è cambiato, nell’ultimo decennio, il ruolo del giudice nel rapporto tra i poteri? La Facoltà di Giurisprudenza, nel suo tradizionale Convegno annuale, ha invitato a discutere su questo tema complesso e fondamentale dell’universo giuridico pluralistico contemporaneo, nove tra i massimi esperti della materia, per un dialogo interdisciplinare, coinvolgente tutti i saperi del diritto.

Al centro della prima sessione troviamo una riflessione sul ruolo del giudice, sui modelli di giustizia e sull’evoluzione delle tecniche interpretative, partendo dalle radici storiche della modernità (la Rivoluzione francese) per giungere fino alle fondazioni giusfilosofiche odierne e allo scenario della giustizia costituzionale.

Le sessioni successive concentrano l’attenzione sull’evoluzione della funzione delle corti di giustizia nazionali ed europee, anche nelle loro reciproche relazioni.

  • Come è cambiata la funzione della Corte suprema di Cassazione, tra lacune legislative, esigenze sovranazionali, vocazioni ordinamentali, sia nel penale sia nel civile?
  • Come si configura il ruolo della Corte di Giustizia dell’Unione europea nell’ambito delle istituzioni europee?
  • Come si è trasformato il ruolo del Consiglio di Stato tra legislazione e amministrazione?

quadro bilanciaLe ultime due relazioni si propongono invece di indagare i nuovi volti della giustizia penale e del lavoro, in equilibrio tra esigenze di tutela sociale e dinamiche dei poteri pubblici, tra pressioni legislative e aperture di sistema.

Il discorso sulla funzione del giudice, sulle corti di giustizia e sulle giurisdizioni rappresenta un filo rosso per cogliere il significato attuale del principio di separazione di poteri e per delineare le prospettive future.   

Programma

GIOVEDÌ 17 NOVEMBRE 2011

  • ORE 15:00 SALUTI INTRODUTTIVI
    MARCELLO FONTANESI, Magnifico Rettore
    BRUNO BOSCO, Preside della Facoltà di Giurisprudenza
  • ORE 15:30 – PRIMA SESSIONE
    Presiede: GIOVANNI CHIODI, Università degli Studi di Milano-Bicocca
    • BERNARDO SORDI, Università degli Studi di Firenze
      Una giustizia ‘facile, pronta, imparziale’: le aporie fondative del pouvoir judiciaire
    • LUIGI FERRAJOLI, Università degli Studi di Roma Tre
      Il ruolo di garanzia dei diritti quale fonte di legittimità della giurisdizione
    • ROBERTO ROMBOLI, Università degli Studi di Pisa
      Trasformazione del ruolo del giudice e nuove tecniche interpretative

VENERDÌ 18 NOVEMBRE 2011

  • Ore 9:00 – SECONDA SESSIONE
    Presiede: MARTA CARTABIA, Giudice della Corte costituzionale
    • GIORGIO LATTANZI, Giudice della Corte costituzionale
      La Cassazione penale tra lacune legislative ed esigenze sovranazionali
    • CLAUDIO CONSOLO, Università degli Studi di Padova
      La Cassazione civile tra lacune legislative e vocazioni ordinamentali
  • ORE 11:15 COFFEE BREAK
  • ORE 11:30 – TERZA SESSIONE
    Presiede: MARTA CARTABIA, Giudice della Corte costituzionale
    • FRANCESCO MUNARI, Università degli Studi di Genova
      Il ruolo della Corte di Giustizia dell’Unione europea e il suo rapporto con gli altri organi dell’Unione
    • ALDO TRAVI, Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano
      Il ruolo del Consiglio di Stato tra legislazione e amministrazione
  • ORE 13:00 SOSPENSIONE DEI LAVORI
  • ORE 15:00 QUARTA SESSIONE
    Presiede: DOMENICO PULITANÒ, Università degli Studi di Milano-Bicocca
    • FRANCESCO PALAZZO, Università degli Studi di Firenze
      Il giudice penale tra esigenze di tutela sociale e dinamica dei poteri pubblici
    • RICCARDO DEL PUNTA, Università degli Studi di Firenze
      Il giudice del lavoro tra pressioni legislative e aperture di sistema
Allegati:
- Locandina - Locandina -

In archivio dal: 19/11/2011


  

  
© 2005-2014 Università degli Studi di Milano-Bicocca -
Piazza dell'Ateneo Nuovo, 1 - 20126, Milano • tel. 02 6448 1 • Casella PEC: ateneo.bicocca@pec.unimib.it • P.I. 12621570154 • Amministrazione trasparente
redazioneweb@unimib.it - ultimo aggiornamento di questa pagina 30/09/2016