Inizio della pagina -
Logo dell'Università degli Studi di Milano-Bicocca
|
Visita la Versione ad elevata leggibilità
|
Vai al Contenuto della pagina
|
Vai alla Fine dei contenuti
|
Vai al Menu Principale
|
Vai alla Barra di navigazione (sei in)
|
Vai al Menu di navigazione (albero)
|
Vai alla Lista dei comandi
|
Vai alla Lista degli approfondimenti
|
Vai al Menu inferiore
|
|Lista dei comandi|
Notizie in home
"Dai casi ai diritti" Firmata la convenzione con la Fondazione Casa della carità

“Dai casi ai diritti”. Si intitola così la convenzione firmata il 12 dicembre 2011 dalla Fondazione Casa della carità e dall'Università degli studi Milano-Bicocca.
Le due realtà collaboreranno unendo l'esperienza di chi ogni giorno affronta i casi e le competenze di chi studia i diritti dal punto di vista giuridico, sociale, statistico, economico.

Sei gli ambiti sui quali il progetto si concentrerà:

  1. Casa e territorio,
  2. Minori,
  3. Persone migranti,
  4. Lavoro e fasce deboli,
  5. Carcere e Cie,
  6. Salute e servizi.

Le stesse tematiche erano state trattate, a maggio, nel corso del seminario "I costi della paura. I costi della sicurezza", che ha segnato l'inizio della collaborazione tra le due istituzioni.

Guarda i video: (1) (2) (3) (4) (5) (6)

I gruppi di lavoro si riuniranno per individuare le situazioni in cui i diritti sono compromessi o non rispettati, cercando di capirne le motivazioni. Il tutto al fine di formulare proposte concrete per le istituzioni.

L'idea di fondo infatti è quella di una democrazia partecipativa, all'interno della quale chi vive e studia determinati problemi possa dare il suo contributo alle istituzioni, suggerendo rimedi e possibili soluzioni.

firma della convenzione
La firma della convenzione
Don Virginio Colmegna (Presidente della Fondazione Casa della Carità)

Professor Marcello Fontanesi (Magnifico Rettore dell'Università di Milano-Bicocca)

«L’università – ha detto il rettore Fontanesi – ha certamente uno spirito universale e internazionale, ma sorge anche in un territorio determinato. È quindi importante che svolga ricerca in modo attivo anche nel territorio nel quale è inserita. Territorio che, nel caso di questo progetto di ricerca, è esso stesso il laboratorio verso il quale docenti e ricercatori devono uscire per studiare e conoscere»

Per ulteriori informazioni consultare il comunicato stampa

In archivio dal: 26/12/2011


  

  
© 2005-2014 Università degli Studi di Milano-Bicocca -
Piazza dell'Ateneo Nuovo, 1 - 20126, Milano • tel. 02 6448 1 • Casella PEC: ateneo.bicocca@pec.unimib.it • P.I. 12621570154 • Amministrazione trasparente
redazioneweb@unimib.it - ultimo aggiornamento di questa pagina 29/09/2016