Inizio della pagina -
Logo dell'Università degli Studi di Milano-Bicocca
|
Visita la Versione ad elevata leggibilità
|
Vai al Contenuto della pagina
|
Vai alla Fine dei contenuti
|
Vai al Menu Principale
|
Vai alla Barra di navigazione (sei in)
|
Vai al Menu di navigazione (albero)
|
Vai alla Lista dei comandi
|
Vai alla Lista degli approfondimenti
|
Vai al Menu inferiore
|
|Lista dei comandi|
Notizie in home
Fondazione Cariplo: una settimana da ... Nobel - scelte due ricercatrici Bicocca

Grazie al recente accordo siglato tra Fondazione Cariplo e Foundation Lindau e Council for the Lindau Nobel Laureate Meetings, nove giovani scienziati, 5 ragazze e 4 ragazzi, nei prossimi giorni approderanno al 63th Lindau Nobel Laureates Meeting, uno dei più prestigiosi eventi scientifici previsti nel corso del 2013.

ricercaUn appuntamento, divenuto ormai tradizione, che quest’anno vedrà impegnati dal 30 giugno al 5 luglio sul Lago di Costanza oltre 600 giovani ricercatori provenienti da tutto il mondo che si confronteranno su tematiche di frontiera con 35 Premi Nobel per la Chimica.

Quelli italiani sono i lombardi Fabio Parmeggiani del Politecnico di Milano, Maria Vittoria Dozzi e Sergio Rossi dell’Università di Milano, Cristina Airoldi e Francesca Re dell’Università di Milano-Bicocca (Biotecnologie), Giuseppe Memeo dell’Università di Pavia, Laura Borgese dell’Università di Brescia; e i veneti Chiara Nardon e Mirco Zerbetto dell’Università di Padova e Rovigo che, come nella passate edizione, sono stati selezionati grazie al supporto della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo.

Per un’intera settimana potranno dialogare, conoscere ed interagire con la squadra dei Nobel composta da scienziati del calibro di Peter Agre (Nobel 2003 per le scoperte riguardo ai canali nelle membrane cellulari), Aaron Ciechanover (Nobel 2004 per gli studi sulla degradazione delle proteine regolata dall'ubiquitina), Gerhard Ertl (Nobel 2007 per i suoi studi dei processi chimici sulle superfici solide), Ada Yonath (Nobel 2009 per studi della struttura e della funzione dei ribosomi), Akira Suzuki (Nobel 2010 per scoperte riguardanti la chimica del palladio), Dan Shechtman (Nobel 2011 per la scoperta dei quasicristalli). I più fortunati potranno ritrovarsi a chiacchierare anche al Pub, in incontri meno formali e molto inspiring, secondo il format ormai consolidato del Lindau Meeting.

Per maggiori informazioni consultare il comunicato stampa in allegato.

Allegati:

In archivio dal: 11/07/2013


  

  
© 2005-2014 Università degli Studi di Milano-Bicocca -
Piazza dell'Ateneo Nuovo, 1 - 20126, Milano • tel. 02 6448 1 • Casella PEC: ateneo.bicocca@pec.unimib.it • P.I. 12621570154 • Amministrazione trasparente
redazioneweb@unimib.it - ultimo aggiornamento di questa pagina 27/09/2016