Inizio della pagina -
Logo dell'Università degli Studi di Milano-Bicocca
|
Visita la Versione ad elevata leggibilità
|
Vai al Contenuto della pagina
|
Vai alla Fine dei contenuti
|
Vai al Menu Principale
|
Vai alla Barra di navigazione (sei in)
|
Vai al Menu di navigazione (albero)
|
Vai alla Lista dei comandi
|
Vai alla Lista degli approfondimenti
|
Vai al Menu inferiore
|
|Lista dei comandi|
Notizie in home
L'espressione del dolore femminile è più difficile da riconoscere
volto donna

Gli osservatori sono meno abili nell’identificare il dolore se è espresso da un volto femminile: è il risultato di uno studio condotto da Paolo Riva, Simona Sacchi, Lorenzo Montali e Alessandra Frigerio, presso il dipartimento di Psicologia dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca e pubblicato sull’European Journal of Pain.

Il volto è una fonte di informazioni cruciale per comprendere le emozioni e le sensazioni provate da una persona: più che dalle parole, gli osservatori sono guidati dalle espressioni del volto per giudicare se un individuo prova dolore e con quale intensità.

Lo studio ha rivelato che il genere di chi soffre influenza la rapidità e l’accuratezza con la quale gli osservatori comprendono il dolore.

Per maggiori informazioni leggi il comunicato stampa

In archivio dal: 18/04/2011


  

  
© 2005-2014 Università degli Studi di Milano-Bicocca -
Piazza dell'Ateneo Nuovo, 1 - 20126, Milano • tel. 02 6448 1 • Casella PEC: ateneo.bicocca@pec.unimib.it • P.I. 12621570154 • Amministrazione trasparente
redazioneweb@unimib.it - ultimo aggiornamento di questa pagina 23/09/2016