Inizio della pagina -
Logo dell'Università degli Studi di Milano-Bicocca
|
Visita la Versione ad elevata leggibilità
|
Vai al Contenuto della pagina
|
Vai alla Fine dei contenuti
|
Vai al Menu Principale
|
Vai alla Barra di navigazione (sei in)
|
Vai al Menu di navigazione (albero)
|
Vai alla Lista dei comandi
|
Vai alla Lista degli approfondimenti
|
Vai al Menu inferiore
|
|Lista dei comandi|
Notizie in home
Leucemia mieloide cronica: trattamento con Imatinib restituisce ai pazienti un'aspettativa di vita normale
Carlo Gambacorti Passerini
Carlo Gambacorti Passerini

I pazienti affetti da leucemia mieloide cronica (LMC) trattati per due anni con Imatinib hanno un tasso di mortalità simile a quello della popolazione sana.

Lo ha dimostrato la ricerca denominata ILTE (imatinib long time effects), i cui risultati sono stati riportati sul sito del Journal of the National Cancer Institute. Nel numero di aprile della rivista è pubblicato l’articolo.

Lo studio, coordinato dal professor Carlo Gambacorti Passerini, è la prima valutazione indipendente su un ampio numero di pazienti (832) a dimostrare che i tassi di sopravvivenza sono rimasti elevati dopo otto anni di trattamento con il farmaco.

L’articolo è accompagnato da un editoriale di analisi di B. Douglas Smith, MD del Sidney Kimmel Comprehensive Cancer Center (Johns Hopkins University, Baltimora).

Per ulteriori informazioni:

In archivio dal: 07/04/2011


  

  
© 2005-2014 Università degli Studi di Milano-Bicocca -
Piazza dell'Ateneo Nuovo, 1 - 20126, Milano • tel. 02 6448 1 • Casella PEC: ateneo.bicocca@pec.unimib.it • P.I. 12621570154 • Amministrazione trasparente
redazioneweb@unimib.it - ultimo aggiornamento di questa pagina 23/09/2016