Inizio della pagina -
Logo dell'Università degli Studi di Milano-Bicocca
|
Visita la Versione ad elevata leggibilità
|
Vai al Contenuto della pagina
|
Vai alla Fine dei contenuti
|
Vai al Menu Principale
|
Vai alla Barra di navigazione (sei in)
|
Vai al Menu di navigazione (albero)
|
Vai alla Lista dei comandi
|
Vai alla Lista degli approfondimenti
|
Vai al Menu inferiore
|
|Lista dei comandi|
Notizie in home
Risultati indagine "Come e quando i diplomandi scelgono l’università"

Sono stati presentati i dati dell’indagine “Come e quando i diplomandi scelgono l’università”, condotta dal dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale dell’Università di Milano-Bicocca su 24 scuole (12 milanesi, 12 lombarde) nei mesi di aprile e giugno 2010. Due rilevazioni che misurano il processo di scelta degli studi universitari da parte degli studenti dell’ultimo anno delle scuole superiori.

Si tratta di un progetto che rientra tra le iniziative programmate dalla Commissione di Orientamento dell’Ateneo e applica, per la prima volta in Italia, lo Study Choice Task Inventory (SCTI), uno strumento elaborato ispirandosi ai modelli di analisi delle carriere lavorative.

Ne emerge un quadro che mette in luce, dal punto di vista degli studenti, problemi e caratteristiche di un percorso di scelta che rivela alcune sorprese ed elementi non scontati.

  • La maggioranza degli intervistati (55%) è molto consapevole di dover compiere una scelta importante per la propria vita. In particolare, le ragazze hanno maggior consapevolezza. Solo uno studente su cinque, però, dichiara di riflettere a fondo sulle proprie caratteristiche, capacità e vocazioni. 
  • Passando alla capacità di raccogliere le informazioni, il 49% degli studenti ha una capacità media di informarsi sulla rosa delle opzioni disponibili: le notizie raccolte sono generiche e poco utili a compiere una scelta consapevole.
  • Tuttavia il 61% del campione si sente determinato rispetto alla scelta compiuta.

Studio o lavoro?

A giugno 2010 il 45% degli intervistati è deciso a proseguire gli studi e il 18% dice che andrà a lavorare. Gli indecisi rispetto alla rilevazione di aprile calano dal 15% al 9%.
La scelta se proseguire gli studi o andare a lavorare si differenzia in base alla collocazione geografica della scuola frequentata e al genere.

Quale facoltà?

Tra i corsi di laurea preferiti vi sono quelli del gruppo medico (22%) seguiti dal gruppo economico-statistico (12%), da quello letterario (11%) e giuridico (8%).
Le lauree del gruppo medico sono scelte in maggioranza dagli studenti dei licei mentre gli studenti degli istituti tecnici si orientano verso i corsi del gruppo economico-statistico

Fonti di informazione

Gli open day, uno dei principali canali di orientamento degli atenei, sono frequentati, complessivamente, dal 74% degli studenti.
I dati mostrano che il 60% degli intervistati si consulta con gli amici, il 52% con i genitori, il 47% con gli insegnanti e solo il 30% si informa attraverso un confronto fra le brochure delle diverse facoltà.

Per maggiori infomazioni si consiglia di leggere il comunicato stampa

In archivio dal: 15/11/2010


  

  
© 2005-2014 Università degli Studi di Milano-Bicocca -
Piazza dell'Ateneo Nuovo, 1 - 20126, Milano • tel. 02 6448 1 • Casella PEC: ateneo.bicocca@pec.unimib.it • P.I. 12621570154 • Amministrazione trasparente
redazioneweb@unimib.it - ultimo aggiornamento di questa pagina 28/09/2016