Diritto degli stranieri e politiche migratorie

DIRETTORE
Paolo Bonetti

OBIETTIVI E PRESENTAZIONE DEL MASTER
ll Master mira a soddisfare le esigenze formative dell'Italia in cui risiedono più di 5 milioni di stranieri (oltre 1 milione in Lombardia), cittadini di altri Stati UE o di Stati terzi, destinataria di ulteriori flussi migratori. Il Master mira a formare nuove professionalità da offrire sul mercato del lavoro o ad aggiornare chi già lavora.

Questo Master è sicuramente unico in Italia: prevede in modo equilibrato sia materie giuridiche (nel diritto pubblico, internazionale, UE, lavoro, penale, penitenziario, ecclesiastico, internazionale privato), sia materie storico giuridiche, sia materie politico sociali.

Il Master ha tante materie giuridico-sociali, politiche e storiche comuni e due orientamenti distinti con materie distinte (giuridico e sociale).

L'approccio teorico pratico del Master (che con alcuni dei migliori docenti italiani mette insieme gli aspetti giuridici e quelli politico-sociale) ne rendono molto raccomandabile l'iscrizione a laureati, laureati magistrali nelle materie giuridiche, sociali, politiche, economiche, antropologiche, letterarie, e ad avvocati, assistenti sociali, educatori, commercialisti, funzionari amministrativi, mediatori interculturali ecc., gestori di enti del terzo settore, appartenenti al pubblico impiego.

24 studenti iscritti da tutta Italia hanno seguito con passione la precedente edizione, malgrado la complessità del fenomeno e interdisciplinarietà dell'approccio, e molti di loro hanno trovato lavoro in questi settori (anche presso alcuni degli enti in cui hanno svolto il loro stage) o si sono ancor più specializzati e aggiornati nei loro ruoli di funzionari pubblici o di avvocati o di assistenti sociali.

Sarà chiesto il riconoscimento del Master ai fini dei crediti per la formazione degli avvocati e degli assistenti sociali.

L'urgenza, la gravità, l'interdisciplinarietà e l'attualità dei temi migratori ne rende indispensabile l'iscrizione a chi voglia operare in Italia con competenza in questi settori.
E' una scelta di vita per chiunque incontri stranieri abitualmente nella vita perfezionarsi e rendersi preparati professionalmente sia sulle materie giuridiche sia su quelle sociali.
E' una scelta attuale in un contesto in cui il fenomeno migratorio è in continua evoluzione, le norme che lo regolano sono sempre mutevoli (e spesso illegittime) e richiedono anche saperi sociali, perché la migrazione è fenomeno ordinario e per essere gestito in modo armonioso richiede saperi interdisciplinari e di lungo periodo.

PROFILO DEL CANDIDATO
Laureati (e Diplomati Universitari triennali) delle classi di laurea specificate nel bando di ammissione

PERIODO ATTIVAZIONE
novembre 2018 - maggio 2020

Le lezioni (gio, ven. sabato ore 9-18) inizieranno dall'8 novembre 2018 in vari periodi fino a giugno e poi da settembre ad ottobre 2019.
Seguiranno 250 ore di stage presso varie enti del settore e la elaborazione di una tesi.
Il Master si concluderà l'8 maggio 2020.

PER INFORMAZIONI SCRIVERE A: paolo.bonetti@unimib.it 

ATTENZIONE!     NEW!
LA SCADENZA DEL BANDO E’ STATA PROROGATA AL 3 OTTOBRE 2018

L’elenco degli ammessi sarà pubblicato lunedì 22 ottobre 2018 e le immatricolazioni dovranno essere effettuate entro lunedì 29 ottobre 2018

INCONTRO DI PRESENTAZIONE DEL MASTER
Lunedì 17 settembre 2018 si è tenuta una presentazione del master presso il Dipartimento di Giurisprudenza con un incontro aperto a tutti dal titolo “Immigrazione e asilo: quali scenari, quali diritti, quali politiche oggi?”

Hanno introdotto i temi e presentato il Master i proff. Paolo Bonetti (professore di diritto costituzionale e direttore del Master), Giovanna Fullin (professore di sociologia economica e del lavoro, Università di Milano-Bicocca), Livio Neri (avvocato del Foro di Milano, socio ASGI), Irini Papanicolupulu (professore di diritto internazionale, Università di Milano-Bicocca), Mara Tognetti (professore di sociologia economica e del lavoro, Università di Milano-Bicocca), Tiziana Vettor (professore di diritto del lavoro, Università di Milano-Bicocca).

a cura di Area della formazione, ultimo aggiornamento il 21/09/2018