MAZZONE LEONARD

Ruolo: 
Assegnista di ricerca
Settore scientifico disciplinare: 
FILOSOFIA POLITICA (SPS/01)
Orario di ricevimento: 

Giorni e orario del ricevimento possono essere concordati a seguito di richiesta via mail

Biografia

Leonard Mazzone (1984, Torino) è assegnista di ricerca in FIlosofia sociale e politica all'Università MIlano-Bicocca, dove lavora a un progetto sulle politiche della paura e sulla costruzione di dispositivi urbani di sicurezza. Ha conseguito nel 2013 il Dottorato di ricerca in Filosofia presso l’Università degli Studi di Firenze, dove ha svolto un progetto di ricerca sulla vita e le opere di Elias Canetti. Dopo aver collaborato con il Dipartimento di Filosofia e di Culture, Politiche e Società dell’Università di Torino ed esser stato borsista post-doc presso la Fondazione Filippo Burzio di Torino, è diventato assegnista di ricerca in Filosofia sociale presso il Dipartimento di Scienze politiche e sociali dell’Università degli Studi di Firenze, dove ha anche tenuto un corso di Filosofia morale e politica nel corso dell’a.a. 2017-2018 e del 2018-2019. Nel corso del 2019 è stato borsista di ricerca presso l'Istituto italiano di Studi filosofici di Napoli, dove ha portato a termine un progetto di ricerca sulla storia del concetto di ipocrisia. È autore di diversi contributi apparsi su riviste italiane e internazionali, nonché delle seguenti monografie: Una teoria negativa della giustizia. Per un’etica del conflitto contro i mali comuni (Mimesis, 2014), Il principio possibilità. Masse, potere e metamorfosi nell’opera di Elias Canetti (Rosenberg & Sellier, 2017), Introduzione a Elias Canetti. La scrittura come professione (Orthotes, 2017) e di Ipocrisie. Storia e critica del più socievole dei vizi (Orthotes, 2021). Oltre alla collaborazione con “L'Indice dei Libri del Mese”, dal 2014 fa parte del consiglio direttivo dell'Unione culturale Franco Antonicelli ed è uno dei responsabili della stesura e della realizzazione dei progetti formativi di Biennale Democrazia presso le scuole medie-superiori di Torino. Fra il 2017 e il 2018 ha lavorato al testo teatrale di Prede. Provocazioni dalle Supplici di Eschilo, in cui viene raccontata l’esperienza di insegnamento (e di cambiamento) vissuta in prima persona presso un liceo di Torino. È uno dei fondatori e soci sostenitori del Collettivo di ricerca sociale e di Co.mu.net-Officine Corsare.

Ricerca

Il progetto di ricerca "Governare le paure. La costruzione sociale delle paure nella società della (in)sicurezza" si propone di indagare le condizioni economiche, politiche e culturali a monte della diffusione delle paure contemporanee a livello individuale e collettivo nella cosiddetta società dell'(in)sicurezza e gli usi politici che ne vengono fatti per legittimare politiche securitarie. Questo obiettivo programmatico sarà perseguito in due tempi: verranno ricostruiti i mutati rapporti fra politica e paura (individuale e collettiva) teorizzati dalla filosofia politica e sociale dalla modernità a oggi; verranno inoltre indagati i dispositivi istituzionali adottati per governare le paure innescate da minacce reali ma imprevedibili come il terrorismo internazionale, nonché le politiche securitarie avviate nei contesti urbani in occasione di grandi eventi.

Pubblicazioni

  • Mazzone, L. (2018). Per un diritto internazionale alla fuga. Diritto d’asilo e dovere di ospitalità. LA SOCIETÀ DEGLI INDIVIDUI, 31-46. Dettaglio
  • Mazzone, L. (2017). Introduzione a Elias Canetti. La scrittura come professione. Orthotes. Dettaglio
  • Mazzone, L. (2014). Una teoria negativa della giustizia. Per un'etica del conflitto contro i mali comuni. Milano : Mimesis. Dettaglio
  • Mazzone, L. (2017). Il principio possibilità. Masse, potere e metamorfosi nell'opera di Elias Canetti. Rosenberg & Sellier. Dettaglio
  • Mazzone, L. (2017). Riconoscimento, partecipazione, giustificazione o critica? Verso una quarta via politico-filosofica. FILOSOFIA POLITICA, 285-304. Dettaglio