Lunedì, 23 Luglio 2018

Inaugurato il Joint-Lab su materiali per energia e biosensori tra l’Università Milano Bicocca e la South China National University di Guangzhou, Cina

due uomini che si stringono la mano dopo firma accordo

Il 9 luglio scorso il Pro Rettore alla Ricerca dell’Università Milano Bicocca, Prof. Gianfranco Pacchioni, e il Vice Presidente della South China National University, Prof. Zhu Hong, hanno firmato la convenzione che regola e promuove una importante iniziativa di ricerca congiunta tra le due università. Punto di forza di questa collaborazione è il Joint-Lab su “Quantum Nanostructure Photo-Catalysis”, diretto congiuntamente dal Prof. Stefano Sanguinetti, del Dipartimento di Scienza dei Materiali, e dal Prof. Richard Noetzel, dell’Institute of Electroic Paper Displays, e formalmente inaugurato in occasione della visita.

A disposizione del Joint-Lab ci sono locali dedicati presso le due istituzioni dove operano strumentazioni altamente sofisticate per la preparazione di materiali avanzati tramite la tecnica nota come “molecolar beam epitaxy”. In pratica questa tecnica consente di depositare in condizioni controllate nano strutture di materiali avanzati per produrre dispositivi applicabili in vari campi. Risultati importanti sono già stati ottenuti dalla collaborazione esistente tra i due centri nel campo della produzione fotochimica di idrogeno, dello sviluppo di sensori per analisi farmacologiche, nonché per la messa punto di dispositivi per microelettronica. Si prevede di estendere queste attività ad altri settori come quello delle celle a combustibile, delle batterie per accumulo di energia, della optoelettronica.

Il Joint-Lab prevede lo scambio di docenti e studenti tra le due Università, e sono allo studio iniziative congiunte nell’ambito dell’alta formazione, dalla creazione di percorsi di Master al rilascio del titolo congiunto per i dottorati di ricerca.

Guangzhou (anche nota come Canton) è la terza città della Cina come dimensioni e una delle prime come tenore di vita e livello di attività economiche; la South China National University è nel top 3% delle Università cinesi, e molto proiettata verso ricerca avanzata e innovazione tecnologica. L’accordo appena stipulato rappresenta un primo passo da parte dell’Università Milano Bicocca verso rapporti istituzionali consolidati e concreti con il mondo della ricerca e della università cinese.

a cura di Redazione Centrale, ultimo aggiornamento il 23/07/2018