Servizi di smaltimento rifiuti da fotocopiatrici e stampanti

Le tipologie di rifiuto: Toner, Ingombranti e RAEE

Lo smaltimento dei rifiuti prodotti dall’uso e manutenzione delle fotocopiatrici e stampanti si dividono in tre categorie ciascuna identificata da un proprio codice CER:

  • I toner (Codice CER 080318 – toner esausti)
  • I materiali elettrici o elettronici provenienti da manutenzione ed usura (Codice CER 160216 - Componenti rimossi da apparecchiature fuori uso, diversi da quelli di cui alla voce 160215)
  • I materiali generici (Codice CER 200307- rifiuti ingombranti)

É necessario provvedere alla corretta separazione ed imballaggio di ogni tipologia di rifiuto per l’avvio al corretto smaltimento. L’attenzione nella differenziazione dei rifiuti non solo semplifica l’avvio al riciclo e allo smaltimento, ma migliora il mondo in cui viviamo. Per favore, leggete con attenzione i paragrafi che seguono per consentire il corretto avvio allo smaltimento.

I Toner (Codice CER 080318)

Per consentire l’avvio allo smaltimento dei toner sono state realizzate delle isole ecologiche dove sono stati posizionati dei contenitori dedicati alla raccolta di tutte le tipologie di cartuccie esaurite e dei contenitori per la raccolta delle polveri di scarto.

Le isole ecologiche toner verranno ripulite con frequenza mensile, per ogni segnala zione in merito contattate il service desk del servizio gestione rifiuti speciali. Gli ecobox non vanno spostati o chiusi in depositi uffici o laboratori, dove gli operatori delle ditte di smaltimento non possono entrare.

Le cartucce e i contenitori per le polveri vanno inseriti nei box di raccolta ben chiusi ed imballati nei sacchetti in dotazione con la cartuccia nuova per evitare la dispersione delle polveri (ove vi sia dispersione su arredi e pavimento contattare il service desk dei servizi di pulizia). Non inserite nei contenitori imballi in carta o cartone (che seguono la via dei rifiuti urbani nelle isole ecologiche), ma solo i toner inseriti nel sacchetto di contenimento delle polveri.

Spesso i box di raccolta dei toner vengono utilizzati anche per lo smaltimento di altri rifiuti, costringendo gli operatori delle ditte di smaltimento ad un’ulteriore separazione manuale: vi chiediamo la massima collaborazione al fine di garantire la migliore differenziazione, la riduzione dei materiali avviati allo smaltimento e il rispetto per gli addetti al servizio di ritiro e recupero.

Rispetta l’ambiente, rispetta anche chi si occupa della gestione dei tuoi rifiuti.

I materiali elettrici o elettronici provenienti da manutenzione ed usura (Codice CER 160216 - Componenti rimossi da apparecchiature fuori uso, diversi da quelli di cui alla voce 160215)

Tamburi e fusori sono spesso confusi con le cartucce toner, ma sono rifiuti che seguono vie differenti di smaltimento, sono infatti identificate con un codice CER differente.

Non devono essere quindi inseriti nei contenitori di recupero delle isole ecologiche toner, ma vanno raccolti separatamente.

Quando sostituite un tamburo o un fusore mettere il pezzo usurato nel sacchetto in dotazione che trovate nella confezione della nuova unità. Se possibile reinserite il tutto nell’imballaggio del nuovo elemento ed inviate una richiesta di ritiro del rifiuto mediante service desk.

Ricordati di non abbandonare il materiale nei corridoi o negli spazi comuni, soprattutto vicino alle isole ecologiche, per evitare che venga spostato o ancora peggio avviato allo smaltimento come rifiuto urbano.

Il servizio di gestione dei rifiuti speciali si impegna ad intervenire in tempi brevi per ritirare il rifiuto ed avviarlo al corretto smaltimento, a te chiediamo di partecipare facendoti custode del materiale fino al suo ritiro. Un impegno condiviso, per un servizio migliore.

I materiali generici (Codice CER 200307- rifiuti ingombranti)

Per materiali generici o rifiuti ingombranti, in questo caso, si intendono tutti i componenti di plastica o metallo che vengono rimossi dal stampanti e fotocopiatrici.

Ricordatevi di non abbandonare i materiali ma di custodirli fino alla consegna di un incaricato che provvederà ad avviarlo al corretto smaltimento.

Attenzione: la presente procedura è stata formulata per rispondere a specifiche esigenze di gestione dei rifiuti all'interno dell’Università degli Studi di Milano – Bicocca, nel rispetto delle disposizioni legislative e regolamentari interne, Questa può non corrispondere a quanto diversamente previsto per la gestione dei rifiuti in altre imprese o per la gestione dei rifiuti provenienti da attività domestiche.

a cura di Area infrastrutture e approvvigionamenti, ultimo aggiornamento il 10/05/2019