Anno di immatricolazione:

Specifiche sul corso

Dipartimento: 
DIPARTIMENTO DI SOCIOLOGIA E RICERCA SOCIALE
Tipo di corso: 
Laurea triennale (DM 270)
Anno accademico: 
2014/2015
Durata in anni: 
3
Crediti: 
180
Lingua: 
Italiano
Modalita' didattica dell'ordinamento: 
Convenzionale

Norme per l'accesso

Per essere ammessi al Corso di Laurea in Scienze dell'Organizzazione è richiesto il possesso delle conoscenze e delle competenze certificate dal titolo di studio – diploma di scuola secondaria superiore o altro titolo di studio conseguito all'estero e riconosciuto idoneo – necessario per l'accesso al Corso di Laurea stesso. Sono inoltre richiesti la conoscenza dei caratteri essenziali della storia contemporanea d'Italia e d'Europa, la capacità di comprendere le principali forme di testo non letterario e il possesso delle nozioni elementari di logica e matematica. Per verificare il possesso delle conoscenze necessarie gli studenti dovranno sostenere un Test di Valutazione della Preparazione Iniziale, VPI (come previsto dal DM 270/04). L'iscrizione e la partecipazione al test sono obbligatorie. Gli studenti dovranno iscriversi al test nel periodo che sarà comunicato in giugno (di norma dalla metà del mese di luglio a fine agosto). Gli studenti iscritti parteciperanno quindi al test VPI nella data e secondo le modalità che saranno comunicate sia nel Manifesto degli studi 2014/2015, pubblicato in giugno a cura del Dipartimento, sia sul sito di Ateneo www.unimib.it.
L'immatricolazione al corso avviene dopo il sostenimento del test. Il test è quindi obbligatorio e la non partecipazione impedisce l'immatricolazione al corso per l'a.a. 2014/2015. Il risultato del test fornirà a tutti gli studenti l'indicazione del livello di preparazione iniziale. Si prevedono dei colloqui di orientamento per gli studenti che conseguiranno un punteggio basso al test VPI. Nel corso di tali colloqui saranno indicati percorsi di apprendimento finalizzati a colmare le eventuali lacune o carenze nelle materie oggetto del test.

Il contingente riservato per gli studenti non comunitari per l’a.a. 2014/2015 è in numero di 4 (dei quali 2 posti riservati a studenti della Repubblica Popolare Cinese aderenti al progetto “Marco Polo” e 2 posti riservati a cittadini extra UE non soggiornanti in Italia).

Obiettivi formativi e competenze attese

Il Corso di Laurea in Scienze dell’Organizzazione si propone di fornire agli studenti gli strumenti concettuali, metodologici e gestionali necessari per comprendere e sviluppare le organizzazione complesse, analizzando in modo scientificamente fondato i fenomeni organizzativi e istituzionali contemporanei. Questi obiettivi sono perseguiti mediante attività formative che includono le lezioni in aula, le pratiche di laboratorio, gli studi di caso, i seminari, le testimonianze del mondo professionale, le escursioni didattiche che mirano a trasmettere un insieme solido e coerente di conoscenze socio-organizzative di base e applicate, opportunamente integrate da un ampio ventaglio di saperi afferenti alle altre scienze sociali, economico-aziendali e giuridiche. Le conoscenze e competenze offerte dal Corso di Laurea in Scienze dell’Organizzazione sono molto apprezzate dalle organizzazioni e istituzioni dei settori pubblici e privati più qualificati. Tali conoscenze e competenze consentono inoltre, a tutti coloro che desiderino approfondire la propria formazione, di proseguire agevolmente gli studi ai livelli superiori.

All’interno della classe L-16 il Corso di Laurea in Scienze dell’Organizzazione si distingue per i seguenti obiettivi educativi e formativi:
a) Creazione di un ponte tra la formazione universitaria e il mondo del lavoro, tra la preparazione e formazione scientifico-disciplinare e le richieste delle imprese pubbliche e private riguardo alle problematiche dell'organizzazione, della gestione delle persone, del mercato del lavoro e dello sviluppo locale.
b) Fornire le basi per un percorso di studi e di pratica che porta a figure di riferimento come esperti di organizzazione, risorse umane e sviluppo locale, dotati di competenze per comprendere e favorire processi innovativi entro organizzazioni complesse, pubbliche e private.
c) Valorizzazione dell’approccio interdisciplinare all’analisi dei fenomeni sociali: attraverso un ampio numero di insegnamenti in discipline non sociologiche – economia, diritto, discipline aziendali – il corso mira a fornire la capacità di analizzare le organizzazioni contemporanee in una prospettiva di saperi integrati, cioè utilizzando strumenti concettuali e metodologici provenienti non solo dalla sociologia, ma anche dalle discipline a essa collegate.

Il corso di laurea in Scienze dell’Organizzazione prepara alla professione di Esperto di organizzazione e quindi nel percorso di studio si possono individuare due aree di apprendimento:

1) Area Sociologica e Organizzativa (84 CFU)
2) Area Economica e Aziendale (66 CFU)

che permettono di acquisire le seguenti competenze necessarie (con riferimento ai Descrittori europei dei titoli di studio):

Area Sociologica e Organizzativa (84 CFU)
a) Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding) dei concetti delle discipline di base sociologiche e organizzative. Il Corso di Laurea trasmette, attraverso lezioni, esercitazioni, conferenze, seminari e attività di laboratorio, le conoscenze necessarie ad analizzare e progettare sistemi organizzativi, in una prospettiva interdisciplinare. Gli studenti dovranno essere in grado di analizzare di un’organizzazione: i processi, le strutture, le relazioni con l’ambiente esterno, i fattori individuali e sociali.

b) Capacità di applicare conoscenza e comprensione (applying knowledge and understanding) allo studio di fenomeni organizzativi nelle imprese e nelle pubbliche amministrazioni, e alla risoluzione di problemi ad esso relativi, formulando adeguate ipotesi e programmi di ricerca e/o di intervento. Gli studenti dovranno imparare a lavorare sulla base di investigazioni e ricerche anche personali, leggere i casi specifici e le migliori pratiche, comprendere le condizioni di contesto in cui operano le organizzazioni, risolvere problemi, lavorare in gruppo, prendere decisioni. I corsi sono largamente basati su case studies preparati dagli studenti su fonti primarie e secondarie.

Gli insegnamenti dell’area sono:
- Fondamenti di organizzazione (SPS/09), 6 CFU
- Diritto privato (IUS/01), 6 CFU
- Istituzioni di diritto pubblico (IUS/09), 6 CFU
- Sociologia e ricerca sociale (SPS/07), 12 CFU
Composto dai moduli: Fondamenti di sociologia + Metodi della ricerca sociale e organizzativa
- Antropologia economica (M-DEA/01), 6 CFU
- Scienza della politica (SPS/04), 12 CFU
Composto dai moduli: Analisi della politica + Analisi delle politiche pubbliche
- Sociologia economica e del lavoro (SPS/09), 12 CFU
Composto dai moduli: Economia, impresa e società + Lavoro e risorse umane
- Innovazione organizzativa (SPS/09), 6 CFU
- Ordinamento e diritto regionale (IUS/08), 6 CFU
- Diritto del lavoro (IUS/07), 6 CFU
- Un insegnamento (6 CFU) a scelta tra:
- Le organizzazioni complesse (SPS/09)
- Sviluppo e organizzazioni (SPS/09)

Area Economica e Aziendale (66 CFU)
a) Conoscenza e comprensione (knowledge and understanding) dei concetti fondanti delle discipline economiche ed economico-aziendali, nonché degli strumenti di analisi matematico-statistici di supporto. Il Corso di Laurea trasmette, attraverso lezioni, esercitazioni, analisi di casi, seminari e attività di laboratorio, le conoscenze necessarie a comprendere il funzionamento del sistema economico e delle istituzioni che lo costituiscono, in una prospettiva fortemente interdisciplinare. Gli studenti dovranno essere in grado di analizzare le condizioni di funzionamento delle aziende, anche in relazione all’ambiente economico di riferimento.

b) Capacità di applicare conoscenza e comprensione (applying knowledge and understanding) allo studio delle imprese, delle istituzioni non profit e delle pubbliche amministrazioni e alle relative problematiche, formulando adeguate ipotesi e programmi di ricerca e/o di intervento. Gli studenti dovranno imparare a lavorare sulla base di investigazioni e ricerche anche personali, leggere e interpretare il funzionamento delle istituzioni e comprendere le condizioni di contesto in cui operano, risolvere problemi, lavorare in gruppo e prendere decisioni. I corsi sono largamente basati su case study preparati dagli studenti su fonti primarie e secondarie.

Gli insegnamenti dell’area sono:
- Economia aziendale 1 (SECS-P/07), 12 CFU
Composto dai moduli: Strutture e processi aziendali + Bilancio e scelte aziendali
- Matematica (MAT/05), 6 CFU
- Statistica (SECS-S/01), 6 CFU
- Inglese (L-LIN/12), 6 CFU
- Economia aziendale 2 (SECS-P/07), 12 CFU
Composto dai moduli: Management e strategie aziendali + Strategie di internazionalizzazione
- Principi di economia (SECS-P/02), 12 CFU
Composto dai moduli: Macroeconomia + Microeconomia
- Due insegnamenti (12 CFU) a scelta tra:
- Economia e management delle reti e delle piccole imprese (SECS-P/07), 6 CFU
- Reti di imprese e territorio (SECS-P/06), 6 CFU
- Management dei servizi pubblici e delle organizzazioni no-profit (SECS-P/07), 6 CFU

Competenze necessarie trasversali alle due aree (con riferimento ai Descrittori europei dei titoli di studio)

c) Autonomia di giudizio (making judgements)
Gli studenti dovranno imparare a valutare le situazioni dai dati e dai fatti e formarsi una opinione in relazione agli obbiettivi a loro affidati nelle organizzazione e non alla adesione alle preferenze dei propri superiori. Gran parte degli insegnamenti richiedono esercitazioni di analisi, diagnosi e progettazione di sistemi, utilizzando i metodi appresi ed esercitando le proprie capacità di giudizio, creatività e innovatività. I docenti incoraggiano durante tutto il corso gli studenti ad esprimere i propri pareri e incoraggiano le discussioni aperte.

d) Abilità comunicative (communication skills)
Gli studenti dovranno imparare a comunicare verbalmente nei rapporti faccia a faccia, per iscritto su ogni media (carta, formato elettronico. ecc.), fare presentazioni, usare il web e i social networks. Gli studenti preparano accurate presentazioni sui casi studiati. L'apprendimento delle competenze tecnologiche è sviluppato anche sulla navigazione sul web e sull'accesso ai social networks.

e) Capacità di apprendimento (learning skills)
Gli studenti dovranno essere messi in grado di sviluppare una capacità di valutare e imparare vincoli e benefici di differenti soluzioni organizzative. Gli studenti dovranno acquisire una capacità di apprendimento dai successi e dai fallimenti e sviluppare una curiosità sui problemi reali e sulle soluzioni. I corsi sono largamente basati su esempi e viene richiesto agli studenti di leggere ogni giorno i quotidiani, i feedback dei docenti molto aperti non solo sugli aspetti cognitivi ma sui comportamenti. Dovranno inoltre maturare un livello di conoscenze sociali economiche e giuridiche che consenta loro sia di operare sui posti di lavoro, privati e pubblici, sia di continuare gli studi per acquisire capacità dirigenziali.

Insegnamenti

Prova finale

La prova finale consiste in un lavoro autonomo del laureando finalizzato a verificare la capacità del laureando stesso di (a) analizzare in modo teoricamente fondato e metodologicamente rigoroso un tema di rilevanza sociologica; (b) comunicare in modo efficace i risultati delle proprie analisi e riflessioni. La prova finale deve avere la forma di una breve relazione scritta in lingua italiana, seguita e presentata da un docente relatore e discussa dal laureando davanti a una Commissione composta da tre docenti. Il superamento della prova finale è condizione necessaria per il conseguimento della Laurea in Scienze dell'Organizzazione. Il conferimento del titolo avrà luogo solo dopo il superamento della prova finale e l’accertamento della completezza della carriera dello studente.

Valutazione degli studenti

Docenti di riferimento
SOCIOLOGIA DEI PROCESSI ECONOMICI E DEL LAVORO (SPS/09)
SOCIOLOGIA DEI PROCESSI ECONOMICI E DEL LAVORO (SPS/09)
SOCIOLOGIA DEI PROCESSI ECONOMICI E DEL LAVORO (SPS/09)
ECONOMIA AZIENDALE (SECS-P/07)
SOCIOLOGIA DEI PROCESSI ECONOMICI E DEL LAVORO (SPS/09)