Specifiche sul corso

Area del corso: 
Dipartimento: 
DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELL'AMBIENTE E DELLA TERRA (DEPARTMENT OF EARTH AND ENVIRONMENTAL SCIENCES - DISAT)
Tipo di corso: 
Corso di Laurea Magistrale
Anno accademico: 
2016/2017
Durata in anni: 
2
Sede: 
MILANO
Lingua: 
Inglese
Modalita' didattica dell'ordinamento: 
Doppia

Norme per l'accesso

Per essere ammessi al corso di laurea magistrale occorre essere in possesso della laurea o del diploma universitario di durata triennale, ovvero di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo. In particolare, possono essere ammessi al Corso di Laurea Magistrale in Marine Sciences-Scienze Marine i laureati in una delle seguenti classi ex D.M. 270/04 o ex DM 509/99: L-2 o classe 1, L-6 o classe 30, L-7 o classe 8, L-13 o classe 12, L-21 o classe 7, L-25 o classe 20, L-28 o classe 22, L-32 o classe 27, L-34 o classe 16, L-38 o classe 40, previa verifica dell'adeguatezza della preparazione personale che verterà sulle conoscenze di base di geologia, biologia, chimica e geografia.
E' inoltre richiesto il possesso di una certificazione di lingua inglese, rilasciata da Ente accreditato dall'Ateneo, corrispondente al livello B2.

Modalità di ammissione

L'adeguatezza della preparazione personale sarà verificata mediante una prova scritta e un colloquio, che verteranno sulle conoscenze di base di geologia, biologia, chimica e geografia, atti a dimostrare le competenze necessarie per seguire con profitto gli studi e a suggerire le azioni necessarie per colmare le eventuali lacune disciplinari, anche con piani di studio personalizzati. Laddove tali lacune risultino significative, si indicherà al candidato quali insegnamenti/esami sarà necessario seguire come corsi singoli per poter accedere al corso di laurea magistrale. Il colloquio e la prova scritta si svolgeranno in lingua inglese. Le date e le modalità di svolgimento della prova scritta e del colloquio saranno pubblicate sul sito del corso di laurea magistrale http://www.disat.unimib.it.

Obiettivi formativi e competenze attese

Il corso di Laurea Magistrale si colloca perfettamente all'interno degli standard europei di riferimento per le Scienze Ambientali e fornirà competenze di tipo specialistico, con particolare riguardo alle discipline biologiche, chimiche, ecologiche, di Scienze della Terra, socio-economiche e giuridiche per l'ambiente marino. Particolare enfasi verrà posta allo studio e alla valutazione dei processi naturali e antropici che caratterizzano gli oceani, per una gestione sostenibile delle loro risorse, con particolare riferimento alla gestione integrata della zona costiera e alla pianificazione spaziale marittima, utilizzando moderni strumenti informatici (SIT) e analisi di campo e di laboratorio con un approccio interdisciplinare per una completa descrizione del sistema mare. L'approccio interdisciplinare per la comprensione delle complesse interazioni tra l'ambiente naturale (geosfera-idrosfera-biosfera e atmosfera) e le attività umane, nei vari contesti oceanici, consentirà la valutazione e l'utilizzo delle risorse naturali nel rispetto della moderna visione europea della Strategia Marina.
Il Corso di Laurea Magistrale prevede insegnamenti volti ad ampliare la preparazione acquisita nei Corsi di Laurea di primo livello e a fornire le conoscenze necessarie per l'approfondimento di specifiche tematiche. Il laureato magistrale avrà inoltre la capacità di sintetizzare dati di differente tipologia, anche a carattere pluridisciplinare, attraverso l'applicazione dei metodi più moderni e delle tecnologie più avanzate proprie delle Scienze Ambientali o a queste correlate.
Il corso fornisce ai laureati magistrali la capacità di elaborare in modo autonomo soluzioni e di sviluppare strategie per risolvere problematiche in aree marine e costiere, connesse in particolare ai seguenti argomenti:
- studio ed analisi dei processi naturali e dei rischi connessi presenti nell'ecosistema marino (ambiti chimici, biologici, ecologici, delle scienze della Terra);
- studio ed analisi dell'interazione umana nel sistema marino (ambiti socio-economici e giuridici), per una politica di gestione sostenibile e difesa dai rischi antropici in ambiente costiero e oceanico.

Le attività formative sono organizzate affinché il laureato magistrale possieda:
- una solida preparazione culturale a indirizzo sistemico rivolta all'ambiente marino (attività obbligatorie);
- le conoscenze per individuare, sviluppare metodi specifici e tecniche d'indagine e di analisi dei dati, esaustive su aspetti particolari del sistema mare (attività obbligatorie a scelta multipla);
- la conoscenza dei metodi scientifici e gli strumenti concettuali mirati a individuare, valutare, gestire, prevenire i rischi e proteggere l'uomo e l'ambiente (attività obbligatorie a scelta multipla);
- la capacità di affrontare i problemi legati al monitoraggio, controllo e gestione delle aree marine e costiere, della struttura e delle funzioni dei sistemi ecologici, interazione umana compresa, valutate secondo i criteri della sostenibilità e dell'etica ambientale (attività obbligatorie a scelta multipla);
- le competenze per la valutazione delle risorse e degli impatti ambientali, attraverso la formulazione di modelli e l'impiego di strumenti metodologici forniti dagli ambiti delle scienze naturali, della socio-economia, del diritto e della pianificazione ambientale (attività obbligatorie a scelta multipla).

Tali obiettivi formativi verranno raggiunti dagli studenti magistrali anche attraverso le seguenti attività:
- approfondimento autonomo di argomenti, utilizzando testi avanzati e articoli di riviste specializzate, internazionali;
- preparazione di relazioni e seminari individuali o di gruppo, orali e/oscritte, in lingua inglese;
- utilizzo di strumenti di lavoro di tipo specialistico in modo autonomo (SIT, software specifici), nell'ambito dei laboratori interni e sul campo e delle esercitazioni, comprendenti anche la consultazione di banche dati on-line attraverso internet e la loro elaborazione;
- attività esterne quali tirocini formativi presso aziende, strutture delle amministrazioni pubbliche e laboratori, oltre a soggiorni di studio presso università straniere, nel quadro di accordi internazionali.

Sulla base delle competenze scientifiche e culturali sviluppate nell'ambito dell'Ateneo e le richieste provenienti dal mercato del lavoro il Corso di Laurea Magistrale fornisce insegnamenti volti a costruire esperti con competenze specialistiche in campi differenti quali:
1. Ecologia e Biologia marine, Ecology and marine biology,
2. Scienze della Terra, Earth Sciences,
3. Geografia delle regioni marine, costiere ed insulari, Human and natural ecosystem,
4. Sociologia delle relazioni marittime, Maritime Sociology.

Risultati di apprendimento attesi, espressi tramite i Descrittori europei
del titolo di studio ( DM 16/03/2007,art.3, comma 7)

Conoscenza e comprensione, e Capacità di applicare conoscenza e comprensione

Conoscenza e capacità di comprensione
Il laureato magistrale possiede conoscenze e capacità di comprensione che rafforzano e allargano ad altri ambiti disciplinari quelle maturate durante il primo ciclo e consentono di elaborare ed applicare metodi di analisi, di valutazione e gestione nell'ambiente marino.
Nello specifico il laureato magistrale:
- ha piena padronanza del metodo scientifico ed ha una conoscenza olistica dell'ambiente e di quello marino in particolare (discipline chimiche, bio-ecologiche, di scienze della Terra, tecniche e valutative);
- ha padronanza dei metodi di analisi utilizzati nelle diverse discipline e di rappresentazione dei dati provenienti da diversi ambiti disciplinari che ne permettano anche l'integrazione e la rappresentazione a differente scala, nei sistemi informativi territoriali;
- ha competenze per la valutazione di dati e di informazioni sugli ecosistemi marini, comprendendo l'interazione fra il mondo naturale e i diversi aspetti delle attività umane con particolare attenzione a quelle sociali, giuridiche ed economiche (discipline giuridiche ed economiche).

Le conoscenze e la capacità di comprensione sono conseguite mediante la partecipazione a lezioni frontali, esercitazioni e laboratori, attività di seminario integrate, stage e con lo studio individuale.
Le conoscenze acquisite verranno verificate mediante prove di esame.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Il laureato magistrale ha capacità di comprensione approfondita delle problematiche ambientali e sa applicare le conoscenze acquisite per risolvere problemi ambientali mediante competenze interdisciplinari e innovative.
In particolare:
- opera in mare, nelle aree limitrofe e in laboratorio autonomamente con capacità gestionale;
- applica metodi valutativi e tecnici d'indagine sul territorio costiero e marino utilizzando strumenti provenienti dai diversi ambiti disciplinari (chimici, biologici, di scienze della terra, ecologici, giuridici ed economici);
- pianifica attività di monitoraggio, controllo e gestione dell'ambiente marino e del territorio ad esso direttamente collegato per la protezione dell'uomo e dell'ecosistema dai rischi naturali ed antropici;
- svolge valutazioni sulla qualità delle risorse naturali e sull'impatto ambientale, in funzione di un uso etico e sostenibile dell'ecosistema marino da parte dell'uomo;
- promuove e coordina attività a supporto delle politiche ambientali promosse dalle amministrazioni pubbliche e da privati e concorre alla formazione dei singoli cittadini per una migliore consapevolezza dell'interazione uomo-ambiente;
- partecipa in prima persona alla gestione integrata della zona costiera e ad una corretta pianificazione spaziale marittima tramite: valutazione di impatti ambientali, valutazione strategica del rischio ambientale, controllo degli inquinanti e gestione degli impianti dedicati al loro trattamento, interventi di risanamento, gestione dei rifiuti, tecniche di disinquinamento.

La capacità di applicare conoscenza e comprensione è conseguita mediante la partecipazione a lezioni frontali, esercitazioni, seminari integrati e l'attività di preparazione della prova finale.
L'acquisizione di tali competenze sarà accertata e valutata mediante le prove d'esame e la prova finale.

Area Scienze biologiche marine, Marine biological sciences

Conoscenza e comprensione
I laureati magistrali hanno approfondite competenze con contenuto biologico ed ecologico, inerenti le tecniche di campionamento, analisi e studio, per la caratterizzazione biologica/ecologica e la valutazione del rischio e della pericolosità in aree marine e costiere. Tali conoscenze sono integrate da insegnamenti d'ambito biologico per la valutazione delle risorse acquatiche e la loro gestione. Tutte queste conoscenze si integrano con quelle provenienti dagli altri ambiti disciplinari.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Le conoscenze e le capacità di analisi acquisite nel campo delle scienze biologiche ed in ecologia permettono di affrontare tematiche di ricerca di base e applicata nell'ambiente marino e consentono l'integrazione della componente biosfera e la sua interazione con l'idrosfera, la geosfera e l'atmosfera.

Le conoscenze e capacità sono conseguite e verificate nelle seguenti attività formative:
- Introduction to marine biology (Introduzione alla biologia marina), BIO/5 - 6 CFU
- Biodiversity and marine ecology (Biodiversità ed ecologia marina) -12 CFU – 1 esame
modulo Biodiversity (Biodiversità), BIO/07 - 6 CFU
modulo Marine ecology (Ecologia marina), BIO/07 - 6 CFU
- Marine invertebrate zoology (Zoologia degli invertebrati marini), BIO/05 – 6 CFU – 1 esame
- Marine vertebrate zoology (Zoologia dei vertebrati marini), BIO/05 – 6 CFU – 1 esame
- Coastal and marine botany (Botanica costiera e marina), BIO/01 – 6 CFU – 1 esame
- Management of acquatic resources: fisheries (Gestione delle risorse acquatiche: pesca), BIO/07– 6 CFU – 1 esame
- Marine molecular biology (Biologia molecolare marina), BIO/11 – 6 CFU – 1 esame
- Applied marine ecology (Ecologia applicata marina), BIO/07 – 6 CFU - 1 esame

Area Scienze geologiche marine, Marine geological sciences

Conoscenza e comprensione
I laureati magistrali possiedono conoscenze e competenze con contenuto geomorfologico e geofisico, inerenti le tecniche per il rilevamento geologico-tecnico e geofisico in mare, per la caratterizzazione geomorfologica e la valutazione del rischio e della pericolosità in aree di piattaforma e scarpata continentali. Conoscenze d'ambito geobiologico, comprendenti anche le tecniche di campionamento al fondo e nella colonna d'acqua, consentono la valutazione dell'interazione biosfera-idrosfera-geosfera, dei flussi bio- geochimici e la ricostruzione degli ambienti marini attuali e del recente passato, anche in funzione dei cambiamenti climatici in atto.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Le conoscenze e le capacità di analisi acquisite si applicano per affrontare tematiche di ricerca di base e applicata nell'ambiente marino, consentendo la realizzazione di carte geomorfologiche e batimetriche, carte dei sedimenti e della geologia superficiale e forniscono i dati geofisici, sedimentologici e geomatici per la realizzazione delle carte degli habitat. Inoltre i laureati magistrali forniranno dati significativi nelle analisi sui cambiamenti che gli ecosistemi marini hanno subito nel corso del Pleistocene e Olocene e contribuiranno alla previsione di scenari futuri.

Le conoscenze e capacità sono conseguite e verificate nelle seguenti attività formative:
- Introduction to Marine Physical Geography (Introduzione alla geografia fisica marina), GEO/04 - 6 CFU – 1 esame
- Physics of the sea (Fisica del mare), FIS/06 - 6 CFU – 1 esame
- Geobiology (Geobiologia), GEO/01 – 6 CFU – 1 esame
- Biofacies (Biofacies), GEO/01 – 6 CFU – 1 esame
- Paleoceanography and paleoclimatology (Paleoceanografia e paleoclimatologia), GEO/01 – 6 CFU – 1 esame
- Applied geomorphology and habitat (Geomorfologia applicata e Habitat), GEO/04 – 6 CFU – 1 esame
- Waves and turbulence (Onde e turbolenza), GEO/12 – 6 CFU – 1 esame
- Coastal risks and dynamics (Rischi costieri e dinamiche marine), ICAR/02 – 6 CFU – 1 esame
- Applied marine geology (Geologia applicata marina), GEO/01 – 6 CFU – 1 esame

Area Ecosistema naturale ed umano, Human and natural ecosystem

Conoscenza e comprensione
I laureati magistrali acquisiranno conoscenze e competenze relative alla lettura dei processi sociali, giuridici, antropici e politici che interessano le regioni marine, costiere e insulari, e la vita marittima. Si confronteranno con modelli e strumenti interpretativi propri dell'analisi spaziale e della ricerca sociale, con una enfasi particolare ai temi della geopolitica del mare, del cambiamento ambientale, della protezione delle risorse, del turismo, dell'ecologia umana dei sistemi insulari e costieri e del diritto del mare e della sociologia delle relazioni marittime. I laureati saranno in grado di comprendere e interpretare questi temi all'interno dei continui (e complessi) processi di trasformazione che le regioni marine, costiere e insulari attraversano nell'epoca contemporanea. Inoltre, saranno in grado di comprendere le specificità della vita marittima e di gestirne la complessità.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione
I laureati magistrali impareranno a operare con concetti, e a muoversi all'interno di aree disciplinari, che li formeranno al lavoro sulle interazioni socio-ambientali che caratterizzano le regioni marine, costiere e insulari: la geopolitica del mare, la gestione del rischio, la protezione dei sistemi antropici, la resilienza socio-ambientale, l'impatto del turismo sulle aree costiere, la specificità e la complessità delle relazioni sociali tipiche delle attività marittime. Queste conoscenze renderanno i laureati magistrali capaci di applicare quanto appreso all'interno di diversi campi disciplinari e occupazionali quali le relazioni internazionali, il diritto e la gestione delle risorse marine.

Le conoscenze e capacità sono conseguite e verificate nelle seguenti attività formative:
- Chemistry of marine environment (Chimica dell'ambiente marino), CHIM/12 - 6 CFU –1 esame
- Coastal and marine hazard and resilience (Rischio e resilienza in ambiente marino e costiero), M-GGR/02 – 6 CFU – 1 esame
- Political geography and geopolitics of the sea (Geografia politica e geopolitica del mare), M-GGR/02 – 6 CFU – 1 esame
- Human geography of small island systems (Geografia umana delle piccole isole), M-GGR/01 – 6 CFU – 1 esame
- International law of the sea and marine environment protection (Diritto internazionale del mare e della protezione dell'ambiente marino), IUS/13 - 6 CFU – 1 esame
- Food law and policy (Diritto ambientale), IUS/10 – 6 CFU – 1 esame
- Coastal and maritime tourism (Turismo costiero e marino), M-GGR/02 – 6 CFU – 1 esame
- Maritime sociology (Sociologia delle attività marittime), SPS/08 – 6 CFU – 1 esame

Autonomia di giudizio
Il laureato magistrale saprà svolgere in piena autonomia funzioni di responsabilità nel campo delle Scienze Marine. Acquisirà la capacità di caratterizzare e valutare l'affidabilità delle informazioni raccolte, il livello di incertezza nei dati e nelle misure, e la complessità dei modelli disponibili per la soluzione dei problemi. Questa capacità permetterà quindi al laureato magistrale di valutare in modo autonomo e critico i problemi e di formulare soluzioni anche sulla base di informazioni limitate o incomplete. Ulteriore aspetto che verrà acquisito dai laureati magistrali è la capacità di valutare le conseguenze delle scelte effettuate e delle soluzioni proposte sul contesto ambientale e socio-economico. Tutte queste competenze sono sviluppate attraverso lo studio e la discussione in aula di casi reali, attività di stage, attività di preparazione della prova finale e vengono verificate mediante le prove d'esame.

Abilità comunicative
Il laureato magistrale acquisirà la capacità di comunicare in modo sintetico ed efficace le proprie valutazioni e proposte di soluzione sia ad un pubblico specialistico (es: convegni, colleghi) che non specialistico (clienti, popolazione). Saprà inoltre dialogare con esperti di altri settori affini riconoscendo la possibilità di interpretazioni e visioni complementari.
Le capacità di comunicazione, sia orale, sia scritta, sono sviluppate attraverso relazioni scritte delle attività autonome di ricerca e di approfondimento e attraverso presentazione in seminari in aula delle problematiche studiate e vengono verificate nel corso delle prove di esame.

Capacità di apprendimento
Il laureato magistrale ha capacità di reperire e gestire le principali fonti di dati ed informazioni per l'adeguamento delle proprie conoscenze al fine di risolvere problemi ambientali e sociali connessi con l'ambiente marino e costiero.
Specificatamente ha un metodo scientifico come strumento di lavoro e ha la capacità di lavorare per obiettivi sia in gruppo sia in modo autonomo.
Le capacità di apprendimento sono conseguite durante tutto il corso degli studi e verranno verificate tramite le prove di esame e durante la preparazione della prova finale.

Insegnamenti

Prova finale

La prova finale consiste nella elaborazione da parte dello studente, sotto la guida di un Relatore, di una tesi dai contenuti scientifici originali, scritta e discussa in lingua inglese.

Sbocchi occupazionali

Esperti in analisi e gestione dell’ambiente marino, Biologi ed Ecologi marini, Esperti delle risorse marine e delle aree costiere, Esperti delle politiche ambientali delle aree marine e costiere, Esperti nella gestione delle relazioni umane nelle attività marittime.

funzione in un contesto di lavoro:
Prospettive di impiego per i laureati magistrali sono presenti a livello internazionale sia nei settori pubblici che privati con compiti professionali rivolti alla valutazione e gestione di sistemi ambientali marini più o meno soggetti alla pressione antropica.
Nei settori pubblici figure professionali di questo genere sono richieste a diversi livelli: da quelli delle autorità centrali (ministeri o enti nazionali di ricerca) a quelli regionali, fino alle diverse tipologie di enti e amministrazioni locali. Il laureato magistrale in Marine Sciences - Scienze Marine, grazie alle competenze acquisite sarà in grado di valutare la specialità delle azioni da intraprendere nell'operare nel sistema naturale valutandone costi e benefici, anche sociali ed economici in sistemi ambientali complessi.
Nel settore privato i laureati magistrali possono trovare impiego presso società e imprese produttrici di beni e servizi, con compiti di organizzazione, valutazione, gestione e di responsabilità, per tutte le problematiche che possano comportare una interazione tra le attività produttive e i sistemi ambientali marini costieri.
Il possesso della laurea magistrale in Marine Sciences - Scienze Marine permette l'ammissione all'esame di stato di alcuni ordini professionali (là dove tali ordini siano presenti nell'ambito giuridico) secondo quanto previsto dalla legislazione vigente.

competenze associate alla funzione:
Le competenze associate alla funzione, sulla base della formazione fornita, riguardano:
- settore delle risorse naturali: gestione di parchi naturali e aree protette, attività di formazione culturale per l'industria turistica;
- divulgazione scientifica;
- settore della protezione delle coste: pianificazione del territorio, consulenza nei fenomeni di erosione costiera, consulenza nei fenomeni di perdita della biodiversità legata ad attività antropiche;
- settore delle attività legate alla pesca ed acquacoltura: consulenza ed esperto sulla qualità del pescato e del prodotto allevato;
- settore delle attività legate alla pianificazione spaziale marittima: consulenza sulle problematiche legate ai fenomeni naturali, sociali e competenze giurisdizionali e territoriali.
In particolare: impostazione disegni sperimentali, utilizzo delle principali tecniche analitiche di laboratorio, analisi dati, metodi di campionamento in campo; normative nazionali ed internazionali volte alla tutela del territorio; conoscenza specie e habitat prioritari tutelati da norme nazionali ed internazionali; conoscenza dei principali problemi in ambito gestionale e normative connesse; caratterizzazioni ambientali e valutazioni d'impatto, analisi delle specificità delle relazioni sociali nell'ambito dei trasporti marittimi e delle infrastrutture offshore.

sbocchi professionali:
Il corso di laurea magistrale offre possibilità di impiego sia nel pubblico che nel privato.
Nel settore pubblico i laureati magistrali potranno svolgere attività di ricerca scientifica presso università o istituti di ricerca, di ricerca applicata e monitoraggio del rischio all'interno di enti ministeriali e territoriali con competenze sulla gestione delle aree marine e costiere, di gestione ambientale presso enti istituzionali e aree protette, di consulenza ambientale e valutazione d’impatto, di divulgazione scientifica.
Nel settore privato i laureati magistrali possono trovare impiego presso società e imprese produttrici di beni e servizi, con compiti di organizzazione, valutazione, gestione e di responsabilità, per tutte le problematiche che possano comportare una interazione tra le attività produttive e i sistemi ambientali. In particolare: consulenza ambientale e valutazione d'impatto per infrastrutture della costa e del largo, gestione di laboratori per la qualità ambientale e la sicurezza alimentare, consulente per lo sviluppo e la gestione sostenibile delle attività antropiche costiere e marine, divulgazione scientifica.

Valutazione degli studenti

Docenti di riferimento
ECOLOGIA (BIO/07)
PALEONTOLOGIA E PALEOECOLOGIA (GEO/01)
GEOGRAFIA FISICA E GEOMORFOLOGIA (GEO/04)