Specifiche sul corso

Area del corso: 
Dipartimento: 
DIPARTIMENTO DI BIOTECNOLOGIE E BIOSCIENZE
Tipo di corso: 
Laurea triennale (DM 270)
Anno accademico: 
2017/2018
Posti disponibili: 
205
Durata in anni: 
3
Crediti: 
180
Sede: 
MILANO
Lingua: 
Italiano
Modalita' didattica dell'ordinamento: 
Convenzionale

Norme per l'accesso

Possono essere ammessi al Corso di Laurea triennale in Biotecnologie i candidati in possesso del diploma di scuola media superiore o di titolo estero equipollente ai sensi del D.M. 22 ottobre 2004 n.270.
Per l'accesso al Corso di Laurea è previsto un test di ammissione, la selezione è basata sull'esito del test stesso.
Il test, concordato con le Scuole di Scienze delle Università italiane, consiste in domande a risposta multipla e sarà effettuato nella data che sarà indicata nel bando.

Modalità di ammissione

Per l'anno accademico 2017-2018, il Corso di Laurea in Biotecnologie è ad accesso programmato al fine di garantire la qualità dell'offerta didattica in relazione alle risorse disponibili. Per l'iscrizione al primo anno sono disponibili 205 posti di cui 3 riservati a studenti extra UE e 5 riservati ai cittadini della Repubblica Popolare Cinese aderenti al "Progetto Marco Polo".
Il test consiste in domande a risposta multipla che riguardano linguaggio matematico di base, Biologia, Chimica, Fisica e Comprensione del testo.
I risultati della prova di selezione sono resi pubblici con affissione all'albo ufficiale e sul sito web dell'Ateneo (www.unimib.it). Tutte le informazioni sono contenute nel bando che disciplina l'accesso.
Per gli studenti che, pur rientrando nella graduatoria degli ammessi, mostrassero carenze di conoscenze matematiche, saranno organizzate attività di supporto costituite da corsi intensivi di recupero.
Oltre all'iscrizione annuale (tempo pieno), lo studente potrà effettuare una iscrizione a crediti (CFU) optando per un impegno a tempo parziale, con le modalità definite nell'art. 9 del Regolamento degli studenti disponibile alla pagina
http://www.unimib.it/go/45702/Home/Italiano/Ateneo/Regolamenti/Regolamen...
Nell' A.A. 2017-2018 per il Corso di laurea in Biotecnologie il numero massimo di studenti che potrà effettuare l'iscrizione a crediti è fissato a 10.

Obiettivi formativi e competenze attese

Il Corso di Laurea in Biotecnologie ha l'obiettivo di assicurare allo studente una adeguata padronanza di metodi e contenuti scientifici generali, nonché l'acquisizione di specifiche abilità professionali. Il Corso di Laurea prevede sia attività formative finalizzate all'acquisizione di solide conoscenze di base, propedeutiche ad un approfondimento di secondo livello, sia di attività didattiche finalizzate alla acquisizione di conoscenze delle piattaforme tecnologiche di base, rivolte prioritariamente ad un inserimento nel mondo del lavoro, al termine del percorso triennale, in enti di ricerca pubblici e privati, industria biotecnologica, farmaceutica, energetica, cosmetica, nutrizionale e della chimica fine.

Essendo i Corsi di Laurea afferenti alla Classe delle Biotecnologie fortemente caratterizzati da un'ampia multidisciplinarietà, l'obiettivo specifico delle attività formative è quello di fornire a tutti gli studenti solide basi teoriche e sperimentali delle diverse tecniche utilizzabili in qualunque ambito professionale biotecnologico.

Per assicurare allo studente una adeguata operatività biotecnologica, il Corso di Laurea prevede l'attivazione di un elevato numero di CFU da dedicare ad attività sperimentali multidisciplinari di laboratorio caratteristiche delle discipline di base chimiche, biologiche e biotecnologiche.

Il Corso di Laurea è articolato in una serie di attività formative di base (svolte prevalentemente nel primo e nel secondo anno) e attività dedicate all'approfondimento di specifiche tematiche biotecnologiche (terzo anno). Le attività di laboratorio sono svolte durante i primi due anni (Laboratori di Chimica e Laboratorio di Tecnologie abilitanti Biochimiche, biomolecolari, genetiche, immunologiche e microbiologiche). Nella seconda parte del terzo anno sono previste le attività di stage e di preparazione della prova finale.

Il processo formativo prevede le attività qui sotto specificate, ripartite secondo quattro differenti aree di formazione:

1) Area di Formazione di Base comprendente insegnamenti di base di Matematica e Informatica ( 16 CFU), Fisica (8 CFU), Chimica ( Chimica generale e inorganica, Chimica Organica, 16 CFU), Lingua inglese (3 CFU)

2) Area di Formazione Biologica comprendente insegnamenti che coprono diversi aspetti di biologia cellulare e molecolare ( Istituzioni di Biologia, Biochimica, Genetica, Biologia Molecolare I, per un totale di 32 CFU)

3) Area di Laboratorio che comprende il Laboratorio di Chimica ( Chimica Generale e Chimica Organica, 6 CFU) ed i Laboratori di Tecnologie Abilitanti ( genetiche, biochimiche, biomolecolari, microbiologiche e immunologiche, 15 CFU), più una attività di stage, pari a 10 CFU, svolta in laboratori di Ricerca e/o Industriali.

4) Area di Piattaforme Biotecnologiche comprendente aspetti metodologici
(Metodologie Biochimiche e Biomolecolari, Biochimica per le Biotecnologie, Immunologia, Organi e funzioni, 30 CFU) e Industriali ( Microbiologia Industriale, Fermentazioni e bioprocessi microbici, Economia aziendale, 20 CFU)

Il Corso di Laurea offre poi agli studenti del 3 anno la possibilità di scelta tra insegnamenti maggiormente orientati ad un approfondimento successivo di tipo Bio molecolare ( Analisi di funzioni geniche, Biologia Molecolare II, Biochimica cellulare, Biofisica) o di tipo Biosanitario ( Farmacologia, Immunologia molecolare, Biochimica sistematica umana, Genetica medica, Patologia generale) o insegnamenti orientati verso un inserimento nel mondo del lavoro e della Bioindustria ( Biotecnologie cellulari, Composti organici di interesse merceologico, Chimica fisica, Processi industriali e bioraffinerie). E' inoltre previsto un programma di inserimento nel mondo del lavoro consistente in incontri e seminari con rappresentati delle professioni e dell'industria (1 CFU) .

Risultati di apprendimento

Formazione di Base

Conoscenza e comprensione
La formazione acquisita con la frequenza agli insegnamenti appartenenti all’area di Formazione di Base permetterà ai laureati in Biotecnologie:
i) Di possedere gli strumenti matematici di base necessari per analizzare in modo quantitativo i fenomeni biologici e la loro integrazione in processi biotecnologici e la capacità di interpretare adeguatamente i dati sperimentali, anche attraverso una applicazione di specifici metodi informatici
ii) Di possedere nozioni di base di fisica necessarie per lo studio di processi chimici e biologici e per il passaggio a lauree magistrali in ambito scientifico.
iii) di possedere solide conoscenze di chimica generale e di chimica organica necessarie per comprendere i processi chimici che stanno alla base dei sistemi biologici e dei bioprocessi rivolti alla produzione industriale.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione
La formazione acquisita con gli insegnamenti dell’area di Formazione di Base permetterà ai laureati in Biotecnologie di utilizzare in contesti concreti le conoscenze acquisite al fine di studiare e comprendere le proprietà dei sistemi e dei processi biologici e biotecnologici

Le conoscenze e capacità sono conseguite e verificate nelle seguenti attività formative:

CHIMICA GENERALE ED INORGANICA
CHIMICA ORGANICA
FISICA
LINGUA INGLESE
MATEMATICA
INFORMATICA

Formazione biologica

Conoscenza e comprensione
Gli insegnamenti dell’ area di Formazione Biologica forniscono ai Laureati in Biotecnologie una buona conoscenza dei sistemi biologici e delle loro proprietà a livello cellulare e molecolare . Saranno in grado di conoscere i diversi livelli di organizzazione della materia vivente con una approfondita comprensione dei processi molecolari e biochimici che stanno alla base delle proprietà tipiche dei sistemi viventi e dei processi che sottintendono alla loro crescita e replicazione.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Le conoscenze acquisite mediante la frequenza degli insegnamenti dell’area di Formazione Biologica consentiranno ai Laureati in Biotecnologie di intervenire con competenza e progettualità nella gestione e nello sviluppo di processi Biotecnologici e di comprendere le problematiche relative all’utilizzo di sistemi viventi o di loro componenti attivi per la produzione di beni e servizi.

Le conoscenze e capacità sono conseguite e verificate nelle seguenti attività formative:

ISTITUZIONI DI BIOLOGIA
BIOCHIMICA
BIOLOGIA MOLECOLARE I
GENETICA
IMMUNOLOGIA
METODOLOGIE BIOCHIMICHE E TECNOLOGIE BIOMOLECOLARI
MICROBIOLOGIA INDUSTRIALE

Formazione di Laboratorio

Conoscenza e comprensione
I laureati in Biotecnologie a seguito della frequenza obbligatoria agli insegnamenti appartenenti all’Area di Laboratorio ed al periodo di stage
i) sanno operare in laboratori chimici e biologici con piena consapevolezza delle norme di sicurezza
ii) hanno acquisito competenze sperimentali e capacità di mettere in atto procedure operative di laboratorio
iii) sono a conoscenza delle principali metodiche tipiche di laboratori chimici e biologici ed in grado di comprendere il funzionamento degli apparati e degli strumenti di uso più diffuso (bilance, micropipette, agitatori, centrifughe, autoclavi, microscopi, termociclatori, spettrofotometri, incubatori, fermentatori, ecc.).

Capacità di applicare conoscenza e comprensione
I laureati in Biotecnologie sono in grado di utilizzare le tecniche sperimentali e gli strumenti più adatti per sviluppare e/o monitorare processi biotecnologici sia a livello di analisi e purificazione di specifici prodotti che a livello di manipolazione di organismi viventi o di loro componenti attivi ( enzimi, acidi nucleici, ecc..). Saranno inoltre in grado di redigere relazioni sul lavoro svolto e di fare presentazioni di dati sperimentali.

Le conoscenze e capacità sono conseguite e verificate nelle seguenti attività formative:

LABORATORIO DI CHIMICA
LABORATORI DI TECNOLOGIE ABILITANTI
STAGE

Piattaforme Biotecnologiche

Conoscenza e comprensione
Gli insegnamenti di quest’area forniscono agli studenti conoscenze specifiche su metodiche avanzate di manipolazione e di indagine sui sistemi viventi nonchè sulle applicazioni delle biotecnologie in campo industriale e biomedico. Tali conoscenze saranno poi approfondite attraverso una opportuna scelta mirata dei Corsi del 3 anno.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione
I laureati in Biotecnologie saranno in grado di:
i) inserirsi con competenza in realtà produttive e di ricerca biotecnologica affrontando sia le problematiche relative alla selezione e miglioramento mirato del materiale di origine biologica che quelle relative al controllo dei processi ed alla purificazione dei prodotti
ii) partecipare alla progettazione ed allo sviluppo di nuovi processi biotecnologici, tenendo anche conto degli aspetti economici e gestionali.
iii) Leggere e comprendere testi universitari e articoli originali nel campo delle scienze della vita e delle biotecnologie e farne oggetto di relazione.

Le conoscenze e capacità sono conseguite e verificate nelle seguenti attività formative:

ECONOMIA DELLE AZIENDE BIOTECNOLOGICHE
ALTRE CONOSCENZE UTILI PER L'INSERIMENTO NEL MONDO DEL LAVORO
ANALISI DI FUNZIONI GENICHE
BIOCHIMICA CELLULARE
BIOCHIMICA PER LE BIOTECNOLOGIE
BIOCHIMICA SISTEMATICA UMANA
BIOLOGIA MOLECOLARE II
BIOTECNOLOGIE CELLULARI
CHIMICA FISICA DEI SISTEMI BIOLOGICI
COMPOSTI ORGANICI DI INTERESSE MERCEOLOGICO
FARMACOLOGIA
FERMENTAZIONI E BIOPROCESSI MICROBICI
GENETICA MOLECOLARE UMANA
IMMUNOLOGIA MOLECOLARE
ORGANI E FUNZIONI
PATOLOGIA GENERALE
PROCESSI INDUSTRIALI E BIORAFFINERIE
SPETTROSCOPIA PER LE BIOTECNOLOGIE

Autonomia di giudizio
La presenza di discipline caratterizzate da approcci teorici e metodologici multidisciplinari unite alle attività di laboratorio, ai progetti relativi e allo svolgimento dello stage e tesi, favorisce l'acquisizione di un atteggiamento critico orientato alla scelta dell'approccio più adatto per la soluzione di problemi specifici.
Il laureato in Biotecnologie ha quindi acquisito autonomia nei confronti dell'interpretazione della letteratura scientifica, della valutazione di qualità ed interpretazione di dati sperimentali, della sicurezza in laboratorio, dei principi di deontologia professionale e delle problematiche bioetiche.

Abilità comunicative
Le capacità comunicative sono acquisite attraverso la presentazione e discussione di progetti che costituiscono parte integrante delle attività di valutazione associate a molti insegnamenti, e attraverso la discussione della prova finale, focalizzata su aspetti applicativi delle biotecnologie.
Il laureato in Biotecnologie è inoltre in grado di utilizzare efficacemente, in forma scritta e orale, l'inglese, od almeno un'altra lingua dell'Unione Europea, oltre l'italiano, nell'ambito specifico di competenza e per lo scambio di informazioni generali; è in grado di stendere rapporti tecnico-scientifici, di lavorare in gruppo, di operare con autonomia attività esecutive e di inserirsi prontamente negli ambienti di lavoro.
Possiede adeguate competenze e strumenti per la comunicazione e la gestione dell'informazione.

Capacità di apprendimento
Le capacità di apprendimento e studio autonomo sono acquisite grazie alle attività didattiche e di laboratorio che si appoggiano sull'uso e la comprensione di libri di testo avanzati e di documentazione tecnica.
Il laureato in Biotecnologie ha quindi acquisito capacità, padronanza ed autonomia del metodo di studio, apertura nell'affrontare nuove tematiche, abilità nella raccolta dell'informazione bibliografica e nell'utilizzo delle banche dati informatiche e di qualsiasi altra fonte di informazione.

Insegnamenti

Prova finale

La prova finale per il conseguimento del titolo di studio consiste nello sviluppo di una relazione scritta su argomento di interesse biotecnologico ed approvata dal supervisore (relatore) e da luogo all'acquisizione di 5 crediti. Al fine di verificare il lavoro svolto e le capacità di comunicare del candidato tale relazione viene presentata e discussa di fronte ad una Commissione durante la seduta di Laurea.

La seduta di Laurea si svolge pubblicamente. La valutazione da parte della Commisione, basata sulla media pesata dei voti ottenuti nei singoli esami espressi in trentesimi, riportata in 110-mi, a cui può essere attribuito un incremento, tiene conto dell'intero percorso di studi dello studente, della maturità culturale e della capacità di elaborazione personale. Le prove finali si svolgono sull' arco di almeno 4 appelli. Il calendario delle prove finali e gli scadenziari corrispondenti sono stabiliti dal CCD e pubblicati sul sito web del corso di studio con almeno sei mesi di anticipo.

Sbocchi occupazionali

Biotecnologo

funzione in un contesto di lavoro:
I laureati in Biotecnologie potranno essere inseriti sia in piccole, medie e grandi imprese sia in Enti Pubblici ( Università, CNR, ASL, ecc.) con mansioni di ricerca, produzione, analisi e consulenza realtivamente allo sviluppo ed alla conduzione di processi produttivi biotecnologici.

competenze associate alla funzione:
I laureati in Biotecnologie potranno essere inseriti in attività lavorative con le seguenti mansioni: addetto ad analisi in laboratori di controllo della produzione; responsabile di laboratori dedicati ad analisi biochimiche, biologiche e microbiologiche; ricercatore junior; conduttore di impianti pilota; responsabile in impianti di produzione (fermentazioni, bioconversioni, ecc.), responsabile di impianti di smaltimento e depurazione biologica; consulente in attività di controllo ambientale e in materia di sicurezza e igiene sul lavoro limitatamente agli aspetti biologici; consulente in attività di analisi e di controllo; addetto ufficio acquisti nel settore materie prime e prodotti biochimici e biomolecolari; responsabile sviluppo prodotti e processi presso clienti; agente di commercio relativo a prodotti biotecnologici in campo cosmetico, agroalimentare, farmaceutico.

sbocchi professionali:
- Università ed Istituti di ricerca Biotecnologica pubblici e privati
- Laboratori di ricerca e sviluppo e reparti di produzione industriali in particolare l'industria farmaceutica, la chimica fine, la cosmetologia, la diagnostica
- Enti proposti alla elaborazione di normative brevettuali riguardanti lo sfruttamento di prodotti e processi biotecnologici.
- Laboratori di analisi e servizi
- Imprese Biotecnologiche
- Enti ospedalieri ed ASL

Valutazione degli studenti

Docenti di riferimento
CHIMICA GENERALE E INORGANICA (CHIM/03)
INFORMATICA (INF/01)
ANATOMIA COMPARATA E CITOLOGIA (BIO/06)
CHIMICA E BIOTECNOLOGIA DELLE FERMENTAZIONI (CHIM/11)
BIOLOGIA MOLECOLARE (BIO/11)
GENETICA (BIO/18)
BIOCHIMICA (BIO/10)
GENETICA (BIO/18)
CHIMICA E BIOTECNOLOGIA DELLE FERMENTAZIONI (CHIM/11)
BIOCHIMICA (BIO/10)
BIOCHIMICA (BIO/10)
BIOLOGIA MOLECOLARE (BIO/11)
CHIMICA ORGANICA (CHIM/06)
CHIMICA E BIOTECNOLOGIA DELLE FERMENTAZIONI (CHIM/11)
ANALISI MATEMATICA (MAT/05)
BIOLOGIA MOLECOLARE (BIO/11)
BIOCHIMICA (BIO/10)
CHIMICA GENERALE E INORGANICA (CHIM/03)