Specifiche sul corso

Area del corso: 
Dipartimento: 
DIPARTIMENTO DI STATISTICA E METODI QUANTITATIVI
Tipo di corso: 
Laurea triennale (DM 270)
Anno accademico: 
2017/2018
Posti disponibili: 
300
Durata in anni: 
3
Crediti: 
180
Sede: 
MILANO
Lingua: 
Italiano
Modalita' didattica dell'ordinamento: 
Convenzionale

Norme per l'accesso

Per l'ammissione al corso di laurea occorre essere in possesso del titolo di scuola secondaria di secondo grado richiesto dalla normativa in vigore o di altro titolo di studio conseguito all'estero riconosciuto idoneo.

Modalità di ammissione

Per l'accesso al corso di laurea in Economia e Commercio è stabilito un numero programmato. Per l'anno accademico 2017-2018 sono previsti n. 300 posti di cui n.11 posti per gli studenti cinesi del progetto "Marco Polo" e n. 3 posti per studenti extra Ue non residenti in Italia.
La modalità di ammissione prevede una procedura di selezione che si svolgerà in due sessioni: il 25 maggio 2017 e nel mese di settembre 2017.
Alla prima sessione sono ammessi anche gli studenti iscritti al quinto anno di una scuola superiore, mentre alla seconda sessione che si svolgerà nel mese di settembre saranno ammessi solo i candidati in possesso del diploma di scuola secondaria superiore.
La prova dura 90 minuti, è costituita da 20 quesiti a risposta multipla chiusa, ed è volta ad accertare le conoscenze matematiche dei candidati. La prova si svolgerà al computer presso i laboratori dell'Università degli studi di Milano Bicocca. Il test prevede una soglia minima. Per essere idonei all'immatricolazione il candidato deve conseguire un punteggio di almeno 10/20.
A conclusione della prova verrà stilata una graduatoria – la cui formulazione sarà determinata in base ai criteri stabiliti dal bando di ammissione - e i candidati che risultano in posizione utile dovranno immatricolarsi secondo le scadenze pubblicate nelle pagine di ammissione ai corsi sul sito dell'Università.
I posti che risulteranno scoperti a seguito della prima selezione, saranno i posti disponibili che verranno messi a bando tramite la selezione prevista nel mese di settembre.
Per ulteriori dettagli si rimanda ai singoli bandi di concorso pubblicati sul sito dell'Università.

Obiettivi formativi e competenze attese

Il corso di laurea offre allo studente una buona conoscenza delle discipline economico-politiche ed economico-aziendali, una buona padronanza dei principi e degli istituti dell'ordinamento giuridico, una buona padronanza degli strumenti matematici e statistici, una discreta conoscenza dell'informatica e dei sistemi di elaborazione, conseguibile attraverso attività svolte in laboratorio informatico, una discreta capacità di comunicare informazioni generali in almeno due lingue straniere dell'Unione Europea, accompagnata dalla conoscenza del lessico specialistico dell’ambito di riferimento, le competenze pratiche e operative, riguardanti la misura, il rilevamento e il trattamento dei dati pertinenti l'analisi economica nei suoi vari aspetti applicativi, le competenze per poter operare a livello tecnico professionale, con un buon grado di autonomia e responsabilità. Infine, il corso di laurea offre una buona capacità di inserimento in lavori di gruppo, nonché una formazione culturale e professionale finalizzata all'inserimento di esperti qualificati nel mondo del lavoro anche con particolare riferimento al settore turistico. Gli obiettivi formativi generali del corso di laurea sono declinati in più percorsi che forniscono ulteriori specifiche conoscenze e che assicurano, a seconda del percorso e degli insegnamenti opzionali scelti, una più dettagliata ripresa delle discipline economico-aziendali, una più approfondita preparazione nelle discipline connesse con l'economia internazionale, l'attività di intermediazione finanziaria e assicurativa, l'analisi delle condizioni di concorrenza sui mercati, il marketing e la comunicazione aziendale, lo studio dei mercati finanziari e delle politiche monetarie, l’economia e la gestione dei servizi turistici.

Il percorso formativo si articola in quattro diverse aree di apprendimento:

- economia politica
- quantitativa
- giuridica
- aziendale

Risultati di apprendimento attesi, espressi tramite i descrittori europei del titolo di studio (DM 16/03/2007, art. 3, comma 7)

Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding)

L'area di economia politica fornisce agli studenti una buona conoscenza delle dinamiche economiche e della loro storia. L'analisi economica si declina nel contesto micro, macro e nelle politiche economiche. La verifica del risultato di apprendimento avverrà mediante prove orali e/o scritte.
L'area quantitativa offre agli studenti le conoscenze di base della statistica descrittiva e inferenziale, della matematica generale e finanziaria, dell'informatica. Le conoscenze potranno essere ulteriormente raffinate con approfondimenti inerenti il contesto matematico e statistico.
L'area giuridica fornisce agli studenti la conoscenza e comprensione dei principi e degli istituti dell'ordinamento giuridico pubblico, privato e commerciale. Inoltre, la conoscenza e comprensione giuridica potrà essere approfondita in particolari settori, quali il lavoro, la contabilità pubblica, il diritto dell'economia, i mercati finanziari.
L'area aziendale offre agli studenti le conoscenze di base e la capacità di comprensione dei sistemi aziendali. Le conoscenze potranno essere approfondite in contesti diversi, quali il marketing e la comunicazione, la rendicontazione economica finanziaria, le aziende pubbliche, il mercato mobiliare.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione (applying knowledge and understanding)

Per quanto riguarda l'area di economia politica, gli studenti dovranno saper affrontare le problematiche proprie dei sistemi economici, dimostrando la comprensione dei concetti espressi nella letteratura di base, anche attraverso il riconoscimento di modelli che esemplificano i concetti teorici.
In merito all'area quantitativa, gli studenti dovranno essere in grado di utilizzare le conoscenze acquisite per analizzare le opportunità e le criticità dell'ambiente nel quale operano, sia elaborando adeguate raccolte e analisi di dati, attraverso l’utilizzo di opportuni programmi informatici utili a fornire la sintesi dei dati, sia impiegando specifici metodi della matematica e della statistica. Per quanto riguarda l'area giuridica, gli studenti saranno in grado di comprendere i fenomeni giuridici pubblici e privati, nonché di applicare le relative norme ai contesti concreti nei quali operano.
Circa l'area aziendale, gli studenti dovranno essere in grado di analizzare le condizioni di esistenza delle imprese, i problemi di funzionamento e di performance aziendale. Attraverso il confronto di diverse situazioni aziendali, casi, testimonianze, gli studenti acquisiranno le conoscenze necessarie per fornire risposte efficaci ai fabbisogni emergenti delle imprese.

Autonomia di giudizio (making judgements)

I laureati devono avere acquisito una buona autonomia in merito alla capacità di collaborare alla formazione e realizzazione di progetti, all'inserimento responsabile nell'attività lavorativa in relazione anche agli aspetti sociali ed etici. Nella didattica, al fine di formare lo studente all'autonomia di giudizio, verranno previsti momenti espressivi sino alla eventuale partecipazione a stage, così da dotare gli studenti della capacità di discernere tra l'opportunità di applicare le diverse conoscenze acquisite alla singola realtà operativa in cui si colloca il laureato e di individuare nei suoi elementi-base l'impatto sociale ed etico che tali tematiche possono determinare. La verifica della autonomia di giudizio viene esplicitamente effettuata, sia in forma scritta che in forma orale, mediante la richiesta di confronti critici tra concetti, modelli e le loro applicazioni specifiche.

Abilità comunicative (communication skills)

I laureati avranno acquisito buone capacità di lavorare in team e di comunicare con riferimento sia ai sistemi economici sia agli aspetti specifici delle aziende che ne costituiscono il tessuto.
L'abilità comunicativa verrà sviluppata grazie all’incentivazione in generale a dibattere sino a formare gruppi di lavoro finalizzati alla comunicazione di un certo contenuto, anche mediante l'utilizzo degli strumenti informatici. Il conseguimento e la corrispondente verifica delle abilità comunicative viene stimolato durante le lezioni invitando gli studenti allo svolgimento di lavori in piccoli gruppi, soprattutto a partire dal secondo anno di studi, e alla presentazione alla classe ed a gruppi di docenti dell'insegnamento o del corso di laurea dei risultati raggiunti dal gruppo, chiedendo agli studenti di utilizzare le principali tecnologie di supporto alla presentazione (ad esempio, lavagna luminosa, video proiettori, software di presentazione, ecc.). E' prevista una esplicita attività di rendicontazione e valutazione da parte del docente, proprio in relazione alla capacità di comunicazione di ogni singolo studente partecipante.

Capacità di apprendimento (learning skills)

I laureati dovranno aver sviluppato un'autonoma capacità di apprendimento, di analisi e di elaborazione individuale e la padronanza degli strumenti conoscitivi appropriati, così da poter accedere, in rapporto alle esigenze della propria carriera professionale, ad aggiornamenti
ma anche intraprendere con successo studi successivi di secondo livello con un elevato grado di autonomia. Il corso mira, altresì, a promuovere nei laureati la capacità di muoversi in modo autonomo in una prima elementare ricerca dei supporti necessari per procedere nel tempo all'aggiornamento delle proprie conoscenze ed esperienze, con particolare riguardo alle tematiche specialistiche che emergeranno nel corso della loro vita professionale. Gli strumenti didattici non si differenziano da quelli già presentati. Il conseguimento della capacità di apprendimento, insieme alla capacità di comprensione e di acquisizione di conoscenze si fonda sulla proposta agli studenti di approfondimento di tematiche specifiche, all'interno di singoli insegnamenti o per lo svolgimento della prova finale. Queste forme di approfondimento, sia che siano svolte all'interno di insegnamenti, sia che siano relative alla prova finale, richiedono al docente tutor/relatore la verifica dell'acquisizione delle capacità di apprendimento; tale verifica si pone in relazione con la capacità dei singoli di superare barriere sia di tipo teorico (ricerca ed acquisizione dei modelli adeguati) sia di ordine pratico (capacità di accedere al materiale e di elaborarlo in modo coerente con gli obiettivi prefissati). In tal senso sono oggetto di verifica e valutazione i risultati raggiunti, ma anche la metodologia utilizzata per raggiungerli.

Insegnamenti

Anno di corso: 1

Anno di corso: 2

Anno di corso: 3

MARKETING - 8 CFU
PROVA FINALE - 3 CFU

Prova finale

La prova finale per il conseguimento del titolo di studio prevede una breve relazione scritta concernente un argomento relativo ad una disciplina studiata senza discussione orale.

Sbocchi occupazionali

Specialisti in scienze commerciali, economiche, gestionali, bancarie, giuridiche dell'economia

funzione in un contesto di lavoro:
La figura di esperto in scienze commerciali, piuttosto che economiche, gestionali, bancarie o giuridiche dell'economia è chiamato a svolgere le funzioni di analista in ambiti e contesti diversificati, compreso il settore turistico, nonchè le funzioni di consulente che riporta la propria conoscenza in contesti operativi.

competenze associate alla funzione:
Le competenze associate a tale funzione si possono riassumere, in relazione al contesto nel quale si opera, nella capacità di: individuare elementi di forza e di debolezza della struttura nella quale si opera; riconoscere modelli adeguati a risolvere o affrontare specifici problemi, nonché a migliorare la realtà nella quale si agisce; relazionarsi con altri; collegare l'insieme delle competenze acquisite in ambiti diversi al fine di desumere elementi utili alle problematiche da affrontare.

sbocchi professionali:
Ispettore: commerciale, di gestione. Responsabile commerciale. Specialista: nell'acquisizione di beni e servizi, nell'organizzazione del lavoro, in problemi finanziari, in commercio estero. Esperto: legale in imprese o enti pubblici, di scenari economici, in relazioni pubbliche e comunicazione d'impresa. Il corso consente di conseguire l'abilitazione alla professione di esperto contabile. Analista: di mercato, di organizzazione del lavoro. Consulente: di sviluppo locale, di carriera, di relazioni pubbliche, per la vendita. Direttore di banca o di agenzia di banca.

Valutazione degli studenti

Docenti di riferimento
DIRITTO AMMINISTRATIVO (IUS/10)
METODI MATEMATICI DELL'ECONOMIA E DELLE SCIENZE ATTUARIALI E FINANZIARIE (SECS-S/06)
ISTITUZIONI DI DIRITTO PUBBLICO (IUS/09)
ECONOMIA POLITICA (SECS-P/01)
ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE (SECS-P/08)
DIRITTO DELLA NAVIGAZIONE (IUS/06)
STATISTICA (SECS-S/01)
METODI MATEMATICI DELL'ECONOMIA E DELLE SCIENZE ATTUARIALI E FINANZIARIE (SECS-S/06)
ECONOMIA AZIENDALE (SECS-P/07)
ISTITUZIONI DI DIRITTO PUBBLICO (IUS/09)
ECONOMIA POLITICA (SECS-P/01)
ECONOMIA POLITICA (SECS-P/01)
STATISTICA (SECS-S/01)
ECONOMIA POLITICA (SECS-P/01)