Specifiche sul corso

Area del corso: 
Dipartimento: 
DIPARTIMENTO DI BIOTECNOLOGIE E BIOSCIENZE
Tipo di corso: 
Corso di Laurea Magistrale
Anno accademico: 
2017/2018
Durata in anni: 
2
Crediti: 
120
Sede: 
MILANO
Lingua: 
Italiano
Modalita' didattica dell'ordinamento: 
Convenzionale

Norme per l'accesso

Per essere ammessi al Corso di Laurea Magistrale in Biologia occorre essere in possesso della Laurea o del Diploma universitario di durata triennale, ovvero di titolo di studio conseguito all’estero, riconosciuto idoneo. In particolare, possono essere ammessi alla Laurea Magistrale in Biologia i laureati delle Lauree Triennali delle Scuole di Scienze, di Biotecnologie, Scienze Naturali, Farmacia, Medicina e Chirurgia e Ingegneria di qualunque Ateneo che dimostrino di possedere le competenze necessarie per seguire con profitto gli insegnamenti del Corso di Laurea. A questo scopo, è prevista una prova di valutazione delle conoscenze dello studente che precede l’inizio delle attività didattiche; le diverse date e le modalità di svolgimento della prova saranno diffuse con appositi avvisi. La prova verterà sulle conoscenze fondamentali in campo morfologico, genetico, biochimico-molecolare, funzionale ed ecologico necessarie alla comprensione delle discipline del percorso formativo prescelto. Si rinvia al sito web del corso di laurea (www.biologia.unimib.it) per ulteriori dettagli sui contenuti e sui relativi testi di riferimento.

Modalità di ammissione

Per l'ammissione al percorso formativo magistrale è prevista una prova di valutazione delle conoscenze dello studente. La prova verterà sulla valutazione delle conoscenze fondamentali in ambito morfologico, genetico, biochimico-molecolare, funzionale e bio-ecologico. Tali competenze sono ritenute necessarie a una efficace comprensione delle discipline del percorso formativo prescelto.
Le diverse date e le modalità di svolgimento della prova saranno diffuse con appositi avvisi. Ulteriori dettagli su contenuti e testi di riferimento sono disponibili sul sito web del corso di laurea (www.biologia.unimib.it).

Obiettivi formativi e competenze attese

Il Corso di Laurea Magistrale in Biologia ha l'obiettivo di formare figure professionali di elevato livello, caratterizzate da capacità di innovazione. Queste figure sono destinate in modo particolare all'attività di formazione superiore e ricerca nel campo delle scienze della vita, ma possiedono conoscenze adeguate a ricoprire ruoli tecnico-gestionali nell'industria (farmacologica, biotecnologica e alimentare) e nei servizi per la tutela della salute e dell'ambiente. Gli insegnamenti del Corso di Laurea Magistrale in Biologia consentono allo studente di conferire al proprio percorso di studio una diversa caratterizzazione, con le seguenti specificità tematiche:
1) con accento sulla struttura delle molecole biologiche, sulla sua codifica genetica e sulle metodologie di manipolazione genica;
2) destinato ad approfondire gli aspetti morfo-funzionali, dal livello molecolare a quello di organismo, con riferimento ai meccanismi di malattia e di azione dei farmaci;
3) rivolto all'applicazione delle discipline biologiche allo studio e al monitoraggio dell'ambiente.

In ogni caso, obiettivi del corso di laurea sono l'acquisizione da parte dello studente di :
- conoscenza approfondita delle discipline biologiche e delle loro più recenti evoluzioni, con l'obiettivo di generare capacità di innovazione.
- conoscenza teorica e pratica relativa alle metodologie attuali di indagine e ricerca in campo biologico; familiarità con i metodi di analisi statistica e presentazione dei dati e con le applicazioni dell'informatica in campo biologico.
- familiarità con l'utilizzo di banche dati informatizzate e con tutti i mezzi attuali di reperimento dell'informazione; capacità di lettura critica della letteratura scientifica internazionale;
- progettualità nello sviluppo di protocolli di studio e nella soluzione dei problemi tecnici relativi all'attività di ricerca;
- familiarità con la pratica generale di laboratorio e conoscenza di almeno una specifica metodica di indagine a livello di ricerca.

Risultati di apprendimento attesi:

Formazione Biomolecolare

Conoscenza e comprensione
Il repertorio degli insegnamenti del Corso di Laurea magistrale offre agli studenti l’opportunità di caratterizzare il loro piano di studi con diverse specificità tematiche. In particolare, per quanto riguarda l’area biomolecolare, il percorso formativo approfondisce specifici aspetti quali la struttura delle molecole biologiche, la sua codifica da parte dei geni e i meccanismi di modulazione dell'espressione genica, con particolare riferimento ai processi di differenziamento cellulare e sviluppo degli organismi
.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Lo studente sarà addestrato nel periodo della tesi di laurea, obbligatoria per tutti, all’applicazione pratica delle conoscenze acquisite e allo sviluppo della capacità di ideare soluzioni innovative a problemi teorici e pratici. Tutto ciò costituisce lo scopo fondamentale dell'attività di tesi sperimentale. Durante tale attività lo studente si familiarizza con specifiche metodologie sperimentali e con gli aspetti pratici legati al reperimento e organizzazione dell'informazione scientifica. Le problematiche sperimentali affrontate nell’area biomolecolare includono in particolare lo studio dei rapporti tra struttura e funzione normale e patologica delle proteine, la predizione di struttura e funzione delle molecole biologiche mediante metodi bioinformatici, le dinamiche evolutive, i meccanismi molecolari della patogenicità dei microrganismi, l’oncologia molecolare, le problematiche genetiche legate al controllo della trascrizione, allo sviluppo embrionale e alla modificazione mirata del genoma, l’utilizzo delle cellule staminali

Le conoscenze e capacità sono conseguite e verificate nelle seguenti attività formative:

BIOCHIMICA DELLE PROTEINE
BIOLOGIA COMPUTAZIONALE
BIOLOGIA MOLECOLARE DEGLI EUCARIOTI
BIOLOGIA QUANTITATIVA
BIOSTATISTICA
CITOGENETICA
EMBRIOLOGIA
EVOLUZIONE DEI GENOMI ANIMALI
FARMACOLOGIA DEI CHEMIOTERAPICI
FISIOLOGIA MOLECOLARE DELLE PIANTE
GENETICA DELLO SVILUPPO E DEL DIFFERENZIAMENTO
GENETICA MOLECOLARE UMANA
METODOLOGIE BIOCHIMICHE
MICROBIOLOGIA MOLECOLARE
OMEOSTASI CELLULARE NEI TESSUTI SOMATICI E CELLULE STAMINALI
ONCOLOGIA MOLECOLARE E CELLULARE
PATOLOGIE DEL METABOLISMO

Formazione Fisiopatologica

Conoscenza e comprensione
Il repertorio degli insegnamenti del Corso di Laurea magistrale offre agli studenti l’opportunità di caratterizzare il loro piano di studi con diverse specificità tematiche. In particolare, per quanto riguarda l’area fisiopatologica, il percorso formativo è destinato ad approfondire gli aspetti funzionali della biologia, dal livello molecolare a quello di organismo, con riferimento diretto ai meccanismi di malattia nell'uomo e alle modalità di azione dei farmaci.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Lo studente sarà addestrato nel periodo della tesi di laurea, obbligatoria per tutti, all’applicazione pratica delle conoscenze acquisite e allo sviluppo della capacità di ideare soluzioni innovative a problemi teorici e pratici. Tutto ciò costituisce lo scopo fondamentale dell'attività di tesi sperimentale. Durante tale attività lo studente si familiarizza con specifiche metodologie sperimentali e con gli aspetti pratici legati al reperimento e organizzazione dell'informazione scientifica. Le problematiche sperimentali affrontate nell’area fisiopatologica includono in particolare i fondamenti molecolari dei principali processi fisiologici (meccanismi di funzionamento di trasportatori e canali ionici e della motilità cellulare), la fisiopatologia cardiovascolare, i meccanismi univoci di funzionamento del cervello, la risposta immunitaria normale e alterata, i meccanismi di azione dei chemioterapici.

Le conoscenze e capacità sono conseguite e verificate nelle seguenti attività formative:

BIOLOGIA QUANTITATIVA
BIOSTATISTICA
CITOGENETICA
EMBRIOLOGIA
FARMACOLOGIA DEI CHEMIOTERAPICI
NEUROSCIENZE
FISIOLOGIA MOLECOLARE DELLE PIANTE
IMMUNOLOGIA APPLICATA
FISIOPATOLOGIA CARDIOVASCOLARE
ONCOLOGIA MOLECOLARE E CELLULARE
PATOLOGIE DEL METABOLISMO

Formazione Bioecologica

Conoscenza e comprensione
Il repertorio degli insegnamenti del Corso di Laurea magistrale offre agli studenti l’opportunità di caratterizzare il loro piano di studi con diverse specificità tematiche. In particolare, per quanto riguarda l’area bioecologica, il percorso formativo approfondisce è rivolto all'integrazione fra le metodologie biomolecolari e quelle proprie dell'ecologia, orientate allo studio della biodiversità e alla valutazione dell'ambiente.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Lo studente sarà addestrato nel periodo della tesi di laurea, obbligatoria per tutti, all’applicazione pratica delle conoscenze acquisite e allo sviluppo della capacità di ideare soluzioni innovative a problemi teorici e pratici. Tutto ciò costituisce lo scopo fondamentale dell'attività di tesi sperimentale. Durante tale attività lo studente si familiarizza con specifiche metodologie sperimentali e con gli aspetti pratici legati al reperimento e organizzazione dell'informazione scientifica. Le problematiche sperimentali affrontate nell’area bioecologica includono in particolare lo studio delle popolazioni naturali e della salvaguardia dei loro habitat, della diversità biologica vegetale, della biogeografia, della dinamica delle popolazioni.

Le conoscenze e capacità sono conseguite e verificate nelle seguenti attività formative:

ANALISI E GESTIONE BIOCENOSI
BIODIVERSITA' E BIOPROSPECTING
BIOGEOGRAFIA
BIOLOGIA QUANTITATIVA
BIOSTATISTICA
FISIOLOGIA MOLECOLARE DELLE PIANTE

Autonomia di giudizio
L’autonomia di giudizio richiesta a questo livello comprende la familiarità con l’analisi statistica dei dati sperimentali, l’interpretazione critica dei suoi risultati e la capacità di valutare la misura in cui un concetto sia generalizzabile a contesti diversi da quello in cui è stato sviluppato.

Abilità comunicative
L’attività relativa alla prova finale richiede allo studente di affrontare in modo sistematico la letteratura internazionale, di comunicare e discutere con i colleghi i risultati del proprio lavoro di ricerca e, infine, di organizzarli in un documento con la struttura tipica degli articoli scientifici.

Capacità di apprendimento
La capacità di apprendimento richiesta è quella idonea ad avviare ad occupazioni in cui lo studio continua ad essere parte integrante e fondamentale del lavoro.

Insegnamenti

Prova finale

La prova finale prevede la presentazione di un elaborato scritto (tesi di laurea in lingua italiana o inglese) e la sua discussione (in lingua italiana o inglese a discrezione dello studente) davanti ad una commissione nominata dal Consiglio di Coordinamento Didattico. La tesi è sempre di natura sperimentale e prevede la presentazione di dati scientifici originali prodotti dalla partecipazione ad un progetto di ricerca sotto la guida di un relatore.
Il superamento della prova finale comporta l’acquisizione di 47 cfu.

Sbocchi occupazionali

Biologo

funzione in un contesto di lavoro:
Le competenze professionali acquisibili con il Corso di Laurea Magistrale in Biologia (laurea di II livello) sono destinate primariamente all’attività di ricerca biologica di base (prevalentemente in ambito accademico), alle attività di ricerca applicativa e di sviluppo (prevalentemente presso aziende).

competenze associate alla funzione:
Le competenze sono adeguate all’assunzione di ruoli gestionali e di coordinamento nell’ambito di:
- attività di ricerca nei molteplici campi della moderna biologia
- attività di analisi e controllo finalizzate alle attività produttive in ambito bio-sanitario, farmaceutico, biotecnologico, zootecnico, agro-alimentare ed ittico, etc.
- enti pubblici e privati operanti nell’erogazione diretta di servizi sanitari, o di controllo e gestione dell’ambiente e della salute pubblica.
- negli studi professionali multidisciplinari impegnati nei campi della valutazione di impatto ambientale, della elaborazione di progetti per la conservazione e per il ripristino dell’ambiente
- in tutti quei campi, pubblici e privati, dove si debbano classificare, gestire e utilizzare organismi viventi e loro costituenti, e gestire il rapporto fra sviluppo e qualità dell’ambiente.

sbocchi professionali:
- Università ed Istituti di ricerca pubblici e privati
- Aziende farmaceutiche
- Aziende cosmetiche
- Laboratori di analisi e servizi
- Enti pubblici e privati dedicati alla valutazione di impatto ambientale
- Enti ospedalieri

Valutazione degli studenti

Docenti di riferimento
FISIOLOGIA (BIO/09)
BIOCHIMICA (BIO/10)
ZOOLOGIA (BIO/05)
ANATOMIA COMPARATA E CITOLOGIA (BIO/06)
BIOLOGIA MOLECOLARE (BIO/11)
FARMACOLOGIA (BIO/14)
BIOCHIMICA (BIO/10)
ZOOLOGIA (BIO/05)
FISIOLOGIA (BIO/09)