Specifiche sul corso

Area del corso: 
Dipartimento: 
DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELL'AMBIENTE E DELLA TERRA (DEPARTMENT OF EARTH AND ENVIRONMENTAL SCIENCES - DISAT)
Tipo di corso: 
Laurea triennale (DM 270)
Anno accademico: 
2017/2018
Durata in anni: 
3
Crediti: 
180
Sede: 
MILANO
Lingua: 
Italiano
Modalita' didattica dell'ordinamento: 
Convenzionale

Norme per l'accesso

E' prevista una prova di valutazione nazionale delle conoscenze scientifiche di base. La prova consiste in domande a risposta multipla e sarà effettuata nelle date che saranno pubblicate alla pagina web www.scienze.unimib.it.

Modalità di ammissione

Gli studenti che si immatricolano ai Corsi di Laurea ad accesso libero, devono obbligatoriamente sostenere una prova di Valutazione della Preparazione Iniziale (VPI) in Matematica, Chimica, Fisica e Geologia nelle date che saranno pubblicate alla pagina web www.scienze.unimib.it. Tale prova è adottata a livello nazionale dalle Scuole di Scienze e dai Dipartimenti di area scientifica e ha la funzione di verificare se la preparazione acquisita durante il percorso scolastico sia adeguata al corso di laurea prescelto, fornendo anche uno strumento di auto-valutazione per permettere agli studenti di migliorare la propria preparazione di base e di inserirsi nel percorso universitario.
L'iscrizione al test avviene automaticamente ed è contestuale all'immatricolazione al corso di studio. Se la prova non viene superata, viene assegnato allo studente un obbligo formativo aggiuntivo, che può prevedere opportune attività o condizioni per il proseguimento degli studi.
Tutte le informazioni sono disponibili nel sito web www.scienze.unimib.it.

Obiettivi formativi e competenze attese

Il Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Geologiche si colloca pienamente nell'ambito dei riferimenti europei per il settore delle Scienze della Terra ed ha lo scopo di fornire ai laureati una solida formazione di base, che consentirà di acquisire un'ampia conoscenza e comprensione della storia del nostro pianeta e delle caratteristiche dei processi geologici che hanno portato alla formazione dei materiali rocciosi che lo compongono. Per conseguire questi scopi, il Corso comprende un adeguato numero di insegnamenti a carattere teorico e pratico, corredati da esercitazioni e attività in laboratorio e sul terreno, distribuiti in modo tale da coprire i diversi ambiti disciplinari.
Particolare importanza viene attribuita alle attività di terreno, finalizzate a fornire competenze nella comprensione dei fenomeni geologici, nello studio e descrizione delle geometrie dei corpi rocciosi e nell'apprendimento delle tecniche cartografiche di base, con particolare riferimento al rilevamento geologico.
Il laureato acquisirà le competenze necessarie ad analizzare autonomamente, sul terreno e in laboratorio, i materiali geologici, attraverso l'utilizzo di strumenti moderni e l'applicazione di metodi quantitativi, e a descrivere, analizzare, documentare e riportare i risultati delle analisi condotte. Il laureato sarà in grado di inquadrare i processi geologici in un adeguato contesto spazio-temporale, nonché di riconoscere il ruolo e le responsabilità delle Scienze della Terra nella società. Le competenze acquisite saranno applicabili nell'ambito delle indagini geologiche e geognostiche, nella difesa dai rischi geologici e nella loro mitigazione, nella salvaguardia e corretta utilizzazione delle materie prime e delle risorse ambientali in ambito terrestre e marino, nonché nella conservazione dei beni culturali lapidei. Il laureato sarà inoltre in grado di utilizzare i Sistemi Informativi Territoriali nelle applicazioni cartografiche di base proprie delle discipline geologiche.
Vengono di seguito riportati i risultati di apprendimento attesi, espressi tramite i Descrittori europei del titolo di studio (DM 16/03/2007, art. 3, comma 7) e gli strumenti didattici con i quali ottenere e verificare le competenze richieste.
Area di conoscenze di base: Matematica, Fisica, Chimica e Informatica
a) Conoscenza e comprensione
Il corso si prefigge di far acquisire agli studenti il possesso di buone conoscenze di base di tipo scientifico in altre aree scientifiche (30% dell'offerta formativa ).
Le nozioni di Matematica (12 CFU), di Fisica (12 CFU), di Chimica (Chimica generale ed inorganica 8 CFU) e di Informatica (Informatica per Scienze della Terra, 6 CFU) permetteranno di poter utilizzare gli strumenti propri di tali discipline per un' analisi quantitativa dei fenomeni geologici. Gli insegnamenti di GEOCHIMICA 8 CFU e GEOFISICA 8 CFU, forniranno la base per comprendere due diversi linguaggi, quello chimico e quello fisico, per descrivere il Sistema Terra con conoscenze ben integrate delle due discipline. Infine sarà possibile apprendere l'applicazione diretta di strumenti informatici specialmente attraverso l'insegnamento LABORATORIO SIT 6 CFU dove verrà illustrato un potente mezzo di analisi quale quello rappresentato dai Sistemi Informativi Territoriali.
b) Capacità di applicare conoscenza e comprensione
La formazione acquisita con la frequenza degli insegnamenti appartenenti all’ area di Formazione di Base permetterà ai laureati di utilizzare Matematica, Fisica e Chimica nell' analisi e descrizione dei materiali geologici in laboratorio e sul terreno, nonché nello studio delle problematiche geologiche in generale, utilizzando strumenti moderni e applicando metodi quantitativi. In particolare, i laureandi saranno in grado di riconoscere le leggi fisiche e chimiche che governano tali fenomeni e di poter gestire i dati acquisiti attraverso l'utilizzo di metodi informatici territoriali di vario tipo.
Area di Scienze della Terra
a) Conoscenza e comprensione
Il corso si prefigge di far acquisire agli studenti il possesso di buone conoscenze di base di tipo scientifico, nell' Area Scienze della Terra (70 % della didattica erogata) al fine di poter comprendere:
- la storia evolutiva del nostro pianeta (PRINCIPI DI GEOLOGIA 12 CFU, PALEONTOLOGIA 8 CFU, GEOGRAFIA FISICA - 6 CFU)
- le caratteristiche dei fenomeni e dei processi geologici che hanno portato alla formazione dei materiali rocciosi che lo costituiscono (MINERALOGIA 8 CFU, PETROGRAFIA 12 CFU, SEDIMENTOLOGIA 6 CFU, GEOLOGIA STRUTTURALE 10 CFU) attraverso l’acquisizione di dati di terreno (RILEVAMENTO GEOLOGICO 12 CFU) e di laboratorio con la capacità di riconoscere le caratteristiche geometriche e composizionali dei corpi rocciosi. Verranno altresì fornite conoscenze collegate all' applicazione della Geologia nel campo dell' Ingegneria (GEOLOGIA APPLICATA 6 CFU, LABORATORIO DI GEOTECNICA 6 CFU, GEORISORSE 6 CFU). Tali conoscenze verranno acquisite attraverso lezioni teoriche in aula, esercitazioni, laboratori ed escursioni sul terreno. A completamento della preparazione geologica di base saranno proposti 2 insegnamenti (GEOLOGIA DEL QUATERNARIO 6 CFU, INTRODUZIONE ALLA GEOGRAFIA DEGLI OCEANI 6 CFU) volti ad approfondire le conoscenze sugli aspetti del Sistema Terra. La verifica dell’apprendimento sarà effettuata attraverso esami, prove pratiche e preparazione di relazioni scritte, incentrate soprattutto sulle attività pratiche di laboratorio e di terreno.
b) Capacità di applicare conoscenza e comprensione
La formazione acquisita nell' Area Scienze della Terra permetterà ai laureati di applicare le conoscenze acquisite all'analisi e alla descrizione dei materiali geologici in laboratorio e sul terreno, nonché allo studio delle problematiche geologiche in generale con strumenti moderni e l'applicazione di metodi quantitativi con approccio di tipo professionale. Le attività formative previste per ottenere questi risultati comprendono l’utilizzo di strumentazioni e laboratori appositamente predisposti, forniti di moderni strumenti analitici e attrezzature, utilizzando i quali gli studenti acquisiranno la necessaria familiarità per lo studio e la descrizione di rocce e terreni e per la determinazione delle loro proprietà. Nell’ ambito di alcuni insegnamenti verrà richiesta l’elaborazione dei risultati delle prove effettuate e la stesura di relazioni, da valutare nell’ ambito delle prove d’esame.
c) Autonomia di giudizio (making judgements)
Lo studente dovrà essere in grado di:
- valutare in modo autonomo la complessità dei sistemi naturali, di pianificare in modo adeguato le indagini geologiche da eseguire, di raccogliere e scegliere i dati necessari, valutandone la qualità e l'affidabilità;
- valutare il ruolo e le responsabilità delle Scienze Geologiche nella gestione e protezione del territorio, per quanto riguarda gli aspetti relativi ai rischi geologici, alla salvaguardia e corretta utilizzazione delle materie prime, delle risorse ambientali in ambito terrestre e marino e alla conservazione dei beni culturali lapidei.
A questo riguardo molti insegnamenti comprenderanno l’analisi di casi di studio reali, allo scopo di fornire agli studenti gli strumenti conoscitivi necessari a sviluppare senso critico e ad ottenere i risultati preposti. Nell’ambito delle “altre conoscenze utili per l'inserimento nel mondo del lavoro” verranno istituiti seminari tenuti da esperti in vari settori, volti a illustrare il ruolo delle Scienze Geologiche nel mondo lavorativo e nella società in generale.
d) Abilità comunicative (communication skills)
Lo studente sarà in grado di comunicare correttamente informazioni, idee, soluzioni e problemi relativi alle Scienze Geologiche in lingua madre in modo orale e scritto ad interlocutori specialisti e non specialisti.
Inoltre acquisirà il linguaggio tecnico di base in una seconda lingua europea diversa dall'Italiano, con particolare riferimento all'Inglese e acquisirà familiarità con i principali strumenti informatici ed Internet.
Per sviluppare queste capacità comunicative, gli studenti dovranno presentare relazioni scritte e/o presentazioni orali opportunamente inserite nell’ambito di alcune prove d’esame anche in forma di presentazione orale. Per la lingua straniera tutti gli insegnamenti introdurranno la terminologia tecnica più comune in lingua inglese; verrà consigliato dai docenti l’utilizzo di testi di base e articoli specifici in lingua inglese per la preparazione dei singoli esami di profitto. Verrà inoltre richiesta la stesura in lingua inglese di un riassunto esteso dell’elaborato per la prova finale oltre al riassunto in italiano.
Per quanto riguarda gli strumenti informatici e internet, saranno previste, sia nell’ambito degli insegnamenti, sia nella preparazione della prova finale, attività di laboratorio relative alla ricerca e alla consultazione di banche dati di vario tipo (ricerche bibliografiche da effettuare attraverso differenti motori di ricerca, database cartografici regionali e nazionali, ecc.) e alla predisposizione di elaborati in forma digitale, attraverso l’utilizzo di appositi software di utilizzo comune.
e) Capacità di apprendimento (learning skills)
Gli studenti avranno la capacità di apprendere in modo autonomo, attraverso l'utilizzo di testi avanzati, banche dati e informazioni disponibili in rete, in modo da poter aggiornare e approfondire le proprie conoscenze.
Nell' ambito di alcuni insegnamenti e delle attività per la prova finale, gli studenti dovranno pertanto approfondire in modo autonomo alcuni argomenti, attraverso la consultazione di testi specialistici disponibili in biblioteche, su riviste specialistiche o in Internet. I risultati di apprendimento verranno valutati nelle prove d’esame e/o attraverso apposite relazioni scritte e presentazioni orali.

Insegnamenti

Prova finale

La prova finale ha l'obiettivo di verificare il lavoro svolto e le capacità di comunicare del candidato e consiste nella presentazione e discussione in seduta pubblica, davanti ad una commissione di docenti, di una relazione scritta individuale elaborata dallo studente sul lavoro svolto a tal fine.
Le attività relative alla preparazione della prova finale saranno svolte dallo studente sotto la supervisione di un docente-tutore e prevedono le due seguenti possibilità tra loro in alternativa:

a) stage presso società o studi di progettazione o consulenza, aziende, enti pubblici (Regioni, Province, Uffici Tecnici comunali, ASL, musei, parchi, oasi naturalistiche, ecc.) in regime di convenzione;
b) attività autonoma di rilevamento geologico, di monitoraggio di dati geologico-ambientali, di raccolta dati in laboratorio, secondo modalità e programmi specificati nel regolamento didattico.
L' elaborato per la prova finale può essere scritto in un'altra lingua dell' Unione Europea, con particolare riferimento alla lingua inglese. Dovrà comunque essere preparato un riassunto esteso dell' elaborato in italiano e inglese (4-6 pagine).
la valutazione in centodecimi delle attività formative, che è stata espressa in trentesimi, sarà ottenuta mediando i singoli voti pesati per i crediti di ogni insegnamento.

Sbocchi occupazionali

Geologi juniores

funzione in un contesto di lavoro:
Il laureato acquisirà le competenze necessarie ad analizzare autonomamente, sul terreno e in laboratorio, i materiali geologici, attraverso l'utilizzo di strumenti moderni e l'applicazione di metodi quantitativi, e a descrivere, analizzare, documentare e riportare i risultati delle analisi condotte. Il laureato sarà in grado di inquadrare i processi geologici in un adeguato contesto
spazio-temporale, nonché di riconoscere il ruolo e le responsabilità delle Scienze della Terra nella società. Le competenze acquisite saranno applicabili nell'ambito delle indagini geologiche e geognostiche, nella difesa dai rischi geologici e nella loro mitigazione, nella salvaguardia e corretta utilizzazione delle materie prime e delle risorse ambientali in ambito terrestre e marino, nonché alla conservazione dei beni culturali lapidei. Il laureato sarà inoltre in grado di utilizzare i Sistemi Informativi Territoriali nelle applicazioni cartografiche di base proprie delle discipline geologiche.

competenze associate alla funzione:
La preparazione acquisita consentirà al laureato di poter operare in settori quali:
• cartografia geologica e tecnica di base, regionale e nazionale;
• supporto all'acquisizione di dati per la prevenzione dei rischi
geologico-ambientali (alluvioni, frane, subsidenza, inquinamenti, terremoti, eruzioni vulcaniche, maremoti, erosione costiera);
• prove e monitoraggi di base finalizzati alla ricerca e
salvaguardia delle risorse idriche e al recupero degli acquiferi; • prove di laboratorio per la caratterizzazione di rocce e materiali incoerenti;
• campionamenti e prove in sito a terra e in mare;
• assistenza all'esecuzione di esplorazioni geofisiche di base;
• supporto alla ricerca e sviluppo di materie prime naturali con particolare riferimento all'industria del petrolio;
• raccolta di dati geologici per la valutazione di impatto ambientale;
• raccolta di dati geologici finalizzati alle attività estrattive e al recupero di siti dimessi;
• recupero delle materie prime secondarie;
• ricerca, impiego e commercializzazione di materiali lapidei ornamentali;
• assistenza e gestione dei cantieri, impianti minerari e di lavorazione.

sbocchi professionali:
L'inserimento professionale è possibile in amministrazioni pubbliche, istituzioni private, imprese e studi professionali che operano nel campo delle Scienze della Terra.

Valutazione degli studenti

Docenti di riferimento
GEOLOGIA STRATIGRAFICA E SEDIMENTOLOGICA (GEO/02)
CHIMICA GENERALE E INORGANICA (CHIM/03)
FISICA SPERIMENTALE (FIS/01)
MINERALOGIA (GEO/06)
GEORISORSE MINERARIE E APPLICAZIONI MINERALOGICO-PETROGRAFICHE PER L'AMBIENTE ED I BENI CULTURALI (GEO/09)
ANALISI MATEMATICA (MAT/05)
PALEONTOLOGIA E PALEOECOLOGIA (GEO/01)
GEOLOGIA APPLICATA (GEO/05)
PETROLOGIA E PETROGRAFIA (GEO/07)
GEOLOGIA STRATIGRAFICA E SEDIMENTOLOGICA (GEO/02)
GEOLOGIA STRUTTURALE (GEO/03)
GEOLOGIA STRATIGRAFICA E SEDIMENTOLOGICA (GEO/02)
GEOCHIMICA E VULCANOLOGIA (GEO/08)