Specifiche sul corso

Area del corso: 
Dipartimento: 
DIPARTIMENTO DI PSICOLOGIA
Tipo di corso: 
Laurea triennale (DM 270)
Anno accademico: 
2017/2018
Posti disponibili: 
500
Durata in anni: 
3
Crediti: 
180
Sede: 
MILANO
Lingua: 
Italiano
Modalita' didattica dell'ordinamento: 
Convenzionale

Norme per l'accesso

Per l’accesso al corso di laurea sono richieste capacità logiche e numeriche, competenze linguistiche, e capacità di comprensione dei testi, solitamente acquisite nei percorsi di scuola secondaria superiore. Pertanto, possono accedere al Corso di studio gli studenti che siano in possesso di un titolo di istruzione secondaria di secondo grado di durata quinquennale o titolo equivalente. Per l’anno accademico 2017/2018 sono disponibili 500 posti, di cui 5 posti riservati a studenti extracomunitari non residenti in Italia e un posto riservato agli studenti cittadini della Repubblica Popolare Cinese (Progetto Marco Polo). Tale numero programmato è stato stabilito valutando in primo luogo le capacità di assorbimento delle strutture esterne nelle quali gli studenti possono conseguire i CFU obbligatori di tirocinio formativo. In secondo luogo, sono previste attività pratiche guidate che prevedono – data la loro qualificazione – la partecipazione di un numero limitato di studenti. Queste attività di laboratorio, così come i CFU riservati alle discipline e ai tirocini metodologici, costituiscono requisito indispensabile per consentire allo studente di ottenere la certificazione EUROPSY utile alla mobilità europea dei laureati.

Modalità di ammissione

Per l'accesso al Corso di laurea in Scienze e tecniche psicologiche è prevista una doppia modalità di ingresso che valuta il possesso delle conoscenze richieste:
a) Una procedura di selezione tramite colloquio rivolta a candidati con particolari requisiti di merito (studenti iscritti in Italia al quinto anno di una scuola superiore e che abbiano conseguito negli scrutini finali del terzo e quarto anno una votazione media non inferiore a 7,5/10 (escluso il voto di condotta);
b) Una prova di ammissione. La selezione è basata sull'esito della prova stessa (consistente nella soluzione di quesiti a risposta multipla volti ad accertare le capacità logiche e numeriche, le competenze linguistiche e la comprensione dei testi) e sul voto di maturità, pesate ognuna per il 50%.
Per le modalità di presentazione della domanda alla procedura di selezione e alla prova di ammissione si rimanda ai relativi bandi di concorso.

Obiettivi formativi e competenze attese

Il Corso di Laurea in Scienze e tecniche psicologiche si propone in primo luogo di fornire allo studente una solida base di conoscenze sulle principali teorie e metodologie utilizzate dalla psicologia e di introdurre lo studente alle competenze necessarie alla pratica e alla ricerca psicologica, al fine di permettergli una proficua continuazione degli studi nei corsi di Laurea Magistrale in Psicologia. Il Corso di Laurea in Scienze e tecniche psicologiche non trasmette le competenze necessarie alla pratica autonoma in psicologia, ma alcune competenze acquisite possono essere utilizzate, anche in piena autonomia, in una serie professioni riguardanti i servizi alla persona.
In particolare il Corso di Laurea in Scienze e tecniche psicologiche si propone di fornire i fondamenti teorici e le competenze di base della psicologia utili per comprendere il comportamento individuale, dei gruppi e dei sistemi sociali, nonché per favorirne il cambiamento e lo sviluppo. Tali contenuti e competenze possono essere raggruppati in quattro principali ambiti:
- Contenuti teorici e competenze di base atte a descrivere ed eventualmente a promuovere il cambiamento del funzionamento psicologico individuale.
- Contenuti teorici e competenze di base atte a descrivere ed eventualmente modificare le relazioni tra gli individui e i processi psicosociali sottostanti ai gruppi, alle organizzazioni e ai sistemi sociali.
- Conoscenze di carattere interdisciplinare, inerenti la biologia, la filosofia, la sociologia, la linguistica, l’economia, la crinimologia atte a fornire un background culturale allo studente indispensabile per comprendere il contesto socio-culturale in cui si sono sviluppate e si sviluppano le principali teorie psicologiche.
- Conoscenze di metodologia della ricerca qualitativa e quantitativa in modo che lo studente possa iniziare ad avvicinare le principali metodologie utilizzate dalla ricerca psicologica.

Risultati di apprendimento attesi, espressi tramite i descrittori europei del titolo di studio.
I laureati del Corso di Laurea in Scienze e tecniche psicologiche conseguono conoscenze di livello postsecondario su tutte le principali tematiche della psicologia e scienze affini.
Vengono indicati, per le diverse aree di apprendimento i risultati attesi al termine del corso di laurea.

Aree di apprendimento/Risultati di apprendimento appresi

I. Contenuti e competenze per descrivere e promuovere il cambiamento del funzionamento psicologico individuale:
- Conoscenza e capacità di comprensione: ai futuri laureati in Scienze e tecniche psicologiche è richiesto di conoscere le basi anatomiche e funzionali del sistema nervoso, nonché le principali teorie sviluppatesi, nell’evoluzione del sapere psicologico, al fine di spiegare il funzionamento cognitivo, emotivo e comportamentale dell’individuo e la creazione e lo sviluppo della sua personalità, sia normale sia patologica.
- Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Gli insegnamenti inseriti in quest’area di apprendimento si propongono di promuovere la capacità di riconoscere, da parte degli studenti, il funzionamento cognitivo, emotivo e comportamentale dell’individuo e di trasmettere i primi rudimenti per la diagnosi di funzionamenti patologici. In particolare i laboratori si propongono di far conoscere alcuni metodi e strumenti utilizzati dagli psicologi per approfondire il funzionamento cognitivo, emotivo e comportamentale dell’individuo in diverse fasi della sua vita e del suo sviluppo.

Insegnamenti e laboratori in quest'area di apprendimento.
Le conoscenze e capacità sono conseguite e verificate nelle seguenti attività formative:
Fattori di rischio e protezione nella formazione della personalità – M-PSI/08 – 8 CFU
Fondamenti anatomo-fisiologici della attività psichica – M-PSI/02 - 8 CFU
Motivazione emozione e personalità – M-PSI/01 – 8 CFU
Pensiero e comunicazione – M-PSI/01 – 8 CFU
Percezione e attenzione – M-PSI/01 – 8 CFU
Psicobiologia dei disturbi comportamentali – M-PSI/02 – 8 CFU
Psicologia del ciclo di vita – M-PSI/04 – 8 CFU
Psicologia dell’educazione e dei processi di apprendimento – M-PSI/04 – 8 CFU
Psicologia dello sviluppo – M-PSI/04 – 8 CFU
Psicologia dinamica – M-PSI/07 – 8 CFU
Psicologia fisiologica – M-PSI/02 – 8 CFU
Psicologia generale 1 – M/PSI01 - 8 CFU
Psicologia generale 2 – M-PSI/01 – 8 CFU
Psicopatologia generale – M-PSI/08 – 8 CFU
Storia della psicologia – M-PSI/01 – 8 CFU
Laboratorio: metodi di indagine sperimentale in psicologia del pensiero e della comunicazione – 2 CFU
Laboratorio: metodi di valutazione dell'intelligenza verbale e non verbale in età evolutiva – 2 CFU
Laboratorio: metodi psicodiagnostici: cinque casi classici a confronto – 4 CFU
Laboratorio: metodi e strumenti di valutazione dello sviluppo cognitivo in età prescolare - 4 CFU
Laboratorio: il metodo neuropsicologico nello studio del comportamento – 4 CFU

II. Contenuti teorici e competenze per descrivere e modificare le relazioni tra gli individui e i processi psicosociali sottostanti ai gruppi, alle organizzazioni e ai sistemi sociali:
- Conoscenza e capacità di comprensione: il laureato in Scienze e tecniche psicologiche dovrà conoscere le principali teorie sviluppate dalla psicologia nel corso della sua evoluzione storica per spiegare e intervenire sulle relazioni degli individui all’interno dei diversi contesti sociali (famiglia, gruppi, organizzazioni, comunità), nonché saper analizzare i processi sociali all’interno dei quali gli individui sono inseriti. Inoltre ai laureati in Scienze e tecniche psicologiche sarà richiesto di conoscere le caratteristiche delle professionalità psicologiche e di sapersi orientare tra le diverse applicazioni della psicologia, anche al fine di una scelta consapevole della propria formazione magistrale.
- Capacità di applicare conoscenza e comprensione: gli insegnamenti di quest’area di apprendimento si propongono di far conoscere agli studenti le teorie e i metodi alla base dell’applicazione delle scienze psicologiche ai contesti famigliari, ai gruppi, alle organizzazioni e alla comunità. In particolare attraverso i laboratori gli studenti potranno apprendere competenze di base sulla valutazione dell’individuo, nelle sue diverse fasi di vita, nei diversi contesti sopra individuati, nonché acquisire consapevolezza rispetto alle caratteristiche e alle responsabilità della professione di psicologo.

Insegnamenti e laboratori di quest'area di apprendimento.
Le conoscenze e capacità sono conseguite e verificate nelle seguenti attività formative:
Counselling (Counselling familiare M-PSI/07 - 4 CFU; Psicologia del Counselling M-PSI/08 - 4 CFU)
Psicodinamica dello sviluppo e delle relazioni familiari – M-PSI/07 – 8 CFU
Psicologia del comportamento economico e dei consumi – M-PSI/06 – 8 CFU
Psicologia del lavoro e delle organizzazioni – M-PSI/06 - 8 CFU
Psicologia giuridica – M-PSI/05 – 8 CFU
Psicologia sociale – M-PSI/05 – 8 CFU
Psicologia sociale dei gruppi - M-PSI/05 – 8 CFU
Ricerca intervento di comunità – M-PSI/05 – 8 CFU
Teorie e strumenti per la gestione e lo sviluppo del personale – M-PSI/06 – 8 CFU
Laboratorio: metodi di valutazione dell'interazione e della regolazione emotiva genitore bambino – 4 CFU
Laboratorio: metodi e tecniche della valutazione e della promozione del benessere nell'ambito organizzativo, scolastico e della salute – 2 CFU
Laboratorio: Metodologie per l’assessment multiculturale – 4 CFU
Le professioni psicologiche: teorie, pratiche e metodologie di lavoro a confronto – 2 CFU

III. Conoscenze di carattere interdisciplinare:
- Conoscenza e capacità di comprensione: i laureati in Scienze e tecniche psicologiche dovranno avere alcune conoscenze multidisciplinari di base, in particolare rispetto ai meccanismi biologici e genetici alla base del sistema nervoso e più in generale del corpo umano; nonché, anche in relazione alle loro attitudini e scelte, delle conoscenze di base relative alla filosofia della mente e alla linguistica, alla filosofia della scienza, all’economia, alla sociologia e alla criminologia.
- Capacità di applicare conoscenza e comprensione: gli insegnamenti afferenti a questa area forniranno ai futuri laureati in Scienze e tecniche psicologiche la consapevolezza delle prospettive proprie di altre discipline, anche al fine di sollecitare la necessaria capacità di dialogo e di relazione con professioni diverse da quella psicologica.

Insegnamenti e laboratori di quest'area di apprendimento:
Le conoscenze e capacità sono conseguite e verificate nelle seguenti attività formative:
Biologia e genetica – BIO/13 - 8 CFU
Criminologia – MED/43 – 8 CFU
Elementi di linguistica e psicolinguistica – L-LIN/01 – 8 CFU
Filosofia della mente, logica e lingue naturali – M-FIL/02 – 8 CFU
Filosofia della scienza – M-FIL/02 – 8 CFU
Fondamenti di economia e strategia aziendale – SECS-P/07 – 8 CFU
Sociologia – SPS/07 – 8 CFU
Storia della filosofia – M-FIL/06 – 8 CFU

IV. Conoscenze di metodologia della ricerca qualitativa e quantitativa:
- Conoscenza e capacità di comprensione: i laureati in Scienze e tecniche psicologiche dovranno avere competenze di base rispetto alle principali modalità di condurre una ricerca in psicologia - sia questa sperimentale e di base, sia questa applicata - attraverso metodologie di natura quantitativa, e attraverso metodologie di natura qualitativa, nonché avere le basi per l’analisi dei dati raccolti attraverso le diverse modalità di ricerca.
- Capacità di applicare conoscenza e comprensione: gli insegnamenti e i laboratori afferenti a quest’area di apprendimento forniranno ai futuri laureati in Scienze e tecniche psicologiche competenze di base rispetto alla conduzione e gestione di un colloquio psicologico, di un’intervista e di un focus group, alla costruzione di un questionario, nonché rispetto alle tecniche di analisi statistica dei dati. Attraverso i laboratori, gli studenti in Scienze e tecniche psicologiche potranno acquisire competenze nell’utilizzo dei principali software per l’analisi dei dati. Potranno inoltre fare esperienza delle diverse modalità di raccolta dati proprie della ricerca psicologica.

Insegnamenti e laboratori in quest'area di apprendimento.
Le conoscenze e capacità sono conseguite e verificate nelle seguenti attività formative:
Elementi di psicometria con laboratorio di SPSS1 – M-PSI/03 – 8 CFU
Psicometria con laboratorio di SPSS2 – M-PSI/03 – 8 CFU
Tecniche del colloquio – M-PSI/07 – 8 CFU
Laboratorio: metodi di analisi del family life space – 2 CFU
Laboratorio: metodi di analisi della produzione testuale e discorsiva – 6 CFU
Laboratorio: metodi di raccolta dei dati bio-psico-sociali e genogramma – 4 CFU
Laboratorio: colloquio: metodi e casi clinici esemplificativi – 4 CFU
Laboratorio: metodi e tecniche dell'intervista e del focus group – 4 CFU
Laboratorio: metodologie per la costruzione di test e questionari – 4 CFU
Esperienze di metodologia della ricerca – 2 CFU

Autonomia di giudizio

Ogni insegnamento presenta diverse prospettive teoriche su ciascun fenomeno illustrato, e presenta i problemi aperti relativi a domini di conoscenza d’avanguardia. Le modalità d’esame incoraggiano e stimolano il pensiero critico e l’indipendenza nel giudizio informato. Gli insegnamenti di aree statistico/metodologiche forniscono le basi per la valutazione autonoma dei dati, la costruzione di modelli causali, il controllo induttivo di ipotesi tramite la statistica inferenziale. Inoltre, alcuni insegnamenti illustrano i canoni logici del pensiero e del giudizio, e i fenomeni sociali e individuali che possono mettere a repentaglio la capacità di ragionamento critico.

Abilità comunicative

Diversi insegnamenti affrontano la tematica della comunicazione sia dal punto di vista teorico che dal punto di vista applicativo. Inoltre il Corso di laurea non consente prove di valutazione che prevedano esclusivamente domande a scelta chiusa. Gli esami prevedono colloqui orali, elaborati scritti a tema o a domande aperte, presentazione di esperienze pratiche. A questo si aggiungano le attività di lavoro di gruppo svolte nei laboratori e nel tirocinio formativo, e la possibilità di accedere a cicli di seminari con professionisti e specialisti. Queste occasioni di verifica e approfondimento consentono al laureato di sviluppare un’adeguata capacità di comunicare informazioni, idee, problemi e soluzioni a interlocutori specialisti e non specialisti.

Capacità di apprendimento

Il Corso di laurea, pur attento alla professionalizzazione del laureato, è progettato per ottimizzare le sue possibilità di proseguire proficuamente gli studi in area adeguata. La possibilità di scegliere 3 esami integrativi in un’ampia offerta consente di responsabilizzare lo studente nei confronti del suo percorso di apprendimento, lo induce a sviluppare un suo progetto formativo e professionale, e gli consente di ottenere conoscenze avanzate modulate sul corso di laurea magistrale a cui intenderà rivolgersi nel prosieguo dei suoi studi. Grazie a queste caratteristiche – oltre che grazie alla presenza di prove di valutazione molto articolate e all’interazione tra insegnamenti teorici e laboratori pratici – il Corso di laurea consente lo sviluppo delle capacità di apprendimento dello studente, favorendo un autonomo proseguimento successivo degli studi.

Insegnamenti

Anno di corso: 1

Anno di corso: 2

SOCIOLOGIA - 8 CFU
STAGE - 4 CFU

Anno di corso: 3

ALTRO - 2 CFU
COUNSELLING - 8 CFU
CRIMINOLOGIA - 8 CFU
PROVA FINALE - 4 CFU

Prova finale

La prova finale consiste nella presentazione di un elaborato individuale in forma scritta (o di un prodotto multimediale di analogo impegno), anche redatto in inglese, che viene valutato da una Commissione di Laurea la cui composizione è regolata dal Regolamento didattico di Ateneo. L’elaborato finale intende dimostrare la raggiunta capacità dello studente di approfondire – guidato da un docente Relatore – una tematica specifica tra quelle affrontate negli insegnamenti o oggetto di esperienze pratiche o di tirocinio formativo. La relazione può riguardare discipline anche non psicologiche purché oggetto di specifici insegnamenti presenti nel Corso di laurea. Gli studenti che abbiano maturato almeno 120 CFU possono richiedere l'attribuzione del Relatore secondo le modalità e nei periodi indicati dal Regolamento Tesi compilando l'apposita richiesta. Prima della sessione di Laurea gli studenti dovranno presentare domanda di laurea. L’argomento della prova finale viene concordato con il docente relatore. Lo studente può prendere direttamente accordi con un docente del Dipartimento, oppure chiedere l’assegnazione d’ufficio di un docente relatore, nei tempi e con le modalità stabilite nel Regolamento tesi. La Commissione di laurea esprime la valutazione della prova finale in centodecimi, tenendo conto dell’andamento complessivo della carriera dello studente. Alla prova finale vengono assegnati 4 CFU sui 180 del percorso formativo, corrispondenti ad un carico di lavoro di circa 100 ore complessive. Le modalità di presentazione e di valutazione del lavoro individuale dello studente sono specificate nel Regolamento tesi del Corso di laurea in Scienze e tecniche psicologiche.

Sbocchi occupazionali

operatori in servizi diretti alla persona, ai gruppi, alle organizzazioni e alla comunità

funzione in un contesto di lavoro:
Questa categoria comprende gli operatori in servizi diretti alla persona, ai gruppi, alle organizzazioni e alla comunità sotto la supervisione di un laureato magistrale in psicologia.

competenze associate alla funzione:
Tali operatori devono essere in grado di entrare in relazione con le diverse tipologie d’utenza dei servizi alla persona, anche quando essi sono rivolti a particolari categorie portatrici di disagio (es. persone con disabilità o gravi disturbi psichici; minori in difficoltà). Inoltre tali operatori devono essere in grado di lavorare in gruppo, anche con professionalità diverse.

sbocchi professionali:
Tali operatori svolgono la loro attività prevalentemente presso aziende che erogano servizi alla persona, anche di supporto online o telefonico; presso cooperative e cooperative sociali.

Operatori nel settore della formazione professionale

funzione in un contesto di lavoro:
Questa categoria comprende gli operatori della formazione nel mondo del lavoro, con particolare riferimento ai processi comunicativi nelle organizzazioni pubbliche e nelle strutture aziendali

competenze associate alla funzione:
Tali operatori devono essere in grado di collaborare alla programmazione, sviluppo e gestione di un percorso di formazione e aggiornamento professionale e nel mondo del lavoro, con particolare riferimento ai percorsi che hanno come oggetto i processi comunicativi nelle organizzazioni, la gestione dei gruppi di lavoro, dello stress e del benessere del lavoratore.

sbocchi professionali:
Tali operatori svolgono la loro attività prevalentemente presso agenzie di formazione professionale e presso i centri per l’impiego, sia pubblici che privati.

intervistatori professionali

funzione in un contesto di lavoro:
Tali operatori devono essere in grado di collaborare nella costruzione e poi di utilizzare strumenti di rilevazione efficaci (survey, interviste), Inoltre tali operatori possono essere impegnati dalle organizzazioni nelle attività di supporto e assistenza alla clientela.

competenze associate alla funzione:
Operatori in grado di costruire strumenti di rilevazione efficaci (test, interviste, questionari) e di gestire l’analisi quantitativa e qualitativa di dati rilevanti per le organizzazioni pubbliche e private (ad es. per lanalisi dei processi di comunicazione interni ed esterni). Operatori in grado di gestire adeguatamente lo scambio comunicativo vis a vis o mediato dalla tecnologia, anche in situazioni di forte stress e impatto emotivo.

sbocchi professionali:
Tali operatori svolgono la loro attività prevalentemente presso organizzazioni pubbliche e private che si occupano di indagini di mercato o di indagini sociali.

Accesso a studi ulteriori per la professione di psicologo

funzione in un contesto di lavoro:
L’orientamento prevalente negli ordini professionali legati alla psicologia enfatizza la necessità di una formazione quinquennale per la preparazione di uno psicologo professionista. Conseguentemente, il Corso di Laurea in Scienze e tecniche psicologiche è rivolto al conseguimento delle conoscenze e competenze necessarie per proseguire la carriera di studente presso una laurea magistrale in Psicologia.

competenze associate alla funzione:
Lo studente magistrale di psicologia deve conoscere l’anatomia e il funzionamento del cervello e i meccanismi di funzionamento della persona, sia normale che patologico. Inoltre è necessario che sappia orientarsi all’interno dell’evoluzione storica delle diverse teorie psicologiche e dei loro principali ambiti di applicazione. Infine è necessario che conosca i rudimenti metodologici per svolgere una ricerca in psicologia.

sbocchi professionali:
Seppur non possono essere considerati sbocchi professionali in senso stretto, lo studente che ha raggiunto tali competenze potrà iscriversi con successo ad una laurea magistrale in psicologia, sia presso il nostro ateneo sia presso altri atenei italiani

Valutazione degli studenti

Docenti di riferimento
PSICOLOGIA SOCIALE (M-PSI/05)
PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E PSICOLOGIA DELL'EDUCAZIONE (M-PSI/04)
PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E PSICOLOGIA DELL'EDUCAZIONE (M-PSI/04)
PSICOMETRIA (M-PSI/03)
PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E PSICOLOGIA DELL'EDUCAZIONE (M-PSI/04)
PSICOLOGIA GENERALE (M-PSI/01)
PSICOLOGIA SOCIALE (M-PSI/05)
PSICOBIOLOGIA E PSICOLOGIA FISIOLOGICA (M-PSI/02)
PSICOLOGIA SOCIALE (M-PSI/05)
PSICOLOGIA DEL LAVORO E DELLE ORGANIZZAZIONI (M-PSI/06)
PSICOLOGIA SOCIALE (M-PSI/05)
PSICOBIOLOGIA E PSICOLOGIA FISIOLOGICA (M-PSI/02)
PSICOLOGIA CLINICA (M-PSI/08)
PSICOLOGIA GENERALE (M-PSI/01)
PSICOLOGIA DINAMICA (M-PSI/07)
PSICOLOGIA DINAMICA (M-PSI/07)
PSICOMETRIA (M-PSI/03)