Specifiche sul corso

Area del corso: 
Dipartimento: 
DIPARTIMENTO DI INFORMATICA, SISTEMISTICA E COMUNICAZIONE
Tipo di corso: 
Laurea triennale (DM 270)
Anno accademico: 
2017/2018
Posti disponibili: 
380
Durata in anni: 
3
Crediti: 
180
Sede: 
MILANO
Lingua: 
Italiano
Modalita' didattica dell'ordinamento: 
Convenzionale

Norme per l'accesso

Le competenze e conoscenze richieste riguardano una adeguata preparazione nelle materie oggetto di insegnamento nella scuola media superiore, con speciale riferimento alle discipline scientifiche e agli approcci metodologici e sperimentali che le caratterizzano.
Possono essere ammessi al Corso di Laurea in Informatica i candidati in possesso del diploma di scuola media superiore o di titolo estero equipollente ai sensi del D.M. 22 ottobre 2004 n.270.

Modalità di ammissione

Per l'anno accademico 2017-2018, il Corso di laurea in Informatica è ad accesso programmato al fine di garantire la qualità dell'offerta didattica in relazione alle risorse disponibili. Per l'iscrizione al primo anno sono disponibili 380 posti di cui 5 riservati a studenti extracomunitari non residenti e 4 riservati a studenti cinesi nell'ambito del Programma "Marco Polo".
Per l'accesso al Corso di laurea è previsto un test di ammissione. La selezione verrà effettuata secondo le modalità e nella data definite dal bando che disciplina l’accesso al corso.
I risultati della prova di selezione sono resi pubblici con affissione all'albo ufficiale e sul sito web dell'Ateneo (www.unimib.it).
Gli studenti saranno ammessi in base alla graduatoria fino a saturazione dei posti, senza alcun vincolo sul punteggio conseguito.
I candidati la cui posizione occupata in graduatoria rientra nel numero programmato, ma che hanno totalizzato un numero di risposte esatte nella sezione “matematica di base” minore di quanto indicato nel bando, possono comunque immatricolarsi. Tuttavia viene loro consigliato di seguire i precorsi di matematica previsti nel mese di settembre. Inoltre, si raccomanda loro di seguire il corso di Richiami di matematica che si terrà a partire dal mese di ottobre, al cui termine sarà possibile sostenere una prova di verifica. Coloro che non superano tale prova non potranno sostenere nessuno degli esami degli anni successivi al primo, se non dopo il superamento dell’esame di Analisi Matematica previsto al primo anno.
Oltre all'iscrizione annuale (tempo pieno), lo studente potrà effettuare una iscrizione a crediti (CFU) optando per un impegno a tempo parziale, con le modalità definite nell'art. 9 del Regolamento degli studenti http://www.unimib.it/go/45702 .

Obiettivi formativi e competenze attese

L'obiettivo specifico del corso di laurea è quello di formare figure professionali che corrispondano a una visione tripolare dell'informatica in cui un solido nucleo tecnologico, in rapida evoluzione e con una forte componente ingegneristica, è arricchito da strutture concettuali e metodologiche che si fondano nella tradizione delle scienze matematiche fisiche e naturali e nella tradizione umanistica e socio-economica. A questi contenuti di base si accompagna una visibilità di un insieme di contesti applicativi trasversali che coprono ormai tutti gli aspetti della vita sociale.
L'obiettivo di formare competenze e capacità fortemente interdisciplinari è un aspetto caratterizzante del corso di laurea e risponde alle esigenze sia della ricerca, sia del mercato del lavoro. Il carattere pervasivo dell'informatica richiede infatti figure professionali capaci di applicarla in molteplici settori produttivi, e di comprenderne gli impatti in un più ampio contesto culturale, sociale ed economico.
Il nucleo delle competenze corrisponde agli obiettivi generali della classe di laurea, cioè ai settori scientifico-disciplinari di base e caratterizzanti INF/01 (Informatica) e ING-INF/05 (Sistemi di elaborazione delle informazioni). L'ampiezza di questi settori consente ricche possibilità di scelta, che saranno indirizzate ponendo particolare attenzione alle metodologie e tecnologie informatiche che sono direttamente applicabili alla soluzione di problemi del mondo produttivo. Altro elemento fondamentale nella formazione di base è la componente matematica, tipicamente l'algebra e l'analisi matematica che forniscono conoscenze di base indispensabili per una completa formazione informatica.

Il corso di laurea in Informatica comprende perciò tre aree principali di apprendimento:

- Area metodologica di base, con l'obiettivo principale di fornire competenze generali e trasferibili. In questa area è compresa la capacità di analizzare e modellare problemi complessi, con attenzione in particolare alle discipline matematiche e anche attraverso paradigmi di analisi e modellazione derivate da altre discipline scientifiche quali la statistica e la fisica;

- Area informatica generale, con l'obiettivo di fornire competenze generali di tipo informatico riutilizzabili in tutti i settori professionali dell'informatica. In questa area sono comprese l'apertura verso temi culturali, sociali ed etici connessi in particolare con gli aspetti cognitivi e comunicativi dell'informatica;

- Area informatica professionalizzante, con l'obiettivo di fornire competenze specifiche direttamente spendibili sul mercato del lavoro. In questa area sono comprese competenze su tematiche scientifiche, tecnologiche e applicative specifiche quali, ad esempio, i sistemi informativi, la bioinformatica, l'automazione, le telecomunicazioni, internet, l'elaborazione delle immagini.

Le attività formative del Corso di Laurea in Informatica sono articolate in accordo con gli obiettivi formativi:
- l'area metodologica di base è il focus di insegnamenti del primo anno (2 esami), del secondo anno (2 esami) e del terzo anno (1 esame) per un totale di 40 CFU;
- l'area informatica generale è il focus di insegnamenti del primo (5 esami) e del secondo anno (6 esami) per un totale di 88 CFU;
- l'area informatica professionalizzante è il focus di insegnamenti del terzo anno (2 esami) per 16 CFU e delle attività a scelta libera per 16 CFU. L'ampia scelta di insegnamenti del terzo anno consente di costruire in modo flessibile figure professionali personalizzate, per rispondere agli interessi degli studenti e alle esigenze del mercato del lavoro;
- le conoscenze linguistiche comportano l'acquisizione di 3 CFU al primo anno;
- lo stage comporta l'acquisizione di 13 CFU al terzo anno;
- la prova finale comporta l'acquisizione di 4 CFU al terzo anno.

Nel seguito si dettagliano le competenze acquisibili nelle varie aree di apprendimento:

AREA METODOLOGICA DI BASE

Conoscenza e comprensione
Il laureato in Informatica possiede una base essenziale di competenze metodologiche generali e trasferibili nelle aree dell’analisi matematica, dell’algebra, della probabilità, della ricerca operativa e della fisica.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Il laureato in Informatica deve mostrare familiarità con i fondamenti delle discipline metodologiche di base, applicandone in modo rigoroso i metodi alla modellazione di problemi di moderata complessità relativi, in particolare ma non esclusivamente, al dominio dell’informatica.

Le conoscenze e capacità sono conseguite e verificate nelle seguenti attività formative:
- Analisi Matematica
- Algebra lineare e geometria
- Fisica
- Metodi algebrici per l'Informatica
- Probabilità e Statistica per l'Informatica
- Ricerca Operativa e pianificazione delle risorse

AREA INFORMATICA GENERALE

Conoscenza e comprensione
Il laureato in informatica possiede una solida base di conoscenze e capacità generali tipiche della disciplina e relative a metodologie e tecnologie informatiche consolidate ed aggiornate, che riguardano la teoria degli algoritmi, i linguaggi e le tecniche di programmazione, l’architettura degli elaboratori, i sistemi operativi, le reti e i sistemi distribuiti, le basi di dati.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Il laureato in Informatica deve mostrare familiarità con i fondamenti delle discipline informatiche, applicandone in modo rigoroso i metodi e le tecniche alla modellazione di problemi e traducendone la soluzione in termini di realizzazione di software e di utilizzo di sistemi e applicazioni. La capacità di applicare conoscenza e comprensione è acquisita e verificata attraverso attività di laboratorio e di realizzazione di semplici progetti nel contesto dei singoli insegnamenti.

Le conoscenze e capacità sono conseguite e verificate nelle seguenti attività formative:
- Algoritmi e strutture dati
- Architettura degli elaboratori
- Fondamenti dell'Informatica
- Programmazione 1
- Programmazione 2
- Analisi e progettazione del software
- Basi di Dati
- Linguaggi di programmazione
- Linguaggi e computabilità
- Reti e Sistemi Operativi
- Sistemi distribuiti

AREA INFORMATICA PROFESSIONALIZZANTE

Conoscenza e comprensione
Il laureato in Informatica possiede conoscenze e capacità professionalizzanti relative a specifiche tecnologie e a specifici domini applicativi che comprendono in particolare la pianificazione e l'analisi dei dati, i sistemi informativi (visti anche sotto l'aspetto organizzativo e dell'interazione con e tra gli utenti), l’elaborazione di immagini e il trattamento di informazioni multimediali, l’automazione e la robotica, la bioinformatica, l’ingegneria del software, la sicurezza. L’ampia possibilità di scelta consente allo studente di costruire una figura professionale personalizzata in base ai suoi interessi specifici.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Il laureato in Informatica deve mostrare padronanza delle metodologie e delle tecnologie legate alla sua figura professionale, scegliendo in modo critico gli approcci più adeguati alla soluzione di problemi specifici e utilizzandoli nella realizzazione di applicazioni. La capacità di applicare conoscenza e comprensione è acquisita e verificata attraverso attività di laboratorio e di realizzazione di semplici progetti nel contesto dei singoli insegnamenti e dell’attività di stage.

Le conoscenze e capacità sono conseguite e verificate nelle seguenti attività formative:
- Analisi e progetto di algoritmi
- Business Intelligence per i servizi finanziari
- Complementi di Basi di dati
- Elaborazione delle immagini
- Elementi di Bioinformatica
- Informatica grafica
- Ingegneria del software
- Interazione uomo-macchina
- Metodi Formali
- Metodi informatici per la gestione aziendale
- Programmazione C++
- Programmazione di dispositivi mobili
- Robotica e Automazione
- Sicurezza ed affidabilità
- Sistemi embedded
- Trattamento e codifica di dati multimediali

COMPETENZE TRASVERSALI

Autonomia di giudizio
La presenza di insegnamenti caratterizzati da approcci teorici e metodologici diversi (ad esempio, quelli orientati, oltre che all'informatica teorica, alla fisica, all'ingegneria della conoscenza, alla teoria delle probabilità), unite alle attività di laboratorio, ai progetti relativi e allo svolgimento dello stage, favorisce l'acquisizione di un atteggiamento critico orientato alla scelta dell'approccio più adatto per la soluzione di problemi specifici.

La presenza di insegnamenti che trattano problematiche relative all'utilizzo di Internet, ai sistemi informativi, ai sistemi cooperativi, all'automazione, all'elaborazione di immagini e alla sorveglianza favorisce inoltre la capacità di raccogliere e interpretare i dati relativi a specifici problemi per determinare giudizi autonomi sull'uso delle tecnologie informatiche, inclusa la riflessione su temi sociali, scientifici o etici.

Abilità comunicative
Le capacità comunicative sono acquisite attraverso:
- la presentazione e discussione di progetti che costituiscono parte integrante delle attività di valutazione associate a molti insegnamenti;
- la discussione della prova finale, focalizzata sulla presentazione dell'esperienza di tirocinio e orientata anche a interlocutori non specialisti della tematica trattata;
- lo svolgimento di attività di gruppo nello sviluppo di progetti e nell'esperienza di stage.

Capacità di apprendimento
Le capacità di apprendimento e di studio autonomo sono acquisite grazie alle attività didattiche e di laboratorio che si appoggiano sull'uso e la comprensione di libri di testo avanzati e di documentazione tecnica anche in lingua inglese e reperibile anche su Internet. Le attività possono essere accompagnate dall'uso di strumenti di e-learning e da test sistematici di autovalutazione, atti a favorire una gestione parzialmente autonoma del percorso formativo.

Insegnamenti

Per le regole di scelta degli insegnamenti non obbligatori consultare il Regolamento didattico
* = obbligatorio

Prova finale

La prova finale per il conseguimento del titolo di studio ha l'obiettivo di verificare il lavoro svolto e le capacità di comunicare del candidato. Essa comporta l'acquisizione di 4 CFU e consiste nella presentazione e discussione orale di una breve relazione scritta costituita dall' approfondimento personale di un argomento affrontato nell'ambito di una disciplina studiata, facendo di norma riferimento all'esperienza maturata durante il tirocinio formativo e/o di orientamento (stage), che comporta l'acquisizione di 13 CFU.

Sbocchi occupazionali

Analista e progettista di software

funzione in un contesto di lavoro:
Il laureato in Informatica può svolgere diverse funzioni come analista e progettista di software operando, almeno inizialmente, sulla base di specifiche ben definite da un responsabile di progetto:
- progettazione, programmazione e testing di applicazioni software;
- manutenzione, gestione, distribuzione e installazione di prodotti software;
- analisi dei requisiti utente e progettazione di applicazioni di moderata complessità;
- coordinamento dell’attività di piccoli gruppi di progetto;
- commercializzazione e assistenza agli utenti.

competenze associate alla funzione:
Le competenze principali di un analista e progettista di software sono:
- competenze di base di tipo matematico e capacità di analizzare e modellare i problemi in modo rigoroso;
- competenze relative alle capacità comunicative e al lavoro di gruppo;
- competenze di base di tipo informatico, relative ai principi della programmazione, della modellazione dell’informazione e dell'architetture dei sistemi informatici;
- competenze specifiche, relative ai principali linguaggi e ambienti di programmazione, alle metodologie di sviluppo del software e alle tecnologie utilizzate in specifici ambiti applicativi.

sbocchi professionali:
Un analista e progettista di software trova sbocchi occupazionali in imprese operanti nell’area dello sviluppo software e, in particolare, dei servizi e delle applicazioni Web, dell’automazione, delle telecomunicazioni, delle reti, della componentistica e dei dispositivi mobili. Trova inoltre interessanti opportunità in attività di lavoro autonomo e in iniziative imprenditoriali.

Esempi significativi di ruoli professionali sono:
- Programmatore
- Analista programmatore
- Tecnico commerciale
- Specialista integrazione e collaudo software
- Sviluppatore di sistemi di automazione
- Sviluppatore di sistemi gestionali
- Sviluppatore di applicazioni mobili (Apps)
- Sviluppatore di siti web
- Sviluppatore di applicazioni di elaborazione immagini
- Sviluppatore di applicazioni grafiche
- Sviluppatore di applicazioni bionformatiche

Progettista e amministratore di sistema

funzione in un contesto di lavoro:
Il laureato in Informatica può svolgere diverse funzioni come progettista e amministratore di sistema operando, almeno inizialmente, sulla base di specifiche ben definite da un responsabile di progetto:
- progettazione, sviluppo, installazione e gestione di banche dati;
- configurazione, gestione, ottimizzazione, sicurezza e recovery di sistemi informatici;
- analisi dei requisiti utente e progettazione di banche dati e di sistemi informatici di moderata complessità;
- coordinamento dell’attività di piccoli gruppi di progetto;
- commercializzazione e assistenza agli utenti.

competenze associate alla funzione:
Le competenze principali di un progettista e amministratore di sistema sono:
- competenze di base di tipo matematico e capacità di analizzare e modellare i problemi in modo rigoroso;
- competenze relative alle capacità comunicative e al lavoro di gruppo;
- competenze di base di tipo informatico, relative ai principi della programmazione, della modellazione dell’informazione e delle architetture dei sistemi informatici;
- competenze specifiche, relative alle metodologie di analisi, progettazione e sviluppo di banche dati, alle principali tecnologie utilizzate nella realizzazione e gestione di sistemi informativi e alle problematiche di sicurezza.

sbocchi professionali:
Un progettista e amministratore di sistema trova sbocchi in imprese operanti nell’area dello sviluppo software e, in particolare, dei sistemi informativi. Trova sbocchi in imprese, amministrazioni e laboratori che utilizzano sistemi informatici. Trova inoltre interessanti opportunità in attività di lavoro autonomo e in iniziative imprenditoriali.

Esempi significativi di ruoli professionali sono:
- Programmatore
- Analista programmatore
- Amministratore di reti e di sistemi telematici
- Gestore siti web
- Gestore di basi dati
- Tecnico commerciale
- Sistemista
- Specialista in sviluppo basi dati
- Specialista in sicurezza informatica

Valutazione degli studenti

Docenti di riferimento
INFORMATICA (INF/01)
SISTEMI DI ELABORAZIONE DELLE INFORMAZIONI (ING-INF/05)
INFORMATICA (INF/01)
INFORMATICA (INF/01)
INFORMATICA (INF/01)
INFORMATICA (INF/01)
INFORMATICA (INF/01)
INFORMATICA (INF/01)
INFORMATICA (INF/01)
INFORMATICA (INF/01)
INFORMATICA (INF/01)
INFORMATICA (INF/01)
INFORMATICA (INF/01)
INFORMATICA (INF/01)
INFORMATICA (INF/01)
SISTEMI DI ELABORAZIONE DELLE INFORMAZIONI (ING-INF/05)
RICERCA OPERATIVA (MAT/09)
INFORMATICA (INF/01)