Iscrizioni 20/21: test, valutazioni e graduatorie

E’pubblicato l'elenco dei candidati ammessi, ammessi al colloquio e non ammessi al corso di laurea magistrale in Diritto delle organizzazioni pubbliche e private.

Anno di immatricolazione:

Specifiche sul corso

Area del corso: 
Dipartimento: 
DIPARTIMENTO DI GIURISPRUDENZA (SCHOOL OF LAW)
Tipo di corso: 
Corso di Laurea Magistrale
Anno accademico: 
2020/2021
Durata in anni: 
2
Crediti: 
120
Sede: 
MILANO
Lingua: 
Italiano
Modalita' didattica dell'ordinamento: 
Convenzionale

Norme per l'accesso

Per accedere al corso occorre essere in possesso di una laurea o un diploma universitario di durata triennale, o altro titolo acquisito all'estero e riconosciuto idoneo. Sono richieste conoscenze di base in ambito giuridico, specificamente nei settori del Diritto privato, Diritto commerciale, Diritto pubblico e/o amministrativo, nonché conoscenze di base in ambito economico, riguardanti l'Economia politica, la Scienza delle finanze, l'Economia aziendale e/o la Finanza aziendale.

Il possesso della laurea nella classe L-14 soddisfa il requisito curriculare.

Per gli studenti provenienti da altre classi, è richiesto il possesso di complessivi 33 CFU con riferimento ai seguenti settori:
- almeno 6 CFU nel SSD IUS/01;
- almeno 6 CFU nel SSD IUS/04;
- almeno 9 CFU nei SSD IUS/09, IUS/10;
- almeno 12 CFU nei SSD SECS-P/01, SECS-P/03, SECS-P/07, SECS-P/09.

Indipendentemente dalla classe di laurea di provenienza, è altresì richiesta la conoscenza della lingua Inglese di livello B2 o equivalente.

Nel Regolamento didattico sono indicate le modalità di accesso e di verifica della personale preparazione.

Modalità di ammissione

Verificati i requisiti curriculari, l'ammissione al corso è condizionata alla valutazione dell'adeguatezza della personale preparazione. Tale requisito si considera soddisfatto in caso di voto di laurea uguale o superiore a 95/110. Diversamente la personale preparazione sarà valutata mediante colloquio davanti ad apposita Commissione.

Le modalità e le tempistiche per la presentazione della domanda di valutazione dei titoli, compresa la possibilità di accesso per gli studenti laureandi, saranno pubblicate sul sito di Ateneo www.unimib.it e nel Manifesto degli studi pubblicato dal Dipartimento nel mese di giugno.

La conoscenza di una lingua Inglese di livello B2 o equivalente potrà essere verificata con una delle seguenti modalità:
- certificazione rilasciata dall'Ateneo o da Ente accreditato dall'Ateneo, corrispondente al livello B2;
- esame da almeno 5 CFU risultante dalla carriera pregressa;
- superamento della prova di Ateneo prevista nel mese di settembre.

Le modalità e le tempistiche saranno pubblicate sul sito di Ateneo www.unimib.it e nel Manifesto degli studi pubblicato dal Dipartimento nel mese di giugno.

Obiettivi formativi e competenze attese

Il corso consente l’acquisizione di un’adeguata padronanza degli aspetti giuridici e dei principali strumenti delle scienze economiche e sociali che caratterizzano l’operatività delle organizzazioni complesse, sia nel settore pubblico, sia nel settore dell’impresa privata, ivi compresa quella no profit. In ragione dell’evoluzione sociale e dell’incrementata complessità degli enti pubblici e privati, la dimensione giuridica ha acquisito in essi un ruolo sempre più centrale, condizionante e imprescindibile. Per rispondere a queste esigenze, il corso mira alla formazione di una figura di elevata professionalità, in grado contribuire, in modo anche innovativo, alla gestione delle attività di tali organizzazioni, a ogni loro livello.

Il percorso formativo diretto alla costruzione della descritta figura professionale sarà caratterizzato da due principali aspetti.

In primo luogo, il percorso formativo sarà articolato in un nucleo di corsi (in linea preferenziale collocati nel primo anno) riguardanti tematiche di interesse comune per un percorso professionale sia nel settore pubblico che nel settore privato, tra le quali: i rapporti contrattuali tra P.A. e imprese; i vincoli organizzativi finalizzati alla trasparenza e alla prevenzione dei reati; i rapporti di lavoro e le dinamiche comportamentali nei processi organizzativi; le applicazioni derivanti dalle nuove tecnologie digitali; gli strumenti di tecnica aziendale; i profili penalistici relativi all'amministrazione pubblica e d’impresa.

Su questa base è successivamente prevista la possibilità di approfondimento, attraverso la costruzione di percorsi curriculari su aree tematiche legate all'amministrazione pubblica e all'amministrazione d'impresa. Nel primo caso, sarà possibile approfondire tematiche quali: i rapporti di lavoro nella P.A.; la disciplina delle società pubbliche; il diritto regionale, urbanistico e ambientale. Nel secondo caso, sarà possibile approfondire tematiche quali: i contratti di impresa; le operazioni di finanziamento e riorganizzazione delle imprese, anche in una prospettiva cross-border; i rapporti del sistema finanziario.
Questi eventuali curricula saranno in ogni caso sviluppati combinando i ranges di crediti associati a ogni specifico ambito assicurando il rispetto del requisito di destinare almeno 30 CFU ad attività caratterizzanti in settori disciplinari di IUS.

In secondo luogo, una parte significativa dell’attività didattica sarà impostata su un approccio tematico e interdisciplinare, per rispondere più adeguatamente alla domanda di formazione proveniente dal mondo professionale, sia nel settore pubblico che nel settore privato: corsi, cioè, non identificati con una singola disciplina o da un specifico settore scientifico disciplinare, ma svolti su temi rilevanti, affrontati da più punti di vista/settori disciplinari, in qualche caso anche non esclusivamente giuridici.
Parte integrante di questa impostazione sarà l’orizzonte sovranazionale dei problemi giuridici e dei fenomeni esaminati, elemento ormai indispensabile per un’adeguata formazione in ogni disciplina di diritto positivo.

La struttura del corso consentirà di acquisire una preparazione avanzata nel settore (pubblico/privato) prescelto dagli studenti e, al tempo stesso, di beneficiare di una virtuosa contaminazione tra profili pubblicistici e privatistici e tra diverse discipline, contrastando, così, quella parzialità di visuale, che spesso i laureati riscontrano nell’approccio con il mondo del lavoro.

In aggiunta, a ulteriore rafforzamento del carattere professionalizzante della proposta formativa, sarà incoraggiato e favorito il compimento di un’esperienza di stage presso enti pubblici o privati a conclusione del percorso di studi. Tale esperienza, oltre ad offrire una prima possibilità di continuità tra studio e mondo del lavoro, potrà costituire il punto di partenza per la preparazione di tesi di laurea dal carattere sperimentale/applicativo, nonché per l’affinamento delle competenze trasversali (per es.: team work, problem solving, comunicazione). Potranno essere previste ulteriori attività utili per l’inserimento nel mondo del lavoro, organizzate a piccoli gruppi, in forma seminariale o laboratoriale, anche con la presenza di esperti del mondo del lavoro. Sarà altresì possibile acquisire ulteriori conoscenze di lingua straniera.

Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding)
Il laureato possiede solide e approfondite conoscenze multidisciplinari in ordine ai principali profili giuridici dell’organizzazione e dell’attività di amministrazioni pubbliche e imprese private. Il laureato padroneggia le metodologie della scienza giuridica e i principali strumenti delle scienze economiche e sociali per analizzare e risolvere problemi in contesti dinamici. La metodologia didattica prevede un approccio multidimensionale attraverso il concorso delle varie discipline interessate.
Le attività sono sviluppate attraverso lezioni frontali, seminari tematici, analisi dei dati e della giurisprudenza e delle prassi. Le verifiche sono effettuate tramite esami in forma orale e/o scritta.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione (applying knowledge and understanding)
Il laureato è in grado di affrontare situazioni complesse ed elaborare strategie innovative nelle organizzazioni pubbliche e private, attraverso l’applicazione delle conoscenze maturate. Il laureato è in grado di risolvere problemi organizzativi, gestionali e relazionali.
L’ approccio multidisciplinare, unitamente allo studio dei casi e all’eventuale attività di stage consentiranno l’acquisizione di tali competenze che saranno verificate attraverso prove d’esame, la redazione di lavori scritti, presentazioni orali, work-groups, la relazione di stage e l’elaborato finale.

Il corso di studi prevede le seguenti aree di apprendimento:
1) Area formazione comune
2) Area di approfondimento per la Pubblica Amministrazione
3) Area di approfondimento per l’impresa
che permettono di acquisire le seguenti competenze necessarie (con riferimento ai Descrittori europei dei titoli di studio):

1) Area formazione comune
a) Conoscenza e comprensione (knowledge and understanding)
La conoscenza dei principali profili giuridici dell’organizzazione e dell’attività di amministrazioni pubbliche e imprese private è comune ad entrambe le tipologie di enti. Pertanto è prevista un’area di apprendimento qualificante la struttura del corso. In quest’area sono previste attività formative, anche multidisciplinari, che consentono l’acquisizione di conoscenze indispensabili relative a: rapporti negoziali tra imprese e pubbliche amministrazioni; smart contracts e altre applicazioni della tecnologia blockchain; rapporti sindacali; procedure interne di prevenzione dei reati; dinamiche comportamentali nei processi organizzativi; strumenti di tecnica aziendale; reati economici e contro la P.A.
Il laureato acquisisce una conoscenza unitaria e non frammentata dei fenomeni, giuridici e non, oggetto di studio ed è così in grado di avere una visione completa delle problematiche affrontate.
Le attività formative sono sviluppate attraverso lezioni frontali, seminari tematici, analisi dei dati e della giurisprudenza e delle prassi. Le verifiche sono effettuate tramite esami in forma orale e/o scritta.

b) Capacità di applicare conoscenza e comprensione (applying knowledge and understanding)
Il laureato è in grado di comprendere, esaminare e valutare situazioni complesse nelle organizzazioni pubbliche e private, attraverso l’applicazione delle conoscenze maturate.
L’approccio multidisciplinare, unitamente allo studio dei casi, consentiranno l’acquisizione di tali competenze che saranno verificate attraverso prove d’esame la redazione di lavori scritti, presentazioni orali, work-groups.

Le conoscenze e capacità sono conseguite e verificate nelle seguenti attività formative:
- Rapporti tra imprese e P.A., 12 CFU
- Smart contracts, bitcoin e blockchain technology, 6 CFU
- Diritto sindacale e delle relazioni industriali, 6 CFU
- Analisi di bilancio, 6 CFU
- Diritto penale delle imprese e della P.A., 9 CFU
- Procedure interne di prevenzione dei reati, 9 CFU
- Psicologia dei processi decisionali, 6 CFU

2) Area di approfondimento per la Pubblica Amministrazione
a) Conoscenza e comprensione (knowledge and understanding)
In quest’area il laureato avrà acquisito conoscenze specifiche e approfondite in ordine all’organizzazione e al funzionamento delle amministrazioni pubbliche nelle loro diverse articolazioni. Sono pertanto previste attività formative relative all’ accesso all’impiego e ai rapporti di lavoro nelle pubbliche amministrazioni, all’organizzazione e al funzionamento delle società a partecipazione pubblica, alla storia della pubblica amministrazione e alla comparazione del diritto pubblico, al diritto delle regioni e degli enti locali. Sono previsti inoltre insegnamenti specialistici opzionali nei settori dell’urbanistica e della tutela dell’ambiente.
Le attività formative sono sviluppate attraverso lezioni frontali, seminari tematici, analisi dei dati e della giurisprudenza e delle prassi. Le verifiche sono effettuate tramite esami in forma orale e/o scritta. Conoscenze applicative saranno acquisite mediante l’eventuale attività di stage presso una pubblica amministrazione e/o con seminari/laboratori svolti da operatori del settore.

b) Capacità di applicare conoscenza e comprensione (applying knowledge and understanding)
Il laureato è in grado di inserirsi in modo consapevole nell’ambito delle organizzazioni pubbliche e di offrire un contributo di elevata professionalità in contesti fortemente caratterizzati e specialistici. Il laureato è in grado di risolvere problemi organizzativi, gestionali e relazionali.
L’approccio multidisciplinare, unitamente allo studio dei casi e all’eventuale attività di stage consentiranno l’acquisizione di tali competenze che saranno verificate attraverso prove d’esame, la redazione di lavori scritti, presentazioni orali, work-groups, la relazione di stage e l’elaborato finale.

Le conoscenze e capacità sono conseguite e verificate nelle seguenti attività formative:
- Rapporti di lavoro nelle P.A., 12 CFU
- Diritto regionale e degli enti locali, 6 CFU
- Società a partecipazione pubblica, 6 CFU
- Storia e comparazione delle P.A., 6 CFU
- Diritto urbanistico, 6 CFU
- Diritto ambientale, 6 CFU
Altre attività formative:
- Stage, 6 CFU
- Seminario di approfondimento, 3 CFU
- Ulteriori conoscenze lingua inglese, 3 CFU
- Ulteriori conoscenze lingua francese, 3 CFU
- Ulteriori conoscenze lingua spagnola, 3 CFU
- Ulteriori conoscenze lingua tedesca, 3 CFU
- I-Bicocca Silver, 1 CFU
- I-Bicocca Gold, 2 CFU
- I-Bicocca Platinum, 3 CFU

3) Area di approfondimento per l’Impresa
a) Conoscenza e comprensione (knowledge and understanding)
In quest’area il laureato avrà acquisito conoscenze specifiche e approfondite in ordine all’organizzazione e al funzionamento delle imprese nelle loro diverse articolazioni. Sono pertanto previste attività formative relative a: contratti di impresa e sistemi di pagamento, operazioni cross-border delle imprese, operazioni di finanziamento e riorganizzazione, rapporti bancari.
Le attività formative sono sviluppate attraverso lezioni frontali, seminari tematici, analisi dei dati e della giurisprudenza e delle prassi. Le verifiche sono effettuate tramite esami in forma orale e/o scritta. Conoscenze applicative saranno acquisite mediante l’eventuale attività di stage presso una impresa e/o con seminari/laboratori svolti da operatori del settore.

b) Capacità di applicare conoscenza e comprensione (applying knowledge and understanding)
Il laureato è in grado di inserirsi in modo consapevole nell’ambito delle imprese private e di offrire un contributo di elevata professionalità in contesti fortemente caratterizzati e specialistici. Il laureato è in grado di risolvere problemi organizzativi, gestionali e relazionali.
L’approccio multidisciplinare, unitamente allo studio dei casi e all’eventuale attività di stage consentiranno l’acquisizione di tali competenze che saranno verificate attraverso prove d’esame, la redazione di lavori scritti, presentazioni orali, work-groups, la relazione di stage e l’elaborato finale.

Le conoscenze e capacità sono conseguite e verificate nelle seguenti attività formative:
- Diritto bancario, 6 CFU
- Contratti d’impresa, 6 CFU
- Società cross-border, 6 CFU
- Operazioni di finanziamento e di riorganizzazione delle imprese, 12 CFU
Altre attività formative:
- Stage, 6 CFU
- Seminario di approfondimento, 3 CFU
- Ulteriori conoscenze lingua inglese, 3 CFU
- Ulteriori conoscenze lingua francese, 3 CFU
- Ulteriori conoscenze lingua spagnola, 3 CFU
- Ulteriori conoscenze lingua tedesca, 3 CFU
- I-Bicocca Silver, 1 CFU
- I-Bicocca Gold, 2 CFU
- I-Bicocca Platinum, 3 CFU

Competenze necessarie trasversali alle aree di approfondimento (con riferimento ai Descrittori europei dei titoli di studio)

c) Autonomia di giudizio (making judgements)
Il laureato possiede le capacità di valutare situazioni complesse, di individuare soluzioni appropriate e di assumersi la responsabilità delle scelte operate.
Tale competenza sarà acquisita mediante un approccio didattico problematizzante con l’esame di casi concreti, nonché grazie all’eventuale esperienza di stage e all’ elaborazione della tesi di laurea, e sarà verificata mediante esami scritti e orali, la partecipazione a work-groups, la redazione e discussione dell’elaborato per la prova finale.

d) Abilità comunicative (communication skills)
Il laureato è in grado di comunicare in forma scritta e orale informazioni, idee, problemi e soluzioni a interlocutori specialisti e non. Il laureato, inoltre, è in grado di organizzare lavori in equipe, stabilire relazioni fiduciarie, negoziare.
Tali abilità saranno acquisite e verificate mediante la partecipazione alle lezioni, la redazione di lavori scritti, presentazioni orali, work-groups, esami scritti e orali.

e) Capacità di apprendimento (learning skills)
Il laureato possiede gli strumenti per l'aggiornamento delle proprie competenze nonché per la prosecuzione degli studi.
L’ approccio multidisciplinare, unitamente allo studio dei casi e all’eventuale attività di stage consentiranno l’acquisizione di tali competenze, che saranno verificate attraverso prove d’esame, la redazione di lavori scritti, presentazioni orali, work-groups, la relazione di stage e l’elaborato finale.

Insegnamenti

Per le regole di scelta degli insegnamenti non obbligatori consultare il Regolamento didattico
* = obbligatorio

Prova finale

La prova finale consiste nella presentazione, con discussione orale, di una dissertazione scritta relativa a un argomento attinente a una delle discipline sostenute dallo studente nell'ambito del corso di studio.
Il lavoro può consistere nell'approfondimento critico dei temi studiati, realizzato attraverso un esame diretto, rigoroso e completo delle fonti, della letteratura e delle prassi giuridicamente rilevanti, oppure nella rielaborazione in chiave progettuale delle specifiche problematiche relative all’esperienza di stage.
In entrambi i casi lo studente, sotto la guida del relatore, acquisisce metodo nella ricerca delle fonti (normative o empiriche) e sviluppa adeguate capacità di effettuare analisi approfondite e di argomentazione del discorso giuridico, producendo un risultato originale.
La tesi potrà essere redatta e discussa anche in lingua inglese.

Sbocchi occupazionali

Esperto legale in imprese pubbliche e private

funzione in un contesto di lavoro:
Il laureato può svolgere, all'interno di enti pubblici o di imprese private, funzioni organizzative e gestionali, anche dirigenziali, nei principali ambiti operativi, tra i quali, in particolare, i settori del personale, dei con-tratti, del contenzioso, dell'internal audit, della compliance.

competenze associate alla funzione:
Il laureato è in grado di comprendere le esigenze e le dinamiche dell'organizzazione, al fine di impostare nel modo più consapevole ed efficace la gestione e le strategie di risoluzione dei problemi da affrontare sul terreno normativo. Tali competenze riguardano non solo le dinamiche interne (es.: rapporti di lavoro, modelli organizzativi, responsabilità individuali e collettive), ma anche le interazioni verso l'esterno (es.: rapporti tra imprese e P.A., trasparenza, privacy, accountability verso gli stakeholders, implicazioni della rivoluzione digitale, interazione con supporto legale esterno).

sbocchi professionali:
Pubbliche amministrazioni, autorità indipendenti e agenzie nazionali, comunitarie e internazionali; imprese e gruppi societari, anche di dimensione transnazionale; associazioni ed enti, anche del terzo settore.

Valutazione degli studenti

Docenti di riferimento
DIRITTO PENALE (IUS/17)
DIRITTO DEL LAVORO (IUS/07)
DIRITTO PRIVATO (IUS/01)
DIRITTO AMMINISTRATIVO (IUS/10)
DIRITTO PROCESSUALE PENALE (IUS/16)
DIRITTO PENALE (IUS/17)