Anno di corso: 1

Anno di corso: 2

Anno di corso: 3

Anno di corso: 4

Anno di corso: 5

LETTERATURA ITALIANA CON LABORATORIO

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2012/2013
Anno di corso: 
2
Anno accademico di erogazione: 
2013/2014
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
9
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
72

Moduli

Metodi di valutazione

Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

Per i frequentanti
Sono previsti una prova scritta intermedia, a risposte aperte, sui contenuti del modulo monografico (da preparare sui testi in bibliografia e sugli appunti del corso) e un colloquio d’esame sui contenuti del modulo istituzionale (da preparare sui testi in bibliografia e sugli appunti del corso). Qualora la prova scritta non sia superata o lo studente ne rifiuti il voto, il colloquio d'esame si estenderà anche ai contenuti del modulo monografico. La validità della prova scritta decorre dal primo appello di giugno 2014 all'appello di luglio 2016.
Per i non frequentanti
È previsto un colloquio d’esame per la discussione dell’intero programma, da preparare sui testi in bibliografia.

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Favorire una concezione della letteratura come materia viva, come fattore di crescita, come occasione di confronto e di scambio; dotare gli studenti della strumentazione necessaria per un corretto rapporto con il testo letterario; attivare risorse d’immaginazione, di gusto, di riflessione, funzionali a una pratica professionale motivata e motivante.
Più di preciso, i risultati di apprendimento auspicati sono i seguenti:
- conoscenza e comprensione del potenziale formativo dell’educazione letteraria (saper cogliere i benefici derivanti, sul piano personale e sul piano sociale, dall’incontro con i testi d’autore; saper valorizzare e diversificare le occasioni di lettura);
- conoscenza e comprensione delle caratteristiche e degli sviluppi della comunicazione letteraria nel corso dell’Otto-Novecento (saper leggere un testo letterario nella consapevolezza dei meccanismi che presiedono al suo funzionamento, saperne individuare le coordinate storiche e culturali);
- conoscenza e comprensione degli orientamenti teorico-metodologici relativi ai processi e alle pratiche di lettura, analisi, interpretazione del testo (saper contemperare i diritti e i doveri di un lettore; saper argomentare ipotesi e opinioni; saper progettare e animare percorsi di lettura).

Contenuti

Nel modulo monografico: opere, autori, tematiche specifiche della letteratura italiana dell’Otto-Novecento. Nel modulo istituzionale: elementi fondamentali della comunicazione letteraria, con particolare riguardo alla sua evoluzione nell’Otto-Novecento; questioni e problemi connessi alla ricezione e interpretazione del testo.

Programma esteso

Il modulo monografico verterà sull’opera di Vasco Pratolini, con espresso riferimento alla rappresentazione proposta dell’universo femminile, delle relazioni tra i due sessi, del ruolo della donna nella società e nella storia. L’indagine, che lambirà per accenni e passaggi di lettura anche le prove più tarde dell’autore, si applicherà in particolare a Il quartiere, Cronache di poveri amanti, Metello.
Il modulo istituzionale verterà sulla natura e sul complesso delle scelte che caratterizzano la scrittura letteraria, nelle diverse forme in cui si realizza e nei rapporti che intrattiene con il contesto in cui si colloca.

Bibliografia per i frequentanti
Modulo monografico: V.Pratolini, Il quartiere, Cronache di poveri amanti, Metello.
Inoltre: B.Falcetto, Storia della narrativa neorealista, Mursia, 1992 (pp. 5-9, 70-102, 155-195); G.Benvenuti, Ricordo di Vasco Pratolini, in “Otto-Novecento”, fasc.1, gennaio-febbraio 1995, pp.97-122; G. Benvenuti, Ersilia e le altre, in rete alla pagina dell'insegnamento (tra i materiali didattici) da novembre 2013. Ulteriori indicazioni potranno essere fornite durante lo svolgimento del corso.
Modulo istituzionale
E.Raimondi, Un’etica del lettore, Il Mulino, 2007; H.Grosser, Questioni e strumenti, Principato, 1993; G. M. Anselmi, Profilo storico della letteratura italiana, Sansoni, 2001 (pp.255-381).
Nelle lezioni in aula la riflessione teorica sarà calata nella lettura di opere o passi d’opera di particolare interesse per gli argomenti e gli aspetti considerati. Un elenco dei testi di riferimento sarà fornito ad apertura di corso.

Bibliografia per i non frequentanti
Modulo monografico: V.Pratolini, Il quartiere, Cronache di poveri amanti, Metello, possibilmente in edizione corredata da un apparato introduttivo.
Inoltre: B.Falcetto, Storia della narrativa neorealista, Mursia, 1992 (pp. 5-9, 70-102, 155-195); F.P.Memmo, Introduzione a Vasco Pratolini, Romanzi, Mondadori, 1993 (pp. XI- LXV); G. Benvenuti, Ersilia e le altre, in rete alla pagina dell'insegnamento (tra i materiali didattici) da novembre 2013.
Modulo istituzionale
E.Raimondi, Un’etica del lettore, Il Mulino, 2007; H.Grosser, Questioni e strumenti, Principato, 1993; G. M. Anselmi, Profilo storico della letteratura italiana, Sansoni, 2001 (pp.255-381).
Lo studio dei testi indicati andrà supportato dalla lettura e dall’analisi di alcune opere. Per la narrativa si richiederà la conoscenza integrale di uno dei seguenti romanzi, per i quali sarebbe utile un’edizione commentata o corredata da un apparato introduttivo: U.Foscolo, Ultime lettere di Jacopo Ortis; A. Manzoni, I promessi sposi; G. Verga, I Malavoglia; G. D’Annunzio, Il piacere; L. Pirandello, Il fu Mattia Pascal; I.Svevo, La coscienza di Zeno; D.Buzzati, Il deserto dei Tartari; E. Vittorini, Conversazione in Sicilia; P. Levi, Se questo è un uomo; C. Pavese, La luna e i falò; B.Fenoglio, Una questione privata; E.Morante, L’isola di Arturo; I. Calvino, Se una notte d’inverno un viaggiatore; A.Tabucchi, Sostiene Pereira. Per la poesia, per la quale si consiglia il ricorso a una buona antologia per i licei, si richiederà la conoscenza di: U.Foscolo, due sonetti; G.Leopardi, L’infinito,due canti della maturità; G. D’Annunzio, La pioggia nel pineto; G. Pascoli, almeno tre poesie da Myricae; G. Gozzano, due poesie da I colloqui e/o La via del rifugio; G. Ungaretti, almeno tre poesie da L’Allegria; U. Saba, almeno tre poesie dal Canzoniere; E. Montale, almeno tre poesie da Ossi di seppia e/o dalle Occasioni; V.Sereni, almeno tre poesie da Diario D’Algeria e/o da Gli strumenti umani. Per la scelta dei singoli testi all’interno delle raccolte segnalate si rimanda all’offerta dell’antologia di riferimento, che come tale andrà presentata al colloquio d’esame.

Bibliografia consigliata

Per il modulo monografico:
V.Pratolini, Il quartiere, Cronache di poveri amanti, Metello. In aggiunta, contributi critici parzialmente diversificati per i frequentanti e i non frequentanti (cfr. Programma esteso).
Per il modulo istituzionale:
E.Raimondi, Un’etica del lettore, Il Mulino, 2007; H.Grosser, Questioni e strumenti, Principato, 1993; G. M. Anselmi, Profilo storico della letteratura italiana, Sansoni, 2001 (pp.255-381). In aggiunta, testi d’autore parzialmente diversificati per i frequentanti e i non frequentanti (cfr. Programma esteso)

Modalità di erogazione

Convenzionale

Metodi didattici

Lezioni frontali e lezioni dialogate, con letture dai testi; laboratorio.

Contatti/Altre informazioni

Nel laboratorio, la cui frequenza è obbligatoria ai fini dell’ammissione al colloquio d’esame, gli studenti saranno chiamati a un’esperienza diretta, propedeutica a una declinazione didattica, dei processi e delle pratiche di lettura e analisi dei testi.