Anno di corso: 1

Crediti: 3
Crediti: 3
Crediti: 3
Crediti: 3
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 1
Tipo: Altro
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 1
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 1
Tipo: Altro
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro

Anno di corso: 2

Anno di corso: 3

Anno di corso: 4

Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6

Anno di corso: 5

Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 32
Tipo: Lingua/Prova Finale

STORIA DEL DIRITTO ROMANO

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2012/2013
Anno di corso: 
4
Anno accademico di erogazione: 
2015/2016
Tipo di attività: 
Obbligatorio a scelta
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
6
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
42

Moduli

Metodi di valutazione

Tipo di esame: 
Orale
Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

Prova orale

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Raggiungere competenza e padronanza dei contenuti del corso

Contenuti

Mentre il corso di Istituzioni di diritto romano riguarda il diritto privato romano, il corso di Storia del diritto romano, che ne costituisce complemento, ha per oggetto il diritto pubblico. Si studiano quindi, a partire dalla fondazione di Roma fino all'imperatore Giustiniano: le fonti di produzione del diritto, nella loro dimensione storica e nel loro contesto economico e politico; la storia costituzionale, esaminando in particolare i passaggi dalla monarchia alla repubblica, dal principato alla monarchia assoluta; i crimina, la repressione criminale e il processo criminale. Per i frequentanti, il corso 2015-16 svilupperà alcuni fondamenti storico-giuridici dell'antichità oggetto in particolare di dibattito scientifico moderno: primo fra tutti l'aspetto rituale del diritto e la formazione delle regole nei periodi di crisi economica e sociale.

Programma esteso

L'età delle origini;
La Repubblica;
Il Principato;
L'età Tardoantica;
La produzione del diritto nella sua evoluzione storica;
Il processo criminale.
Oltre alle linee basilari della storia giuridica di Roma, a lezione si tratterà, in particolare, il tema della ritualità del diritto, della sacertà, della espiazione criminale, della formazione delle regole, attraverso la presentazione e lo studio delle fonti documentarie (tutte tradotte in italiano).

Bibliografia consigliata

Studenti frequentanti:
F. Costabile, Storia del diritto pubblico romano, III ed.
riveduta, Iiriti ed. 2012 (fino alla Compilazione giustinianea compresa). Altri manuali, purché completi, potranno essere concordati con la docente.

- Il materiale didattico fornito a lezione.

Studenti non frequentanti:
F. Costabile, Storia del diritto pubblico romano, III ed.
riveduta, Iiriti ed. 2012 (fino alla Compilazione giustinianea compresa).Altri manuali, purché completi, potranno essere concordati con la docente.

Metodi didattici

Lezioni frontali

Contatti/Altre informazioni

FREQUENZA:
La frequenza è vivamente consigliata.
Le lezioni si svolgono nel primo semestre.

E-LEARNING:
Il corso si avvale di un supporto e-learning, al quale tutti, sia frequentanti che non frequentanti devono iscriversi.

CFU:
Anche quest’anno verranno organizzate attività collaterali al corso facoltative, come per esempio seminari od esercitazioni, la cui partecipazione consentirà l’attribuzione di CFU. Verrà data tempestiva comunicazione di ogni iniziativa.

ORARIO DI RICEVIMENTO:
Dopo la lezione.

Terminato il corso il ricevimento è fissato al mercoledì alle ore 11.

E-mail : Gli studenti possono contattare la prof.ssa scrivendo, esclusivamente dal loro indirizzo @campus.unimib.it a: chiara.buzzacchi@unimib.it

TESI:

La tesi si richiede direttamente alla docente.