Anno di corso: 1

Crediti: 3
Crediti: 3
Crediti: 3
Crediti: 3
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 1
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 1
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 1
Tipo: Altro
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro

Anno di corso: 2

Crediti: 15
Crediti: 12
Crediti: 15

Anno di corso: 3

Anno di corso: 4

Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Tipo: A scelta dello studente

Anno di corso: 5

Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 32
Tipo: Lingua/Prova Finale

DIRITTO DEL LAVORO

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2013/2014
Anno di corso: 
2
Anno accademico di erogazione: 
2014/2015
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
12
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
84

Moduli

Metodi di valutazione

Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

Corso A-L:Prova orale. per gli studenti frequentanti è prevista una prova scritta facoltativa.

Corso M-Z:Prova orale

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Raggiungere competenza e padronanza dei contenuti del corso

Contenuti

Diritto del lavoro a-l:
Lo studio del diritto del lavoro attiene ai due aspetti distinti, ma convergenti, della disciplina regolatrice del rapporto individuale di lavoro subordinato e di quella relativa all'organizzazione e all'azione dei sindacati dei lavoratori e dei datori di lavoro.
Il corso di diritto del lavoro, nel modulo A, avrà ad oggetto principale lo studio delle fonti e delle tecniche di regolazione dei rapporti di lavoro. L'approfondimento di alcuni singoli istituti o settori della materia avverrà nella prospettiva dell'acquisizione delle nozioni metodologiche fondamentali per comprendere le caratteristiche tipiche del diritto del lavoro: ruolo e rilievo dei principi costituzionali e della normativa inderogabile di tutela; progressivo rilievo del diritto comunitario; ruolo della giurisprudenza; sviluppo, contenuti caratteristici e problemi giuridici della contrattazione collettiva; rilievo e limiti dell'autonomia negoziale individuale. Il programma per l’anno accademico 2014/2015 tiene conto anche delle modifiche apportate a varie discipline del lavoro, tra cui quella dei licenziamenti, dalla legge n. 92 del 2012 (c.d. Legge Fornero) e quelle del mercato del lavoro, contratti a termine e apprendistato.
Il modulo B del corso, con articolazione oraria distinta, avrà ad oggetto approfondimenti di documenti e pronunce giurisprudenziali di alcuni dei temi della materia, anche già trattati nel modulo A.

D. del lavoro m-z:
MOD. A - 9 CFU - 63 ORE
Il corso di Diritto del lavoro si propone di fornire gli strumenti necessari per la comprensione delle regole che presiedono ai rapporti di lavoro, nei loro aspetti individuali e collettivi.

MOD. B - 3 CFU - 21 ORE
Il Corso di Diritto del Lavoro della Laurea Magistrale prevede, oltre al MOD. A (v. sopra), un ulteriore modulo, nell’ambito del quale è prevista l’analisi e la discussione in aula di casi giurisprudenziali.

Programma esteso

CORSO A-L
Le fonti del diritto del lavoro: i principi costituzionali; il ruolo del diritto comunitario; la normativa legale inderogabile e l’autonomia negoziale; il contratto collettivo e il contratto individuale di lavoro.
L’organizzazione sindacale e le rappresentanze nei luoghi di lavoro. La contrattazione collettiva. Il conflitto e il diritto di sciopero.
La disciplina del mercato del lavoro. Il lavoro subordinato e gli altri contratti nei quali è dedotta attività lavorativa. Utilizzazione diretta e indiretta del lavoro subordinato. I principi fondamentali e la disciplina dei rapporti tra datore di lavoro e lavoratori; la tutela della persona del lavoratore. Lo svolgimento della prestazione di lavoro: diritti ed obblighi delle parti. Il recesso dal rapporto di lavoro. Tecniche e strumenti di garanzia dei diritti.

CORSO M-Z: MOD. A - 9 CFU - 63 ORE

Il programma d’esame comprende lo studio dei seguenti temi principali: le fonti di regolazione dei rapporti di lavoro; i tipi contrattuali (lavoro subordinato e autonomo); i rapporti di lavoro "flessibili" (contratto a termine, contratto part-time, ecc.) e speciali; il diritto antidiscriminatorio; le regole applicabili in caso di licenziamento individuale e collettivo; il diritto alla libertà sindacale e all’autotutela collettiva (sviluppo e inquadramento giuridico della rappresentanza sindacale, della contrattazione collettiva e del diritto di sciopero).

MOD. B - 3 CFU - 21 ORE
Lo studio casistico concernerà alcuni principali temi e istituti del Diritto del Lavoro e del Diritto sindacale.

Bibliografia consigliata

Corso A-L
Per lo studio base della materia (modulo A) sono consigliati i seguenti manuali, in alternativa tra loro:

a) R. DEL PUNTA, Diritto del lavoro, Giuffrè Editore, Milano, V edizione, 2012 (o edizione successiva);

b) M.V. BALLESTRERO, G. DE SIMONE, Diritto del lavoro, Giappichelli Editore, Torino, 2012 (o edizione successiva; sul sito dell'Editore sono disponibili gli aggiornamenti del manuale).

I materiali di approfondimento (sentenze, accordi collettivi, ecc.) per il modulo B saranno resi disponibili sul sito della Facoltà, sezione e-learning (accedere al sito, cercare la pagina del corso di diritto del lavoro A-L, scaricare i materiali per i non frequentanti relativi all’anno accademico del corso; i materiali vengono resi disponibili nel semestre del corso).
Si raccomanda inoltre la consultazione diretta dei principali testi di legge in materia (quelli i cui contenuti vengono descritti o discussi nel manuale), nonché di un contratto collettivo nazionale di lavoro. Quest'ultimo (che può essere scelto liberamente tra i contratti collettivi nazionali di un qualsiasi settore produttivo, ad esempio dell'industria o del terziario) deve essere utilizzato non per ricordarne i contenuti, ma per verificare (per ogni argomento affrontato sul manuale) il modo in cui la contrattazione collettiva integra e specifica la disciplina legale.

Gli studenti Erasmus (non frequentanti) e gli studenti di altri corsi di laurea non giuridici possono concordare direttamente con il docente (previo contatto via e-mail: franco-scarpelli@unimib.it) una versione semplificata del programma.

Corso M-Z:
MOD. A

È necessaria la conoscenza di un manuale di Diritto del Lavoro e di Diritto Sindacale.

Per quanto concerne il manuale di Diritto del Lavoro, i testi consigliati sono i seguenti:
1. M.ROCCELLA, Manuale, Diritto del Lavoro, Giappichelli, Torino, 2013*.
Oppure
1. F. CARINCI - R. DE LUCA TAMAJO - P. TOSI - T. TREU, Diritto del Lavoro. VOL 2. Il rapporto di lavoro subordinato, Utet, Torino, 2013*.

Per quanto concerne il manuale di Diritto Sindacale:
1. F. CARINCI - R. DE LUCA TAMAJO - P. TOSI - T. TREU, Diritto del Lavoro. VOL 1. Il diritto sindacale, Utet, Torino, 2013*.

*La Docente si riserva di segnalare nel corso delle lezioni, nonché nel sito web di Facoltà, eventuali variazioni dei testi indicati per il superamento dell'esame che potrebbero intervenire in corrispondenza con la pubblicazione di nuove e più aggiornate edizioni dei medesimi

MOD. B
Ai fini del superamento di questa parte dell’esame di Diritto del Lavoro della Laurea Magistrale è necessario lo studio di specifici materiali didattici, che la Docente comunicherà mediante pubblicazione sul sito web di Facoltà.

Modalità di erogazione

Convenzionale

Metodi didattici

Lezioni frontali