Anno di corso: 1

Crediti: 3
Crediti: 3
Crediti: 3
Crediti: 3
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 1
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 1
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 1
Tipo: Altro
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro

Anno di corso: 2

Crediti: 15
Crediti: 12
Crediti: 15

Anno di corso: 3

Anno di corso: 4

Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Tipo: A scelta dello studente

Anno di corso: 5

Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 32
Tipo: Lingua/Prova Finale

DIRITTO PROCESSUALE CIVILE

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2013/2014
Anno di corso: 
3
Anno accademico di erogazione: 
2015/2016
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
15
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
105

Moduli

Metodi di valutazione

Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

Prova orale

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Raggiungere competenza e padronanza dei contenuti del corso

Contenuti

Il corso ha per oggetto l’analisi dei principi generali del processo civile e la disciplina del processo ordinario di cognizione.
La rilevanza dello studio della materia processuale (nel nostro, come peraltro in tutti i sistemi giuridici), rappresenta in effetti un dato indiscutibile. Soltanto in una società perfetta (ma come tale illusoria e utopistica), di giustizia e di processo non vi sarebbe bisogno; ma nella realtà, la tutela giurisdizionale è chiamata ad assumere un ruolo primario all’interno dell’ordinamento, in quanto volta a ottenere il rispetto della volontà di legge e a porre fine ai contrasti insorti tra i consociati. Da questo punto di vista, la giurisdizione è quindi forse la funzione statuale per eccellenza, quella più intimamente connessa alla sovranità, e vive di meccanismi delicati nei quali ogni potere deve essere controbilanciato da canoni di responsabilità e dall’azione di altri poteri.
Nella prima parte del corso vengono analizzati i principi generali che sovrintendono alla materia processuale, le garanzie costituzionali della funzione giurisdizionale, le differenti tipologie di azioni (azioni di cognizione, esecutive, cautelari), con particolare riferimento alle azioni di cognizione e alla loro classificazione (azioni di condanna, di accertamento, costitutive, inibitorie), nonché gli istituti e i fenomeni processuali di maggiore rilievo.
Nella seconda parte del corso viene trattato in maniera analitica l’iter del processo ordinario di cognizione, che rappresenta non soltanto il modello processuale per eccellenza, ma di fatto anche l’archetipo delle forme di tutela previste dal nostro ordinamento. Il giudizio di cognizione viene così studiato nel suo dispiegarsi diacronico, attraverso il primo grado, nonché le possibili impugnazioni.

ELENA MARINUCCI - DIRITTO PROCESSUALE CIVILE MOD. B - 6 CFU - 48 ORE

OGGETTO DEL CORSO
La prima parte del corso si svolge in forma seminariale, in coda alle lezioni del modulo A (2 ore alla settimana), ed ha come oggetto l’approfondimento dei temi trattati in quella sede, attraverso l’esame della casistica giurisprudenziale. Il corso prosegue poi, una volta terminate le lezioni del modulo A, con la trattazione analitica del sistema delle impugnazioni nel processo civile (10 ore alla settimana). Dopo l’analisi dei temi e delle disposizioni comuni a tutti i mezzi di impugnazione, si passerà all’esame dell’appello, del ricorso per cassazione, del giudizio di rinvio, della revocazione e dell’opposizione di terzo.
CRISTINA VANZ - DIRITTO PROCESSUALE CIVILE (M-Z) MOD. A
La disciplina ha per oggetto i principi relativi alla funzione giurisdizionale in materia civile ed il regime del processo civile di cognizione.

ALBERTO VILLA - DIRITTO PROCESSUALE CIVILE (M-Z) MOD. B

La prima parte del corso si svolge in forma seminariale, in coda alle lezioni del modulo A, e ha come oggetto l’approfondimento dei temi trattati in quella sede, attraverso l’esame della casistica giurisprudenziale. Il corso prosegue poi, una volta terminate le lezioni del modulo A, con la trattazione analitica del sistema delle impugnazioni nel processo civile. Dopo l’analisi dei temi e delle disposizioni comuni a tutti i mezzi di impugnazione, si passerà all’esame dell’appello, del ricorso per cassazione, del giudizio di rinvio, della revocazione e dell’opposizione di terzo.

Programma esteso

Il programma comprende:
Le nozioni ed i principi fondamentali del processo civile italiano.
Il processo ordinario di cognizione di primo grado.
I mezzi di impugnazione.

Bibliografia consigliata

CORSO A-L
1. LIEBMAN, Principi di diritto processuale civile, Giuffrè, Milano, ult. ed.
2. TARZIA-DANOVI, Lineamenti del processo civile di cognizione, Giuffrè, Milano, ult. ed.
3. CONSOLO, Il processo di primo grado e le impugnazioni delle sentenze, Giappichelli, ultima edizione (esclusivamente la parte dedicata all'impugnazione delle sentenze; NON E' NEL PROGRAMMA il capitolo su "L'impugnazione avverso i lodi arbitrali rituali"). Per quanto concerne l'edizione del 2014 la parte del volume è quella compresa fra pagina 409 e pagina 640.

In alternativa:

1.-2. MANDRIOLI, Diritto processuale civile, Giappichelli, Torino, voll. 1 e 2, ult. ed.
3. CONSOLO, Il processo di primo grado e le impugnazioni delle sentenze, Giappichelli, ultima edizione (esclusivamente la parte dedicata all'impugnazione delle sentenze; NON E' NEL PROGRAMMA il capitolo su "L'impugnazione avverso i lodi arbitrali rituali"). Per quanto concerne l'edizione del 2014 la parte del volume è quella compresa fra pagina 409 e pagina 640..

E' indispensabile la consultazione di un codice di procedura civile aggiornato.

CRISTINA VANZ - DIRITTO PROCESSUALE CIVILE (M-Z) MOD. A

A scelta dello studente:
• E. T. Liebman, Manuale di diritto processuale civile, Principi, Giuffré ult. ed.
• G. Tarzia, Lineamenti del processo di cognizione, Giuffré ult. ed.
• C. Consolo, Il processo di primo grado e le impugnazioni delle sentenze, Giappichelli, ult. ed.(nella sola parte relativa alle impugnazioni)
oppure
• C. Mandrioli, Diritto processuale civile, Giappichelli, Torino, ult. ed, vol. I e vol. II
• C. Consolo, Il processo di primo grado e le impugnazioni delle sentenze, Giappichelli, ult. ed.( nella sola parte relativa alle impugnazioni )

ALBERTO VILLA (M-Z) MOD. B

1. LIEBMAN, Principi di diritto processuale civile, Giuffrè, Milano, ult. ed.
2. TARZIA, Lineamenti del processo civile di cognizione, Giuffrè, Milano, ult. ed.
3. CONSOLO, Il processo di primo grado e le impugnazioni delle sentenze, Giappichelli, ult. ed. (nella parte relativa alle impugnazioni delle sentenze; NON è nel programma il capitolo sulle impugnazioni dei lodi arbitrali).
In alternativa:
1.-2. MANDRIOLI, Diritto processuale civile, Giappichelli, Torino, voll. 1 e 2, ult. ed.
3. CONSOLO, Il processo di primo grado e le impugnazioni delle sentenze, Giappichelli, ult. ed. (nella parte relativa alle impugnazioni delle sentenze; NON è nel programma il capitolo sulle impugnazioni dei lodi arbitrali).
E' indispensabile la consultazione di un codice di procedura civile aggiornato.

Metodi didattici

Lezioni frontali

Contatti/Altre informazioni

Esercitazioni sugli atti processuali saranno organizzate ad integrazione del corso.