Anno di corso: 1

Crediti: 3
Crediti: 3
Crediti: 3
Crediti: 3
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 1
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 1
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 1
Tipo: Altro
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro

Anno di corso: 2

Crediti: 15
Crediti: 12
Crediti: 15

Anno di corso: 3

Anno di corso: 4

Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Tipo: A scelta dello studente

Anno di corso: 5

Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 32
Tipo: Lingua/Prova Finale

DIRITTO PENALE DELL'INFORMATICA

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2013/2014
Anno di corso: 
5
Anno accademico di erogazione: 
2017/2018
Tipo di attività: 
Opzionale
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
6
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
42
Prerequisiti: 

È necessaria la conoscenza di principi e istituti del Diritto penale.

Moduli

Metodi di valutazione

Tipo di esame: 
Orale
Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

I frequentanti avranno la possibilità di sostenere la prova d’esame alla fine del corso con le modalità concordate a lezione.

Non frequentanti
Prova orale.

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

L'insegnamento di Diritto penale dell'informatica intende fornire un'approfondita conoscenza delle fattispecie di reato informatico.
Oltre all'apprendimento delle nozioni teoriche, il corso intende offrire ai frequentanti gli strumenti idonei per analizzare la casistica e le questioni problematiche emerse nella prassi giurisprudenziale e per impostare le possibili soluzioni interpretative.

Contenuti

Il corso avrà ad oggetto la normativa italiana sulla criminalità informatica, con particolare riguardo sia ai reati informatici, sia ad alcune fattispecie incriminatrici commesse attraverso strumenti informatici.

Programma esteso

Dopo un'introduzione sulla nozione di reato informatico, verranno approfondite, da un lato, le principali fattispecie incriminatrici introdotte dalle leggi n. 547/1993 e n. 48/2008 (frodi informatiche, danneggiamenti informatici e accesso abusivo), e dall’altro lato, alcune fattispecie di reato comune realizzate con strumenti informatici (ad es. truffe on-line). Gli argomenti verranno trattati attraverso lo studio di casi tratti dalla più recente giurisprudenza.

Bibliografia consigliata

Studenti frequentanti
Materiale distribuito durante il corso (articoli da riviste, capitoli di libro, sentenze ecc.) e appunti presi a lezione.

Studenti non frequentanti
1) C. PECORELLA, Il diritto penale dell’informatica, Cedam, Padova, 2006, capitoli I, II e V

2) C. PECORELLA, L’accesso abusivo a sistemi informatici o telematici, in Il libro dell’anno del diritto 2013, Treccani, Roma, 2013, http://www.treccani.it/enciclopedia/l-accesso-abusivo-a-sistemi-informatici-o-telematici_%28Il-Libro-dell%27anno-del-Diritto%29/

3) C. PECORELLA, Truffe on-line: momento consumativo e competenza territoriale, in Dir. pen. cont., 10 maggio 2012, http://www.penalecontemporaneo.it/tipologia/4-/-/-/1479-truffe_on_line__momento_consumativo_e_competenza_territoriale/

4) C. PECORELLA, M. DOVA, Profili penali delle truffe on-line, in Archivio penale, 3, 2013, p. 799 ss. http://www.archiviopenale.it/apw/wp-content/uploads/2013/09/Confronto.Pecorella.Dova_.pdf

Metodi didattici

Accanto al consueto impiego degli strumenti propri della lezione frontale (con utilizzo di diapositive; contenuti multimediali e piattaforma e-learning), è richiesto un coinvolgimento attivo degli studenti frequentanti, sia attraverso la discussione di casi pratici, anche con il contributo di esperti del settore (ingegneri informatici; organi investigativi, magistrati), sia attraverso una vera e propria simulazione processuale.

Contatti/Altre informazioni

È indispensabile, fin dall'inizio delle lezioni, l'uso di un codice penale aggiornato.