Anno di corso: 1

Crediti: 3
Crediti: 3
Crediti: 3
Crediti: 3
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 1
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 1
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 1
Tipo: Altro
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro

Anno di corso: 2

Crediti: 15
Crediti: 12
Crediti: 15

Anno di corso: 3

Anno di corso: 4

Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Tipo: A scelta dello studente

Anno di corso: 5

Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 32
Tipo: Lingua/Prova Finale

DIRITTO PENALE MINORILE

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2013/2014
Anno di corso: 
5
Anno accademico di erogazione: 
2017/2018
Tipo di attività: 
Opzionale
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
6
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
42
Prerequisiti: 

Conoscenza dei principi fondamentali, dei concetti teorici e degli istituti giuridici del Diritto penale e del Diritto processuale penale. È pertanto consigliabile aver già sostenuto gli esami di Diritto penale e di Diritto processuale penale.

Moduli

Metodi di valutazione

Tipo di esame: 
Orale
Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

Prova orale

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Il corso fornisce una conoscenza approfondita dei principi fondamentali, dei concetti teorici e degli istituti giuridici del Diritto penale e del Diritto processuale penale minorile, nonché dei contenuti educativi delle scelte di politica criminale del d.P.R. n. 448/1988.
Lo studente acquisirà padronanza della terminologia e delle nozioni giuridiche nel campo della giustizia minorile. Avrà, inoltre, appreso principi di base di pedagogia giuridica concernenti, in particolare, il funzionamento psicologico degli adolescenti autori di reato e la progettazione/attuazione di interventi di riabilitazione sociale.

Contenuti

Lo studio del diritto penale minorile si caratterizza per un metodo di indagine interdisciplinare indispensabile per capire e verificare la tenuta delle categorie giuridiche, queste ultime non solo di diritto penale sostanziale, ma anche di diritto penale processuale. La criminologia, la psicologia e la psichiatria, ma anche la sociologia forniscono gli aiuti indispensabili per la costruzione di un sistema penale minorile che ponga al centro la persona del minore e la sua tutela. Non esiste però un diritto penale minorile come insieme di norme autonomo rispetto a quello del diritto penale degli adulti, salvo, in parte, per quanto concerne il processo penale. Il primo va ricostruito e ritagliato partendo dal secondo. Scopo del corso è dunque quello di tracciare le linee di un diritto penale minorile conforme alla prospettiva costituzionale e internazionale, partendo dal diritto vigente sia sostanziale che processuale.

Programma esteso

Parte I: La persona del minore
1. Il minore nelle Convenzioni internazionali: diritti e protezione del minore. 2. Il minore nella Costituzione italiana: diritti fondamentali e protezione. 3. Il minore vittima di reato.

Parte II: Il minore nel sistema della giustizia penale
1. Linee evolutive e politica criminale del sistema penale minorile. 2. Il minore autore di reati a) il problema dell’imputabilità e del suo accertamento b) la criminalità minorile: considerazioni politico-criminali; socio-psicologiche; empirico-statistiche; 3. Le risposte normative al disagio minorile e alla delinquenza dei minori: il Tribunale per i minori, il Codice Rocco. 4. Introduzione alla riforma del processo penale minorile del 1988: le moderne politiche criminali.

Parte III: Il processo penale a carico di imputati minorenni
Principi del procedimento, organi giudiziari, soggetti processuali, servizi minorili. Misure pre-cautelari e misure cautelari. Le fasi del procedimento: la centralità dell’udienza preliminare. Istituti di definizione anticipata del processo: non luogo a procedere per non imputabilità e per irrilevanza del fatto.

Parte IV: Il sistema penale sanzionatorio per i minorenni
Il problema della pena detentiva applicata ai minorenni. Le risposte sanzionatorie “alternative” al carcere, anticipate nel corso del procedimento (condanna in udienza preliminare; sospensione del processo e messa alla prova) o a chiusura del medesimo (sanzioni sostitutive, misure di sicurezza per i minori; perdono giudiziale e sospensione condizionale della pena). Ordinamento penitenziario ed esecuzione della pena detentiva; misure alternative alla detenzione ed altre misure penitenziarie.

Parte V: Misure amministrative di rieducazione

Parte VI: Prospettive di riforma del sistema penale minorile.

Bibliografia consigliata

Per soli frequentanti
AA.VV., Procedura penale minorile, a cura di M. Bargis, G. Giappichelli Editore, Torino, ultima edizione.

Per non frequentanti
- Pennisi (a cura di), La giustizia penale minorile, Giuffré Milano, ultima edizione, e uno a scelta tra i seguenti libri:

- Munforte, Bertolè, Tartaglione, Educare al futuro. Esperienze e strumenti di contatto con l’eccesso adolescenziale, Franco Angeli, Milano, 2013

- Bertolino, Il minore vittima di reato, Giappichelli, ultima edizione.

Metodi didattici

Lezioni frontale con ausilio di Power Point