Anno di corso: 1

Crediti: 8
Crediti: 8
Crediti: 8
Crediti: 10
Crediti: 3
Tipo: Lingua/Prova Finale
Crediti: 3
Tipo: Lingua/Prova Finale
Crediti: 3
Tipo: Lingua/Prova Finale
Crediti: 3
Tipo: Lingua/Prova Finale
Crediti: 4
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro

Anno di corso: 2

Anno di corso: 3

SOCIOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2013/2014
Anno di corso: 
3
Anno accademico di erogazione: 
2015/2016
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
8
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
56
Prerequisiti: 

Nessuno

Moduli

Metodi di valutazione

Tipo di esame: 
Orale
Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

Colloquio orale

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Comprendere il funzionamento del sistema dell’informazione e le sue modalità di costruzione della realtà collocandole nell’ambiente più ampio in cui operano; saper analizzare criticamente e su vari piani la notizia come dispositivo di potere

Contenuti

Il corso affronta il rapporto tra mezzi di informazione e potere dal punto di vista della sua costituzione storica, delle dinamiche sociologiche che plasmano la produzione della notizia, del linguaggio dei media con i suoi effetti di potere.

Programma esteso

La prima parte del corso, dopo una breve rassegna dei concetti di potere, tratteggia una storia sociale e un’economia politica dei media, mettendo a fuoco l’affermazione di un assetto industriale dell’informazione e le sue conseguenze, la nascita del concetto di notizia e delle sue retoriche, il modello di comunicazione dominante e quelli vecchi e nuovi che ne contendono il primato. Nella seconda parte elementi di sociologia ed etnografia della produzione della notizia insieme a modelli sociologici più generali sono utilizzati per indagare quali sia la natura della realtà costruita dai media, allargando lo sguardo alle altre agenzie che interagiscono con essi e alle logiche che ne governano le relazioni. Nell’ultima parte del corso infine si prende direttamente in considerazione il linguaggio dei mezzi di informazione, le strutture narrative, le scelte enunciative, le modalità di framing, insomma il discorso dei media e i suoi effetti di potere.

Bibliografia consigliata

Per chi frequenta il corso la dispensa “I mezzi di informazione e il potere”, per la quale si prega di contattare il docente.
Per chi non frequenta il corso: Schudson, M. La scoperta della notizia, Napoli, Liguori, 1987;
Castells, M. Comunicazione e potere, Milano, Università Bocconi, 2009; McQuail, D. Sociologia dei media, Bologna, Il Mulino, 2007, capp. 3-7, 9-13, 18; Loporcaro, M. Cattive notizie. La retorica senza lumi dei mass media italiani, Milano, Feltrinelli; Hallin, D.C. e Mancini, P. Modelli di giornalismo. Mass media e politica nelle democrazie occidentali, Bari, Laterza, 2004.

Metodi didattici

Lezioni frontali, esercitazioni, discussioni di testi, visione di documenti e materiali audio/video