ECONOMIA, ETICA ED EVOLUZIONE DELLE IDEE

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2014/2015
Anno di corso: 
3
Anno accademico di erogazione: 
2016/2017
Tipo di attività: 
Obbligatorio a scelta
Crediti: 
12
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
84

Moduli

Metodi di valutazione

Tipo di esame: 
Orale
Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

Esame scritto

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

L´obiettivo del corso sarà quello di delineare un percorso didattico che ricostruisca la storia del pensiero economico mettendo in relazione le teorie economiche con il particolare contesto storico, filosofico, culturale, economico e sociale in cui sono state forgiate. Nel fare ciò si ripercorrono le trasformazioni economiche e sociali più rilevanti succedutesi a partire dall’Antica Grecia. L’approccio metodologico utilizzato è quello rivolto alla individuazione e alla spiegazione dei problemi rilevanti piuttosto che alla tradizionale esposizione descrittiva dei fatti economici.

Acquisizione degli strumenti per la redazione di uno studio storico economico. Capacità di utilizzare il linguaggio specifico proprio di queste discipline. Capacità di riconoscere, ed organizzare in autonomia, le elaborazioni necessarie per la comprensione di modelli storico economici.

Capacità di valutare le implicazioni e i risultati degli studi filosofici e storico-economici che si eseguono.

Capacità di esporre i risultati degli studi storici ed economici, anche ad un pubblico non esperto. Essere in grado di sostenere l’importanza ed evidenziare le ricadute nella realtà economica contemporanea.

Capacità di aggiornamento con la consultazione delle pubblicazioni scientifiche proprie del settore storico economico. Capacità di seguire, utilizzando le conoscenze acquisite nel corso, sia corsi sia seminari specialistici nel settore della SPE.

Contenuti

Partendo dalla premessa che vi sia una stretta interdisciplinarità tra economia, storia e filosofia, l´intento di questo corso è quello di fornire agli studenti una preparazione adeguata alla complessità che la ricerca nella Storia del pensiero economico ha raggiunto negli ultimi anni, in conformità con le nuove funzioni che la disciplina ha assunto nella formazione di economisti e scienziati sociali.
Nel primo modulo l’analisi dei rapporti tra l’economia e l’etica per molti versi coincide con la costruzione di una teoria della giustizia. Confina quindi da un lato con le scienze sociali e politiche, dalle quali mutua i vincoli empirici e il problema dell'ordine sociale, da un altro con la filosofia morale, dalla quale ricava i concetti e i fondamenti teorici. In questo contesto, l’etica considera quindi le istituzioni piuttosto che dei comportamenti individuali: non si chiede come agisca un individuo giusto, ma quali istituzioni rendono giusta la società. Nella prima parte il corso verranno introdotti i concetti e i problemi fondamentali dell'etica e del ragionamento morale, discute un’analisi standard della natura della realtà sociale e delle istituzioni e presenta il problema dell’ordine sociale trattando la società come schema di cooperazione. Nella seconda parte analizza le principali teorie della giustizia e discute alcuni tra i problemi che restano aperti, dedicando una particolare attenzione alla teoria della giustizia come equità.

Durante lo svolgimento del corso non solo si pone una particolare enfasi sul fatto che l´economia politica non matura lungo un tragitto lineare – al contrario si caratterizza per il succedersi, affiancarsi, scontrarsi e intersecarsi di diversi filoni di pensiero – ma si darà conto di come la storia del pensiero economico svolga il ruolo di primaria importanza nella riflessione critica sui fondamenti della stessa teoria economica. Seguendo tale percorso sarà possibile comprendere le articolazioni del discorso teorico che gli economisti hanno elaborato interrogandosi nel corso dei secoli sulla natura, sulla struttura, e sul funzionamento del fenomeno economico.

Programma esteso

modulo di Economia ed etica

Introduzione
Teorie della giustizia
Utilitarismo
Libertarismo
Contrattualismo
Comunitarismo
Femminismo
La teoria della giustizia come equità
I limiti del liberalismo
Mercati e morale
Democrazia e Economia
Bene comune
Questioni di genere
Giustizia globale e diritti umani
Modelli Economici
Problemi dell’induzione
Astrazione
Semplificazione
Il problema distributivo – diseguaglianza
Modelli economici alternativi
Lezione conclusive

modulo di Storia del pensiero economico

Introduzione Economia politica Storia e filosofia
Pensiero economico antico (Platone e Aristotele)
La Scolastica Agostino Giusto prezzo, giusto salario usura
Mercantilismo nascita dell’economia politica
Mercantilismo - Petty aritmetica politica
Fisiocrazia Quesnay Tableau
Il paradigma classico
Adam Smith TMS
Adam Smith WN
T. R. Malthus e le leggi della popolazione
J. B. Say ottimismo legge deli sbocchi
David Ricardo - Accumulazione Distribuzione e Rendita
J. S. Mill metodologia
J. S. Mill Leggi della produzione e distribuzione
Karl Mark Alienazione e sfruttamento
Karl Marx e i classici teoria della crisi
La rivoluzione Marginalista
Leon Walras equilibrio economico generale
Alfred Marshall ceteris paribus
Joseph Alois Schumpeter teoria della crescita economica

Bibliografia consigliata

Modulo I
J. Sandel, Giustizia, 2010
J. Searle, La costruzione del mondo sociale, 2010, cap 1-3
A. Sen L’Idea di Giustizia, cap 1-3
F. Guala Filosofia dell’economia Il Mulino
Modulo II
Screpanti Zamagni Profilo di Storia del Pensiero Economico

Modalità di erogazione

Convenzionale

Metodi didattici

Lezione frontale