ELEMENTI DI PSICHIATRIA E NEUROPSICHIATRIA INFANTILE

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2014/2015
Anno di corso: 
1
Anno accademico di erogazione: 
2014/2015
Tipo di attività: 
Obbligatorio a scelta
Crediti: 
8
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
56

Moduli

Metodi di valutazione

Tipo di esame: 
Orale
Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Il corso è suddiviso in due moduli.
Modulo I: Elementi di Neuropsichiatria Infantile
Il corso illustrerà la materia con un approccio che si muove in una
prospettiva evolutiva, indicando gli aspetti più interessanti connessi
con la prevenzione e la promozione della salute mentale in
età evolutiva. Il corso si propone inoltre di fornire le basi di conoscenza
delle principali malattie neurologiche e psichiatriche dell’infanzia
e dell’adolescenza, nelle loro modalità di insorgenza ed
espressione clinica, con particolare riferimento alle possibili conseguenze
evolutive dei disturbi di sviluppo. Di ogni argomento si
intende esporre lo stato delle conoscenze esistenti, evidenziando
le aree critiche, le prospettive di sviluppo e di ricerca alla luce
delle nuove classificazioni, alle basi neurobiologiche e ai trattamenti
farmacologici in età evolutiva.
Modulo II: Elementi di Psichiatria
Dopo una introduzione storica, verranno presentati gli aspetti diagnostici
dei quadri clinici principali facendo riferimento al Manuale
DSM V: disturbi dello spettro schizofrenico, disturbi dell’umore,
disturbi d’ansia, disturbi alimentari, disturbi da uso di sostanze.
Come guida per la presentazione e la articolazione dei temi, verrà
fatto principalmente riferimento ai criteri diagnostici e a materiale
clinico specifico, ponendo particolare attenzione alle diagnosi differenziali.
Dopo avere introdotto le basi neuroscientifiche essenziali
della moderna psicofarmacologia, per le diverse aree
presentate verranno fornite indicazioni relative alle ipotesi neurobiologiche,
ai trattamenti farmacologici e alle linee principali di intervento
integrato, compresa l’area riabilitativa.