LABORATORIO Buone pratiche di integrazione dei/con i cittadini migranti: una analisi presso le istituzioni scolastiche, sanitarie e socio assistenziali a Milano

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2014/2015
Anno di corso: 
2
Anno accademico di erogazione: 
2015/2016
Tipologia di insegnamento: 
Altro
Tipo di attività: 
Obbligatorio a scelta
Docenti: 
Crediti: 
4
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
32

Metodi di valutazione

Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

Il laboratorio ha una durata complessiva di 32 ore (con frequenza
obbligatoria per almeno il 70% delle ore previste) ed è strutturato
in 3 diverse attività.
● Modulo didattico: questo modulo è dedicato alla definizione del
problema oggetto di indagine nonché delle modalità e dei percorsi
attraverso cui si articolerà il lavoro degli studenti.
● Esercitazioni: le esercitazioni sono focalizzate sulla preparazione,
realizzazione e rielaborazione di alcune testimonianze in
aula da parte di rappresentanti di enti ed istituzioni pubbliche che
hanno sperimentato buone pratiche di integrazione dei cittadini
migranti. In particolare, gli enti coinvolti appartengono al mondo
della scuola, dei servizi sanitari e socio assistenziali e del terzo
settore.

Valutazione: 
Giudizio Finale

Obiettivi formativi

Il laboratorio ha l'obiettivo di avvicinare studenti e studentesse
alle metodologie della ricerca con particolare riferimento a quella
“situata” e alle competenze professionali necessarie per intervento
psicosociali nelle istituzioni. Prevede l’acquisizione di contenuti,
strumenti e modalità di intervento che, nel quadro di
riferimento teorico della psicologia sociale e delle organizzazioni,
siano realmente “sintoniche” con persone e contesti. A tal fine, il
laboratorio si propone di analizzare le buone pratiche di integrazione
nei servizi cittadini pubblici e privati (scolastici, sanitari,
socio assistenziali, ecc.), ricostruendo i processi culturali e organizzativi
che hanno condotto alla definizione e implementazione
di tali pratiche e definendo i percorsi di una loro possibile trasferibilità
in contesti analoghi.

Contenuti

Il tema dell'integrazione dei cittadini immigrati verrà quindi proposto
in quanto possibile ambito di ricerca situata e di intervento
psicosociale. In relazione a tali obiettivi, i contenuti didattici del
laboratorio sono articolati in quattro aree di riflessione e di indagine:
● La prima è relativa alla rappresentazione del tema dell’integrazione
multiculturale - e dei problemi/esigenze ad esso
connessi - da parte degli operatori e dei fruitori dei servizi che
sono coinvolti nel laboratorio, anche in relazione al contesto culturale
e sociale più ampio (mass-media, opinione pubblica più generale,
altri servizi) ● La seconda riguarda l’analisi e la
valutazione dell’efficacia dei dispositivi che il servizio adotta e
delle pratiche che attua per favorire i processi di integrazione ● La
terza concerne la ricostruzione dei percorsi che, all’interno dell’organizzazione,
hanno condotto alla definizione di tali dispositivi
e pratiche, in relazione alla storia e alla cultura locale dell’organizzazione
stessa e dei suoi operatori ● La quarta infine è relativa
alla definizione dei criteri e dei processi per una possibile esportabilità
delle pratiche e dei dispositivi analizzati in altri contesti.

Metodi didattici

Laboratorio.