Anno di corso: 1

Anno di corso: 2

Crediti: 8
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 4
Tipo: Altro

Anno di corso: 3

Crediti: 8
Crediti: 8
Crediti: 8
Crediti: 16
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 4
Tipo: Lingua/Prova Finale
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 4
Tipo: Altro

STORIA DELLA FILOSOFIA

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2014/2015
Anno di corso: 
2
Anno accademico di erogazione: 
2015/2016
Tipo di attività: 
Obbligatorio a scelta
Crediti: 
8
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
56
Prerequisiti: 

Nessuno.

Moduli

Metodi di valutazione

Tipo di esame: 
Orale
Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

La prova d’esame consiste in un colloquio orale sugli argomenti del corso.

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Fornire allo studente conoscenze di carattere storico-filosofico che permettano di comprendere il contesto socio-culturale in cui si sono sviluppate e si sviluppano le principali teorie psicologiche.

Contenuti

Il corso si suddividerà in parte istituzionale ed in una monografica.
Nella prima si ripercorrerà alcune delle grandi tappe della costruzione occidentale del concetto di anima/psiche da Platone a Freud. Si tratterà di affrontare in primo luogo i miti platonici che hanno per oggetto l'anima, dal Fedone al Fedro, dalla Repubblica al Timeo, per poi affrontare la straordinaria costruzione concettuale del De anima aristotelico, le cui differenti interpretazioni si affrontano dalla grecità al medioevo, sino al Rinascimento. In secondo luogo verrà presa in considerazione la teoria moderna dell’anima dall’invenzione dell'ego e dello spazio di interiorità in Descartes nelle Meditazioni, invenzione istitutiva del dualismo mente corpo, all'invenzione della coscienza e del Sé in Locke nei Saggi sull’intelletto umano. Infine si affronteranno la teoria hegeliana dell’anima come spirito del tempo e di Marx come ideologia, per giungere infine, attraverso la critica nietzscheana, all’inconscio freudiano.
Nella seconda parte si approfondirà il concetto simondoniano di transindividuale, che ponendosi al di là di psicologismo e sociologismo, rifiuta tanto l’individualismo quanto l’olismo nella spiegazione dei fenomeni psicologici e sociali. In questa prospettiva verranno approfondite le posizioni a riguardo di Spinoza, Marx e Freud.

Bibliografia consigliata

1) Sarà resa disponibile per gli studenti un’antologia di testi dei principali autori trattati nel corso.
2) Un classico a scelta tra i seguenti:
Platone (2000). Fedone. Roma-Bari: Laterza.
Platone (2006). Fedro. Milano: Mondadori.
Platone (1997). Repubblica. Roma-Bari: Laterza.
Aristotele (2001). De anima. Milano: Bompiani.
Alessandro di Afrodisia (1996). L’anima. Bari-Roma: Laterza.
Descartes R. (1997). Meditazioni metafisiche. Bari-Roma: Laterza.
Locke J. (1999). Saggio sull’intelligenza umana, vol. 1. Bari-Roma: Laterza.
Hegel G.W.F. (2002). Enciclopedia delle scienze filosofiche in compendio. Bari-Roma: Laterza.
Marx K., Engels F. (2000). La concezione materialistica della storia. Roma: Editori Riuniti.
Freud S. (1978). L’io e l’Es. Torino: Boringhieri. Unitamente a Freud
S. (1978). Al di là del principio di piacere. Torino: Boringhieri.
Freud S. (1978). Introduzione alla psicoanalisi. Torino: Boringhieri.
3) Morfino V. (2005). Il tempo della moltitudine. Roma: Manifesto libri.
4) Balibar E., Morfino V. (2014)(a cura di), Il transindividuale. Soggetti, relazioni, mutazioni, Milano: Mimesis.

Metodi didattici

Lezioni frontali.