Anno di corso: 1

Anno di corso: 2

Crediti: 8
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 4
Tipo: Altro

Anno di corso: 3

Crediti: 8
Crediti: 8
Crediti: 8
Crediti: 16
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 4
Tipo: Lingua/Prova Finale
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 4
Tipo: Altro

PSICOLOGIA DEL LAVORO E DELLE ORGANIZZAZIONI

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2014/2015
Anno di corso: 
2
Anno accademico di erogazione: 
2015/2016
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
8
Ciclo: 
Annualita' Singola
Ore di attivita' didattica: 
56
Prerequisiti: 

Nessuno.

Moduli

Metodi di valutazione

Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

Turno A - Dott. Miglioretti

L’esame consiste in una prova scritta e in una successiva prova orale.

Turno B - Prof. Vecchio

L’esame consiste in una prova scritta e in una successiva prova orale.

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Turno A - Dott. Miglioretti

Il corso si propone di fornire una panoramica delle principali teorie e metodologie sviluppate dalla psicologia per analizzare e intervenire nei contesti di lavoro sia a livello individuale sia a livello di sistema; nonché di far sperimentare agli studenti l’utilizzo dei diversi approcci teorici e metodologici per affrontare alcuni dei problemi tipici delle organizzazioni. Infine il corso si propone di stimolare una riflessione sulle problematiche attuali del lavoro e sulle dinamiche interne alle organizzazioni.

Turno B - Prof. Vecchio

Lo scopo del corso è quello di fornire agli studenti le conoscenze di base sulla psicologia organizzativa e di lavoro e per incoraggiarli a pensare in modo critico sulle condizioni di lavoro attuali

Contenuti

Turno A - Dott. Miglioretti

Il corso affronta alcuni dei principali argomenti che caratterizzano l’ambito di attività della disciplina; tra questi, a titolo esemplificativo: la nascita e lo sviluppo della psicologia del lavoro e delle organizzazioni; i metodi e le tecniche di ricerca e intervento nei contesti di lavoro; i valori e i significati del lavoro e le loro trasformazioni; la motivazione al lavoro; lo sviluppo delle competenze; la selezione e la gestione delle risorse umane; la formazione del lavoratore; lo stress lavoro correlato; il benessere lavorativo; la comunicazione organizzativa; i gruppi di lavoro; la leadership; il clima organizzativo.
Al fine di favorire la comprensione dei diversi approcci teorici e metodologici della psicologia del lavoro e delle organizzazioni, gli argomenti saranno affrontati anche attraverso casi e/o problemi, che gli studenti dovranno analizzare, in aula, a livello individuale o di piccolo gruppo. La scelta dei casi e/o dei problemi è funzionale anche al fine di mettere alla prova le teorie e le metodologie sviluppate nel corso del tempo dalla psicologia del lavoro e delle organizzazioni, con le attuali problematiche che caratterizzano il mondo del lavoro.
Durante il corso gli studenti potranno partecipare, su base volontaria, ad un lavoro di gruppo che ha l’obiettivo di approfondire, in chiave critica, alcune tematiche particolarmente cruciali, tra le quali: lo stress nelle organizzazioni; l’analisi della domanda; il funzionamento organizzativo; il ruolo della cultura nelle organizzazioni; la psicologia del consumi. Ciascuno dei gruppi che si costituiranno dovrà presentare, al termine del lavoro, una relazione scritta collettiva che verrà discussa in aula e una relazione individuale, sull’andamento del gruppo. Entrambe le relazioni saranno valutate al fine dell’esame.

Turno B - Prof. Vecchio

Il corso è diviso in tre parti:
1. Lo stato dell'arte della professione psicologica in Italia e lo sviluppo del lavoro e della psicologia organizzativa.
2. Le condizioni di lavoro attuali, i fattori determinanti dello sviluppo professionale dei lavoratori e il loro benessere.
3. Organizzazioni caratteristiche: teorie di organizzazioni, gruppi nelle organizzazioni, la comunicazione nelle organizzazioni; cultura organizzativa e clima.

Bibliografia consigliata

Turno A - Dott. Miglioretti

Testo obbligatorio:
• Ashleigh, M., Mansi, A., Di Stefano, G. (2014). Psicologia del lavoro e delle organizzazioni. Pearson, Milano.

Un libro a scelta tra i seguenti:
• Carli R., Paniccia, R.M. (2004). L’analisi della domanda. Il Mulino, Bologna.
• Fraccaroli, F., Balducci, C. (2011). Stress e rischi psicosociali nelle organizzazioni. Il Mulino, Bologna.
• Haslam, S.A., Reicher, S.D., Platow, M.J. (2013). Psicologia del leader. Il Mulino, Bologna.
• Kets De Vries, M.F.R., Miller, D. (1992). L’organizzazione nevrotica. Raffaello Cortina Editore, Milano.
• Schein, E.H. (2000). Cultura d’impresa. Raffaello Cortina Editore, Milano.
• Romano D. (2014). Mente e consumo. Raffaello Cortina Editore, Milano.

Turno B - Prof. Vecchio

Testo obbligatorio:
• Ashleigh, M., Mansi, A., Di Stefano, G. (2014). Psicologia del lavoro e delle organizzazioni. Pearson, Milano.

Altri riferimenti bibliografici saranno dati durante il corso.

Metodi didattici

Lezioni frontali