Anno di corso: 1

Crediti: 8
Crediti: 8

Anno di corso: 2

Crediti: 4
Crediti: 8
Crediti: 4
Crediti: 8
Crediti: 16
Tipo: Lingua/Prova Finale

DALLA DIAGNOSI ALLA INDICAZIONE DEL TRATTAMENTO

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2014/2015
Anno di corso: 
2
Anno accademico di erogazione: 
2015/2016
Tipo di attività: 
Obbligatorio a scelta
Crediti: 
8
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
56
Prerequisiti: 

Nessuno.

Moduli

Metodi di valutazione

Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

La prova d’esame consiste in una prova scritta, composta da due domande aperte sugli argomenti del corso. Il colloquio orale sarà modulato sulla base dell’esito della prova scritta.

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Acquisire le competenze necessarie e sufficienti per 1) individuare il livello di gravità (Asse K e altri strumenti); 2) integrare diagnosi nosografico-descrittiva (DSM-5), formulata in base a conoscenze già acquisite in altri corsi, e diagnosi di struttura (costruzione della realtà, capacità cognitive, emozioni e loro regolazione, funzionamento interpersonale e funzionamento morale) e 4) pervenire a un’indicazione o controindicazione a un trattamento (farmacologico, riabilitativo e/o psicoterapeutico).

Contenuti

1. Case-formulation:
a. Diversi modelli (vantaggi e limiti);
b. Multimethod assessment:
i. alleanza diagnostica e di lavoro;
ii. strumenti che si possono impiegare e integrazione dei dati;
iii. possibili discrepanze tra i dati.
c. Indicazioni e controindicazioni ai vari tipi di trattamento con riferimento ai risultati delle ricerche sull’efficacia.
2. Stesura di relazioni cliniche.
L’insegnamento prevede una parte teorica e una applicativa su materiale clinico proposto dal docente.
A. Teoria. Si presume che molte informazioni siano già state oggetto di studio in altri corsi (ad esempio, linee evolutive dello sviluppo; diagnosi DSM; quadri psicopatologici ecc.) e altre (ad esempio, i principi base della psicoterapia cognitiva) si possano acquisire studiando i testi per l’esame. Le lezioni saranno finalizzate all’acquisizione di aspetti teorici in precedenza non appresi o non chiaramente descritti nei libri indicati in bibliografia (ad esempio, i problemi di alleanza diagnostica e terapeutica, la loro individuazione e il loro maneggiamento).
B. Clinica. Si prevede la presentazione di esempi clinici – vignette, episodi specifici avvenuti durante l’assessment, colloqui di raccolta dei dati bio-psico-sociali, colloqui clinici, relazioni testologiche – che saranno oggetto di discussione in aula e di esercitazioni. La finalità è quella di migliorare le capacità di ragionamento clinico, presupposto indispensabile per una corretta case-formulation.

Bibliografia consigliata

Del Corno F., Lang M. (a cura di, 2013). Elementi di psicologia clinica. Milano: Franco Angeli (esclusa la sez. 1).
Berselli E., Lang M. (a cura di, 2012). Cronologia della psicologia clinica. Milano: Raffaello Cortina Editore (solo la sez. “Psicologia”).
Alcuni articoli indicati a lezione dal docente e in seguito pubblicati sulla sua pagina web del corso.
Da consultare in aula:
A.P.A. (tr. it. 2014). DSM-5. Milano: Raffaello Cortina.
Kennedy J.A. (2007). Il funzionamento del paziente psichiatrico. Milano: Raffaello Cortina.

Metodi didattici

Lezioni frontali.