Anno di corso: 1

Anno di corso: 2

Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 22
Crediti: 1
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente

Anno di corso: 3

Crediti: 26
Crediti: 6
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 6
Tipo: Lingua/Prova Finale

NORMALITA' DELLA NASCITA

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2014/2015
Anno di corso: 
2
Anno accademico di erogazione: 
2015/2016
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Crediti: 
10
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
100

Moduli

Metodi di valutazione

Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

Prova scritta: quiz a risposta singola/multipla e domande a risposta aperta breve. Colloquio finale a discrezione del docente.

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Al termine del corso lo studente sarà in grado di descrivere i cambiamenti associati alla gravidanza normale, i fenomeni materno fetali e la sorveglianza del benessere materno-fetale durante il parto normale. Lo studente sarà inoltre in grado di descrivere i cambiamenti associati al puerperio e della lattazione normale secondo gli obiettivi di apprendimento identificati dalla “Baby Friendly Initiative in University” dell’UNICEF, nonché le caratteristiche e la fisiologia del neonato sano.

Contenuti

Il corso fornisce allo studente gli elementi fondamentali per conoscere il processo di evoluzione fisiologica della gravidanza, del parto e del puerperio. Verranno fornite allo studente le competenze per riconoscere il fisiologico adattamento del neonato nel periodo peripartum.

Programma esteso

Contenuti: GRAVIDANZA MED/47: Al termine del corso lo studente sarà in grado di conoscere e descrivere le caratteristiche e la fisiologia della gravidanza, avvalendosi del Midwifery Partnership, Midwifery Management e Scale di valutazione nelle Scienze Ost-Gin e Neonatali: Funzioni e Strutture corporee del Sistema genito-riproduttivo: diagnosi di gravidanza, fenomenologia della gravidanza (segni e sintomi), i 3 trimestri. Semeiotica ostetrica: 1) Osservazione \ Ispezione, 2) Palpazione: Manovre di Leopold; Lunghezza Sinfisi-Fondo, 3) Auscultazione Battito Cardiaco Fetale, 4) Esplorazione vaginale. Pelvimetria. La reattività fetale: MAF. I sistemi: sensoriale; nervoso e mentale; endocrino; cardiovascolare e della coagulazione; urinario; gastro-enterico; immunologico, della Cute in gravidanza; Attività e Partecipazione; Cura e igiene della persona; Mobilità: attività sportive; Aree di vita principali: norme di tutela e di sicurezza (lavoro, mezzi di trasporto); La comunicazione: la relazione terapeutica in gravidanza; la relazione genitoriale e il ruolo educativo dell’ostetrica\o; Prevenzione primaria degli esiti avversi della riproduzione (EAR) (www.pensiamociprima.it); Fattori Ambientali; Diagnostica strumentale e tecnologica in gravidanza (Normalità della cardiotocografia); Diagnostica di Laboratorio in gravidanza ed Interpretazione dei dati; Modelli di assistenza ostetrica prenatale. Planning di assistenza alla gravidanza a basso rischio; Diagnosi ostetriche secondo classificazione ICF. Strumenti: Regola di Naegele, Regolo Ostetrico, Cartella ostetrica, Bilancio di Salute, Scale di Valutazione nella scienza ostetrica: Scheda Stratify, Synfisys fundal heigth, Valutazione alcolemica. Lavoro e gravidanza: Legge 19 maggio 1975, n. 151 Riforma del diritto di famiglia e successive integrazioni.Contenuti: PARTO MED/ 47. Al termine del corso lo studente sarà in grado di conoscere e descrivere le caratteristiche e la fisiologia del travaglio-parto, avvalendosi del Midwifery Partnership, Midwifery Management e Scale di valutazione nelle Scienze Ost-Gin e Neonatali. Funzioni e Strutture corporee del (modificazioni fisiologiche della dinamica e meccanica): Sistema endocrino, Sistema genito-riproduttivo: Semeiotica ostetrica: 1) Osservazione\Ispezione, 2) Palpazione, 3) Auscultazione Battito Cardiaco Fetale, 4) Esplorazione vaginale. Definizioni di fasi e tempi del travaglio e parto. Episiotomia, Episiorrafia, Sistema sensoriale e del dolore, Sistema nervoso e mentale. Sistema neuro muscolo scheletrico e correlato al movimento, Sistema cardiovascolare ed ematico, Sistema gastro-enterico. Attività e Partecipazione: Cura e igiene della persona, mobilità, interazioni e relazioni interpersonali, la comunicazione, la relazione terapeutica. Fattori Ambientali: Modelli di assistenza ostetrica al travaglio- parto. Le cure amiche della madre secondo l’Iniziativa UNICEF “Insieme per l’allattamento” Comprendere l’importanza della non separazione al parto di madre e bambino e del contatto pelle a pelle. Il sostegno sociale. Diagnostica strumentale e tecnologica. Diagnosi ostetriche secondo classificazione ICF. Strumenti: ICF, Cartella ostetrica, Partogramma WHO, Bilancio di Salute, Scale di Valutazione: REEDA, Pain Coping Scale 3 R, VAS. Classificazione Piquard. La documentazione sanitaria e amministrativa: DPR, 03 Novembre 2000 n. 396 “Regolamento per la revisione e la semplificazione dell’ordinamento dello stato civile, a norma dell’articolo 2, comma 12, della legge 15 maggio 1997, n. 127”. (Attestazione di Nascita, Dichiarazione di Nascita, Certificato Assistenza al parto, Attestazione Nato – Morto, Certificazione aborto).Contenuti: PUERPERIO MED/47: Al termine del corso lo studente sarà in grado di conoscere e descrivere le caratteristiche e la fisiologia del puerperio, avvalendosi del Midwifery Partnership, Midwifery Management e Scale di valutazione nelle Scienze Ost-Gin e Neonatali .Strutture e funzioni corporee dei sistemi: nervoso e mentale

Bibliografia consigliata

SNLG e ISS, Gravidanza Fisiologica, 2010 (aggiornamento luglio 2011). Pairman S., Tracy J., Thorogood C., Pincombe S., Midwifery. Preparation for practice, Churchill Livingstone, 2015, 3nd edition. E-Book. Coad Jane, Anatomy and Physiology for midwives, Mosby 2011, 3° ed. Davies Lorna, McDonald S., Examination of the newborn and neonatal health, Churchill Livingstone, 2008
NHS, Routine examination of the newborn, NHS Quality Improvement Scotland, 2008. WHO: Infant and young child. Model chapter for textbooks for medical students and allied health professionals, Geneva, 2009. Spandrio et al., Fisiologia della Nascita. Dai prodromi al post partum, Caroccio Faber, 1° ed, 2014. Unicef-OMS Manuale del Partecipante del Corso 20 ore per il personale della maternità Ed 2009. DI APPROFONDIMENTO: NICE guidelines, www.nice.org.uk. Antenatal care: routine care for the healthy pregnant woman 2014. Intrapartum care: routine care for the healthy pregnant woman. 2014. Post-natal care of women and their babies, revisione del 2012. Women need additional care, 2008. Dietary interventions and physical activity interventions for weight management before, during and after pregnancy, 2010. Neonatal jaundice, 2010. Diana Beck, Frances Ganges, Susan Goldman, Phyllis Long, Care of the newborn, Reference Manual, Save the Children, 2004 . Australian College for Midwives, National Midwifery Guideline for Consultation and Referral; 2nd ed 2013. ACOG; Intrapartum Fetal Heart Rate Monitoring: Nomenclature, Interpretation and General Management Principles; Number 106 114;1; 2009. LADEWIG-LONDON-DAVIDSON, Assistenza alla maternità, ed it a cura di Guana-Grassi, Piccin 2012. GUILLILAND K. & PAIRMAN S., The Midwifery Partnership. Un modello per la professione ostetrica, SEU, 2012. The Royal Australian and New Zealand College of Obstetricians and Gynaecologists, Intrapartum Fetal Surveillance; 2nd ed, 2009. SOGC, Fetal health Surveillance: Antepartum and Intrapartum Consensus Guideline; vol 9, n°9, 2007. GUANA M. e coll., La disciplina ostetrica: teoria, pratica e organizzazione della professione, McGraw Hill 2011, Milano. WALSH D. Evidence and skills for normal labour and Birth. A guide for midwives, Routledge 2012. WALSH DENIS & DOWNE SOO, Essential midwifery practice intrapartum care Wiley-Blackwell 2010. WHO, ICF Classificazione Internazionale del Funzionamento delle disabilità e della salute, Erickson, 2001. RIORDAN J., WAMBACH K., Breastfeeding and human lactation , fifth edition, Jones and Barlett publishers, 2014. UNICEF INSIEME PER L’ALLATTAMENTO. Ospedali & Comunità Amici dei Bambini uniti per la protezione, promozione e sostegno dell’allattamento materno. Guida all’applicazione dei Passi. Ed. 2012. Standard per le Buone Pratiche per gli Ospedali. Ed. 2012. Standard per le Buone Pratiche per la Comunità. Ed. 2010. ENTWISTLE FM The Evidence and rationale for the UNICEF UK Baby Friendly Initiative Standards. UNICEF UK ed 2013. Regalia A., Fumagalli S., Nelli E., Nespoli A., Usuelli L., Pro-muovere il parto, la postura come procedura nel travaglio e nel parto Carocci, ’06. M. Mendicini “Neonatologia”, Verducci, Roma, 2° ed, 2009. Brazelton T. Nugent K. (a cura di Rapisardi G.) La Scala di valutazione del comportamento del neonato, Masson 1997. Volta A., Apgar 12, Bonomi 2006. http://www.salute.gov.it/saluteBambini/homeSaluteBambini.jsp
www.farmaciegravidanza.gov.it. Marshall Jayne, Raynor Maureen "Myles Textbook For Midwives",6°Ed Churchill Livinstone Elsevier.

Metodi didattici

Lezioni frontali, esercitazioni.

Contatti/Altre informazioni

Frequenza obbligatoria al 70% di ogni attività.