GESTIONE DELLA CONOSCENZA

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2014/2015
Anno di corso: 
1
Anno accademico di erogazione: 
2014/2015
Tipo di attività: 
Obbligatorio a scelta
Crediti: 
6
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
52
Prerequisiti: 

L’insegnamento non richiede particolari prerequisiti, a parte una conoscenza di base delle tecnologie informatiche e della comunicazione. E’ invece importante una sensibilita’ alle problematiche affrontate dall’insegnamento che intrecciano aspetti tecnologici con considerazioni sul contesto organizzativo in cui la tecnologia e’ utilizzat

Moduli

Metodi di valutazione

Tipo di esame: 
Orale
Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

La verifica dell'apprendimento comprende un colloquio orale durante il quale si discute la documentazione originale prodotta.

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Lo studente acquisirà specifiche conoscenze e competenze per partecipare in modo critico e propositivo a progetti di sviluppo di soluzioni tecnologiche e organizzative mirate a promuovere la gestione della conoscenza nelle organizzazioni. Lo sviluppo autonoma di documentazione originale consente di mettere in pratica i concetti acquisiti affrontando problemi alla portata dello studente e valorizzando le sue esperienze dirette.

Contenuti

L’insegnamento affronta il tema della gestione della conoscenza nelle organizzazioni, inquadrandolo nel contesto storico e organizzativo in cui e’ nato e si e’ sviluppato. Inoltre, illustra in modo critico le principali tipologie di tecnologia informatica che e’ stata messe a punto a supporto della gestione della conoscenza in diversi contesti organizzativi. Le argomentazioni sono illustrate discutendo e confrontando casi reali per mostrare come le diverse situazioni organizzative richiedono la progettazione di soluzioni tecnologiche ritagliate sulle loro esigenze.

Programma esteso

Motivazioni, storia e concetti di base del Knowledge Management (KM)
Il modello d Nonaka e Takeuchy
Le Comunita' di Pratica
Il concetto di Social Capital"

Presentazione, discussione e confronto di alcuni casi reali

Il ruolo della ""underspecification"" nel KM
Il ruolo delle annotazioni nel KM"

Memoria organizzativa
Collective intelligence
Supporto alla argomentazione
Tecnologie ed esempi"

Classificazioni ed ontologie: una visione citrica
Gestione delle competenze: tecnologie ed esempi"

Metodi di elicitazione dei requisiti per applicazioni di KM

Illustrazione dei contenuti del lavoro autonomo e suo monitoraggio

Bibliografia consigliata

Prusak, L. Where did knowledge management come from?, IBM Systems Journal, vol.40, n. 4, 2001, pp. 1002-1007.
Takeuchi I., Nonaka H., The Knowledge creating Company: How Japanese Companies Create the Dynamics of Innovation, Oxford University Press, 1995.
Wenger, E., Community of Practice: Learning, meaning and identity, Cambridge University Press, Cambridge, MA 1998.
Il materiale relativo ai casi di studio e alle esercitazioni verra' fornito durante il corso e messo a disposizione on line.

Metodi didattici

Lezioni, esercitazioni, laboratorio e produzione di documentazione originale.