Anno di corso: 1

Anno di corso: 2

Anno di corso: 3

Anno di corso: 4

Anno di corso: 5

PSICOPATOLOGIA DELLO SVILUPPO

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2014/2015
Anno di corso: 
5
Anno accademico di erogazione: 
2018/2019
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
8
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
56
Prerequisiti: 

Conoscenza di nozioni di base della psicologia dello sviluppo.

Moduli

Metodi di valutazione

Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

Esame scritto e orale.
Verranno valutati il grado di apprendimento, la comprensione della materia, la completezza e la chiarezza espositiva dello studente.

Il compito verrà valutato nella seguente maniera:
a. 5 domande a scelta multipla (5 punti)
b. 3 domande a definizione (15 punti)
c. 1 domanda a scelta (10 punti)

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

a. Primo obiettivo formativo è consentire agli studenti la comprensione della materia nelle sue linee fondamentali
b. Secondo obiettivo è fornire competenze pratiche nell’osservazione e invio di casi a rischio

1) Contestualizzare i principi della psicopatologia in una cornice storica e culturale.
2) Comprendere criticamente gli aspetti chiave della psicopatologia dello sviluppo.
3) Conoscere i differenti strumenti per la valutazione e il monitoraggio del comportamento nei bambini.

Contenuti

Dallo sviluppo del sistema normativo, alla valutazione e classificazione con bambini e adolescenti in contesti educativi, il corso di psicopatologia dello sviluppo intende offrire una visione integrata degli aspetti cognitivi emotivi e clinici da cui germinano comportamenti maladattivi. Particolare enfasi sarà posta sui fattori di rischio e di benessere in relazione alla salute mentale. Inoltre saranno descritte le caratteristiche principali delle diverse classi di disordini che emergono durante l’infanzia. Da questo punto di vista, la psicopatologia dello sviluppo rappresenta una opportunità di pensare in modo originale agli esiti empirici in termini di ricerca ed intervento.

Programma esteso

1) Introduzione al corso
2) Evoluzione storica
3) Paradigmi e modello clinico cognitivista
4) Teorie dell’attaccamento
5) Principi di elaborazione diagnostica
6) Strumenti di elaborazione diagnostica
7) Disturbi di espressione psicosomatica
8) Disturbi alimentari infantili
9) Disturbi regolazione emotiva
10) Disturbi dello spettro autistico
11) Disturbi d’ansia
12) Disturbi del tono dell’umore
13) Disturbi dirompenti del controllo degli impulsi
14) Disturbi da stress e trauma

Bibliografia consigliata

Un testo a scelta tra:
1) Lambruschi, F. (2014) Psicoterapia cognitiva dell’età evolutiva. Torino, IT: Bollati Boringhieri. (Cap. 1, 2, 4, 10, 11, 12, 13, 15, 17, 19, 20)
2) Tambelli, R. (2017) Manuale di psicopatologia dell’infanzia. Bologna, IT: Il Mulino.

Metodi didattici

Lezione frontale.
Studi di caso.

Contatti/Altre informazioni

Ulteriori indicazioni bibliografiche saranno fornite durante il corso.
Alcuni materiali presentati saranno in lingua inglese.
Il corso coinvolgerà voci multiple e colleghi (anche stranieri) per l’approfondimento di temi inerenti trauma, bioetica, diritti dell’infanzia, e diritti umani.