Anno di corso: 1

Anno di corso: 2

Anno di corso: 3

Anno di corso: 4

Anno di corso: 5

MEDIAZIONE DIDATTICA E STRATEGIE DI GRUPPO CON LABORATORIO E LEGISLAZIONE SCOLASTICA

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2014/2015
Anno di corso: 
2
Anno accademico di erogazione: 
2015/2016
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
9
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
72
Prerequisiti: 

MEDIAZIONE DIDATTICA E STRATEGIE DI GRUPPO CON LABORATORIO
Conoscenza della didattica generale
LEGISLAZIONE SCOLASTICA
Conoscenze di base sulle principali norme di diritto pubblico in generale e scolastico in particolare

Moduli

Metodi di valutazione

Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

MEDIAZIONE DIDATTICA E STRATEGIE DI GRUPPO CON LABORATORIO
Relazione di approfondimento e successiva prova orale.
LEGISLAZIONE SCOLASTICA
Esercitazioni in itinere

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

MEDIAZIONE DIDATTICA E STRATEGIE DI GRUPPO CON LABORATORIO
Il corso propone un approfondimento sulle azioni della mediazione didattica, attraverso cui si realizzano le scelte intenzionali che l’insegnante fa per sostenere significativi processi di apprendimento nei bambini. In tal senso, verranno discusse le principali azioni che definiscono un percorso didattico come luogo della connessione tra conoscenza ed esperienza dei bambini.
Il laboratorio approfondirà il tema degli spazi e dei materiali, mediatori didattici per eccellenza, proponendo esperienze di osservazione e progettazione di contesti significativi.
LEGISLAZIONE SCOLASTICA
Consapevolezza della responsabilità etica e culturale connessa all’esercizio della funzione docente e assunzione dei doveri verso gli allievi, le loro famiglie, l’istituzione scolastica, il territorio
Capacità di dialogare con i colleghi in seno agli organi collegiali , di interagire con il dirigente scolastico e con gli operatori dei servizi territoriali
Perseguire l’obiettivo di passare, all’interno delle istituzioni scolastiche, dalla cultura degli atti alla cultura dei risultati.

Contenuti

MEDIAZIONE DIDATTICA E STRATEGIE DI GRUPPO CON LABORATORIO
Le azioni e gli strumenti della mediazione didattica.
L’osservazione, l’interpretazione e la costruzione di ipotesi, la predisposizione dei contesti d’apprendimento (in e outdoor), la documentazione delle esperienze.
Il ruolo dei pari e le strategie del lavoro di gruppo.

LEGISLAZIONE SCOLASTICA
Presentazione dei principali elementi di diritto costituzionale; scuola a tempo pieno; legge 517/77; scuola media unica; legge quadro sull’handicap; stato giuridico degli insegnanti; autonomia delle istituzioni scolastiche

Programma esteso

MEDIAZIONE DIDATTICA E STRATEGIE DI GRUPPO CON LABORATORIO
Il percorso prevede l'approfondimento dei seguenti aspetti:
l'approccio esplorativo, di adulti e bambini, come presupposto della mediazione didattica,
l’osservazione, la documentazione e l'interpretazione come azioni della mediazione didattica,
la predisposizione di contesti per l’apprendimento, fisici e relazionali, in e outdoor, come strumento della mediazione didattica,
il ruolo dei pari e del gruppo come strategia della mediazione didattica.

Il laboratorio annesso approfondirà il tema degli spazi e in particolare dei materiali, mediatori didattici per eccellenza, attraverso un percorso attivante ed esperienziale - individuale e di gruppo - in cui sperimentare modalità plurali di progettazione del contesto, al fine di favorirne scelte e utilizzi consapevoli ed intenzionali.

LEGISLAZIONE SCOLASTICA
A)ARGOMENTI PRINCIPALI
A.1)IL SISTEMA DELLE “FONTI”
A.1.1 – FONTI GENERALI
Le fonti generali di riferimento sono la Costituzione della Repubblica e le leggi costituzionali successive
A.1.2 – FONTI SPECIFICHE
Le fonti specifiche affrontano direttamente le questioni connesse al nuovo sistema di autonomia delle istituzioni scolastiche
Temi:
Elementi di diritto costituzionale
L’evoluzione del diritto scolastico
Lo Stato giuridico del personale docente
Il DPR 275/99 (autonomia delle istituzioni scolastiche)
La legge quadro 104/92
A.2 – LA LIBERTÀ DI INSEGNAMENTO NEL QUADRO DELLE LIBERTÀ COSTITUZIONALI
A.3 - LA LEGGE QUADRO (104/92) PER L’INTEGRAZIONE DELLE PERSONE HANDICAPPATE
Principi generali per i diritti delle persone handicappate
La prevenzione, la cura e la riabilitazione
Diritto all’educazione ed all’istruzione: l’integrazione scolastica
Integrazione nella formazione professionale
Integrazione lavorativa
Integrazione sociale
Rimozione di ostacoli
Risultati attesi
Conoscenza della legislazione scolastica nei suoi aspetti organizzativi e curriculari.

Conoscenza e comprensione delle principali problematiche connesse con la definizione del ruolo e del profilo professionale dell'insegnante, con attenzione anche agli aspetti giuridici
Conoscenza dei principali elementi e delle problematiche relative all’agire didattico, in una prospettiva di didattica inclusiva sorretta dall’ordinamento giuridico

Conoscenza di concetti giuridici fondanti, selezionati in base alla loro rilevanza e accessibilità nel contesto della scuola dell'infanzia e della scuola primaria
Saper usare gli strumenti analitici del diritto per affrontare problemi nella vita quotidiana
Conoscenza dei concetti e delle metodologie di ricerca fondamentali per lo studio del diritto comprendendone le ricadute nell’elaborazione di situazioni didattiche a scuola.

Bibliografia consigliata

MEDIAZIONE DIDATTICA E STRATEGIE DI GRUPPO CON LABORATORIO
- Giudici C., Krechevsky M., Rinaldi C. (a cura di), Rendere visibile l’apprendimento, Reggio Children Editore, Reggio Emilia, 2009
- Guerra M., Progettare esperienze e relazioni, Edizioni Junior, Parma, 2013
- i seguenti articoli o materiali:
Guerra M., Materiali non convenzionali a scuola: esperienze didattiche e potenzialità formative, in Reladei, Vol. 2(1), 2013, 105‐120, http://redaberta.usc.es/reladei/index.php/reladei/article/view/51
Andrich S., Miato L. e Polito M., Il superamento della lezione frontale: apprendimento cooperativo e risorse del gruppo, in Erickson Portale Internet, 2001, http://www.costruttivismoedidattica.it/articoli/Polito.pdf
AA.VV., L’ambiente naturale, in Bambini, settembre 2013, con particolare riferimento agli articoli a pp. 34-39 e 54-57, http://www.edizionijunior.com/riviste/articolo.asp?IDart=2748
video della mostra Benzine. Le energie della tua mente, http://www.benzinelamostra.it/mostra.html
- l'esplorazione del testo di Smith K., Come diventare un esploratore del mondo, Corraini, Mantova, 2011, secondo le indicazioni presentate nella prova d’esame.
Si consiglia la rilettura di testi già incontrati in altri corsi o laboratori e attinenti i temi discussi, come ad esempio i seguenti capitoli, già nel programma di Pedagogia generale del I anno:
Luciano E., Gruppo classe e lavoro di gruppo: individualizzazione dell’insegnamento e cooperazione, in Kanizsa S. (a cura di), Il lavoro educativo, Bruno Mondadori, Milano, 2007
Morgandi T., Lo spazio a scuola, in Kanizsa S. (a cura di), Il lavoro educativo, Bruno Mondadori, Milano, 2007

I non frequentanti aggiungeranno la lettura di un testo a scelta tra i seguenti ed altri che saranno indicati in seguito:
-Campagnaro M., Lezioni impertinenti, Corraini, Milano, 2014
-Malavasi L., Educazione naturale nei servizi e nelle scuole per l'infanzia, Edizioni Junior, Parma, 2013
-Malavasi L., Zoccatelli B., Documentare le progettualità nei servizi educativi, Edizioni Junior, Parma, 2012

LEGISLAZIONE SCOLASTICA
Del Giudice- ‘Costituzione esplicata’- ed. Simone;
‘Compendio di diritto pubblico; compendio di legislazione scolastica’.
Dispense a cura del docente

Modalità di erogazione

Convenzionale

Metodi didattici

MEDIAZIONE DIDATTICA E STRATEGIE DI GRUPPO CON LABORATORIO
Il corso è articolato in momenti di inquadramento teorico e di sintesi e in momenti esperienziali.

LEGISLAZIONE SCOLASTICA
Utilizzo costante dei fatti e degli avvenimenti della realtà politica ed istituzionale per rendere “viva” la conoscenza del diritto attraverso l’interazione quotidiana tra norme insegnate e norme desumibili da quel che avviene nella società