Anno di corso: 1

Anno di corso: 2

Anno di corso: 3

Anno di corso: 4

Anno di corso: 5

PEDAGOGIA INTERCULTURALE

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2014/2015
Anno di corso: 
4
Anno accademico di erogazione: 
2017/2018
Tipo di attività: 
Obbligatorio
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
8
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
56
Prerequisiti: 

Lo studente dovrà aver già affrontato temi e questioni riguardanti la pedagogia generale, i processi di sviluppo infantile e dei contesti educativi e scolastici, oltre ad avere già conoscenze sociologiche e di linguistica, in particolare rispetto all’italiano L2.

Moduli

Metodi di valutazione

Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

Esame orale

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

- Acquisire consapevolezza critica su alcuni termini/concetti chiave dell’ambito di studio della pedagogia interculturale: cultura, migrazione, integrazione, inclusione, intercultura, identità, somiglianza, classe sociale, bilinguismo, plurilinguismo.),
- acquisire conoscenze e competenze di analisi critica inerenti le differenze e possibili iniquità in generale all’interno dei contesti educativi e scolastici;
- sviluppare una capacità di analisi e di lettura critica delle questioni e tematiche connesse alla pedagogia interculturale;
- assumere la complessità del processo educativo e formativo quale chiave di accesso e di discussione dei temi e delle questioni che riguardano tutti i soggetti coinvolti (genitori, bambini ed educatori/insegnanti):
- approfondire conoscenze e competenze professionali inerenti alcune caratteristiche di alcuni sistemi scolastici utili per progettare e costruire esperienze curriculari plurali e inclusive;
- acquisire conoscenze e competenze riguardanti la relazione educativa e la progettazione didattica in contesti di diversità culturale e linguistica, come un’occasione di cambiamento e arricchimento dei contesti educativi e scolastici per tutti i bambini/studenti.

Contenuti

Il corso affronta i seguenti temi:
- la natura culturale dello sviluppo e dell’apprendimento (concetto di cultura, il rapporto con l’individuo e il gruppo, il concetto di identità culturale ed etnica, di inculturazione-acculturazione, di alterità, di agenda di sviluppo, di modello culturale di educazione et al.);
- il concetto di somiglianza/simile e di differenza/diversità insieme al tema delle diseguaglianze (familiari, economiche, socioculturali, linguistiche, culturali, religione, di genere, ecc.) e le nuove povertà che incidono sull’infanzia;
- il concetto di diversità e i processi di costruzione di sé;
- la costruzione dell’immagine di straniero e i processi di categorizzazione; il pregiudizio e lo stereotipo negli adulti e nei bambini attraverso anche dati da ricerche;
- le scuole di altri paesi: video e materiali di ricerche in ambito pedagogico e antropologico di comparazione tra sistemi educativi;
- il ruolo dei contesti educativi e scolastici fra normativa, nazionale e internazionale, riflessione teorica, ricerca ed esperienza;
- l’esperienza migratoria di adulti e bambini: crescere tra riferimenti plurimi;
- temi e questioni tratti dalla quotidianità: dalla cronaca alla riflessione e al discorso pubblico sul tema della migrazione economica, dei rifugiati e dei minori non accompagnati;
- bilinguismo e plurilinguismo nei contesti educativi per l’infanzia e la scuola;

Programma esteso

Il corso si propone come itinerario di conoscenza, riflessione e sistematizzazione delle questioni più significative che direttamente e indirettamente hanno a che fare con gli studi e il sapere della pedagogia interculturale in senso lato.
In particolare, il corso nella fase di avvio coinvolge gli studenti nella lettura, analisi e discussione di articoli e di documenti (Miur, EU, ecc..) che consentano di prendere contatto con il discorso pubblico e le linee guida che al momento caratterizzano il tema per quanto riguarda sia la società sia il mondo dell’educazione e della scuola.
La messa in comune e la costruzione di un linguaggio comune sui temi da affrontare consente poi, attraverso uno sguardo interdisciplinare e con riferimento anche a esperienze e ricerche internazionali, di approfondisce e chiarire i concetti fondanti il discorso della pedagogia interculturale, come il concetto di cultura e di natura culturale dello sviluppo, il concetto di inculturazione ed acculturazione, di identità intrecciato a quello di etnicità, di somiglianza. Una attenzione specifica viene riservata anche al concetto dei diritti: diritti dei bambini, dell’uomo, diritti alla diversità culturale, ecc..
Lo straniero e la costruzione della sua immagine viene trattata partendo da studi e da richiami non solo di tesi previsti per l’esame. Il processo di categorizzazione e quindi di costruzione dello stereotipo di genere, culturale, ecc. versus il pregiudizio viene trattato con particolar attenzione rivolgendosi alla scuola e a quanto nella sua quotidianità accade.
La condizione di chi vive in situazione di minoranza e di migrazione (adulti e bambini) viene trattata attraverso dati offerti dalla ricerca e dagli osservatori nazionali e internazionali sulle caratteristiche dell’esperienza scolastica di bambini e studenti di origine culturale diversa (prima e seconda generazione). Attraverso video e altri materiali si discutono le possibili caratteristiche, le pratiche e gli obiettivi che dovrebbero connotare scuola inclusiva e plurale. Alcune esperienze di scuole italiane sono analizzate allo scopo di sgranare concetti quale quello di integrazione e di esclusione. Attraverso progetti e realtà di alcune scuole si entra nelle tematiche dell’acquisizione/apprendimento della lingua italiana, degli apprendimenti e delle pratiche e metodi utili alla progettazione di percorsi, contesti ed esperienze di crescita, apprendimento e di benessere che riguardino tutti i bambini e bambine, tutti gli alunni e alunne.
Il corso affronta quindi alcuni temi centrali del discorso interculturale riguardanti la scuola dell’infanzia e la scuola primaria: pratiche di accoglienza; le scelte curricolari, fra contenuti e competenze, interculturali, internazionali e plurilingue, enfatizzando le finalità educative, sociali e politiche profonde di un curricolo inclusivo e plurilinguistico per promuovere apertura mentale nelle persone e aumentare le possibilità di mobilità, promuovere la mutua comprensione, la tolleranza, il rispetto delle identità e delle diversità culturali; il tema del bilinguismo nell’infanzia e del multilinguismo;
le metodologie formative riviste in chiave inclusiva; la ‘rappresentazione’ di alunno straniero’ (fattori determinanti nel percorso scolastico, nelle aspettative di successo, nelle scelte di percorso scolastico); pregiudizi, stereotipie e razzismi che interessano il discorso educativo fin dalla scuola dell’infanzia.

Bibliografia consigliata

La bibliografia per i frequentanti e non frequentanti è la seguente:

- Nigris E. (a cura di)(2015) Pedagogia e didattica interculturale. Culture, contesti, linguaggi, Pearson Mondadori, Milano
- Rogoff B., (2004), La natura culturale dello sviluppo. Cortina, Milano
- Mantovani, G., (2005), L'elefante invisibile. Alla scoperta delle differenze culturali, Giunti Editore, Milano.

Un testo a scelta tra i seguenti:
- Tobin, J., Huseh, Y., Karasawa, M., (2011), Infanzia in tre culture. Venti anni dopo. Cortina. Milano;
- Corsaro. W. (2003). Le culture dei bambini. Il Mulino. Bologna;
- Gobbo, F. (a cura di)(2008), L’educazione al tempo dell’intercultura. Carocci. Roma.
Un libro a scelta tra i seguenti:
- Cavalli Sforza, L.F. (1993). Chi siamo. La storia della diversità umana. Mondadori, Milano;
- Cavalli Sforza, L.F. (2013), Razzismo e Noismo. Le declinazioni del noi e l’esclusione dell’altro. Einaudi. Torino.
- Di Pentima, L. (2005). Culture a confronto. Relazioni, stereotipi e pregiudizi nei bambini. Unicopli, Milano;
- Grosjean, F., (2010). Bilinguismo. Miti e realtà. Mimesis. Milano (tr. 2015);
- Gobbo. F. (2000). Pedagogia interculturale. Il progetto educativo nelle società complesse. Carocci. Roma;
- Mazzara, B. (2010). L’incontro interculturale. Forme, processi, percorsi, Unicopli. Milano.
- Melucci, A. (2010). Culture in gioco. Differenze per convivere, Ledizioni. Milano.
- Pallotti, G. (1998). La seconda lingua. Giunti. Roma;
- Pastori, G., (2010). Nello sguardo dell'altro. Pedagogia interculturale e identità. Guerini Scientifica. Milano;
- Portera, A., (2013). Manuale di pedagogia interculturale. Editori Laterza. Roma-Bari;
- Ongini, V., (2011). Noi domani. Un viaggio nella scuola multiculturale. Editori Laterza. Bari;
Verranno fornite indicazioni su principali documenti riguardanti la normativa e orientamenti italiani e europei e articoli di approfondimento che aprano a una riflessione critica sui principali temi del corso.

Modalità di erogazione

Convenzionale

Metodi didattici

Lezione frontale (con supporto di power point e video )
Lezione dialogata
Video (osservazione, discussione)
Lavori ed esercitazioni di gruppo di gruppo.
Ricerche individuali