Anno di corso: 1

Crediti: 6
Crediti: 12
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro

Anno di corso: 2

Anno di corso: 3

Crediti: 6
Crediti: 12
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 2
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 3
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 6
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 6
Tipo: Lingua/Prova Finale
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 6
Tipo: Altro

SVILUPPO E ORGANIZZAZIONI

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2014/2015
Anno di corso: 
3
Anno accademico di erogazione: 
2016/2017
Tipo di attività: 
Obbligatorio a scelta
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
6
Ciclo: 
Secondo Trimestre
Ore di attivita' didattica: 
48
Prerequisiti: 

Non è richiesto alcun prerequisito per partecipare al corso.

Moduli

Metodi di valutazione

Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

Prova scritta.

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Il corso intende fornire agli studenti gli strumenti teorici e metodologici per (1) analizzare il tema dello sviluppo economico da una prospettiva sociologica; (2) comprendere e analizzare i punti di forza ed i limiti delle principali teorie e pratiche che, nel corso degli anni, hanno affrontato il problema del “sottosviluppo”; (3) comprendere il recente dibattito sulla “fine dello sviluppo” e sulle “alternative allo sviluppo”, inteso esclusivamente come crescita economica.
(4) comprendere il ruolo delle organizzazioni non governative (ONG) nei processi di sviluppo.

Contenuti

Il corso tratta il tema dello sviluppo economico, da una prospettiva sociologica. Sono analizzati i principali approcci allo sviluppo economico, a partire dal dibattito sulla modernizzazione. In quest’ambito, sono descritti i punti di forza ed i limiti dei principali approcci teorici che hanno affrontato il problema del “sottosviluppo”. Inoltre, il corso concentra l’attenzione sulle più recenti “vie alternative” allo sviluppo: in particolare, sono descritti e analizzati gli aspetti più significativi ed i limiti dei processi di sviluppo, in cui le organizzazioni non-governative (ONG) hanno un ruolo importante.

Programma esteso

Il corso si articola in due parti. La prima parte è dedicata all’analisi delle principali teorie dello sviluppo che hanno animato il dibattito sulla modernizzazione. Particolare attenzione è posta al problema del “sottosviluppo” ed alle principali soluzioni adottate in diversi paesi del Sud del mondo. La seconda parte si concentra sul più recente dibattito relativo alle alternative allo sviluppo inteso con mera crescita economica. In questo campo, si analizza il ruolo avuto dalle organizzazioni non governative (ONG), facendo riferimento ad esempi concreti.

Bibliografia consigliata

- Bottazzi G. (2009). Sociologia dello sviluppo. Bari-Roma: Laterza.
- Easterly W. (2015). La tirannia degli esperti. Economisti, dittatori e diritti negati dei poveri. Bari-Roma: Laterza.
- Bonaglia F., de Luca V. (2006). La cooperazione internazionale allo sviluppo. Bologna: Il Mulino.

Metodi didattici

Lezioni in aula e lavoro di ricerca in gruppo.