Anno di corso: 1

Crediti: 3
Crediti: 3
Crediti: 3
Crediti: 3
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 1
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 1
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 1
Tipo: Altro
Crediti: 2
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro
Crediti: 3
Tipo: Altro

Anno di corso: 2

Crediti: 15
Crediti: 12
Crediti: 15

Anno di corso: 3

Anno di corso: 4

Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Tipo: A scelta dello studente

Anno di corso: 5

Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Crediti: 6
Tipo: A scelta dello studente
Crediti: 32
Tipo: Lingua/Prova Finale

DIRITTO ROMANO

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2013/2014
Anno di corso: 
4
Anno accademico di erogazione: 
2017/2018
Tipo di attività: 
Obbligatorio a scelta
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
6
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
42
Prerequisiti: 

Conoscenza istituzionale del diritto romano privato
(previo superamento dell’esame di Istituzioni di diritto romano).

Moduli

Metodi di valutazione

Tipo di esame: 
Orale
Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

Per frequentanti
Valutazione continua durante il corso, anche mediante elaborazione di brevi saggi. Prova orale finale.

Per non frequentanti
L’esame si svolge oralmente, attraverso la discussione delle fonti e degli argomenti sviluppati nel libro di testo.

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Approfondimento storico sulle logiche sociali, economiche, filosofiche del diritto delle cose e dei beni, volto al conseguimento di una capacità critica rispetto alle categorie giuridiche utilizzate in tali ambiti.

Contenuti

Il corso avanzato di Diritto Romano si rivolge agli studenti interessati alle radici storiche del diritto contemporaneo.
L’approfondimento storico sulle logiche sociali, economiche, filosofiche del diritto rappresenta la base imprescindibile della cultura di un giurista: in un momento di crisi come quello attuale, è questa solida cultura giuridica, nel senso più alto del termine, ciò che può distinguere, promuovere l’eccellenza ed aprire la strada a sviluppi lavorativi di profilo più alto.

Programma esteso

Per frequentanti:
Oggetto del corso per l’a/a 2016-2017 sarà il concetto di ‘beni giuridici’.
Muovendo dalla problematicità dell’uso dei termini ‘beni’ e ‘cose’ nei diritti contemporanei, verrà proposta, attraverso uno studio esegetico delle fonti (tutte tradotte in italiano), una riflessione storico-comparatistica su una delle categorie fondamentali del diritto, che per la sua essenziale incidenza in molti ambiti del vivere umano, costituisce oggetto attualmente di dibattito non solo nell’ambiente tecnico degli studiosi del diritto, ma più ampiamente nella società civile.

Per non frequentanti:
Fonti e argomenti sviluppati nel libro di testo.

Bibliografia consigliata

Per frequentanti
Materiale didattico distribuito a lezione

Per non frequentanti
Yan Thomas, Il valore delle cose, Quodlibet, Macerata 2015, 1-98
Marcel Mauss, Saggio sul dono. Forma e motivo dello scambio nelle società arcaiche, Einaudi, Torino 2002, 1-140

Entrambi i libri costituiscono oggetto di esame, comprese introduzioni, prefazioni e postfazioni

Metodi didattici

Lezioni frontali
Discussione di testi
Redazione di brevi saggi

Contatti/Altre informazioni

FREQUENZA:
La frequenza è vivamente consigliata.
Le lezioni si svolgono nel primo semestre.

E-LEARNING:
Il corso si avvale di un supporto e-learning, al quale tutti, sia frequentanti che non frequentanti devono iscriversi.

ORARIO DI RICEVIMENTO:
Dopo la lezione.
A termine lezioni il ricevimento va concordato con la docente tramite e-mail.

E-MAIL:
Gli studenti possono contattare la docente scrivendo a barbara.biscotti@unimib.it

TESI:

La tesi deve essere richiesta direttamente alla docente e presuppone una conoscenza del latino che consenta di affrontare le fonti antiche di prima mano.