BIOCHIMICA DELLE PROTEINE

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2015/2016
Anno di corso: 
1
Anno accademico di erogazione: 
2015/2016
Tipo di attività: 
Obbligatorio a scelta
Crediti: 
6
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
42
Prerequisiti: 

Non è richiesto alcun prerequisito per la frequenza al corso

Moduli

Metodi di valutazione

Tipo di esame: 
Orale
Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

ORALE

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Questo è un corso avanzato di biochimica, che fornisce conoscenze teoriche e applicative in merito a proteine enzimatiche e non enzimatiche. Vengono trattati struttura e fattori responsabili della stabilità delle proteine, come pure i principi generali della catalisi enzimatica. Sul piano applicativo vengono trattati gli approcci mirati a modificare funzione e stabilità delle proteine (ingegneria proteica), lo sviluppo di inibitori enzimatici di interesse farmacologico, l’utilizzo dei test enzimatici nella diagnostica clinica, lo studio del folding proteico e le sue implicazioni nelle malattie da misfolding e nella produzione di proteine ricombinanti in processi biotecnologici.

Contenuti

Conoscenze teoriche e applicative in merito a proteine enzimatiche e non enzimatiche

Programma esteso

SOTTOCAPITOLO 1: ELEMENTI TEORICI E PRATICI DI ENZIMOLOGIA
In questo sottocapitolo vengono impartite nozioni di cinetica enzimatica, di rilevanza teorica e pratica, ovvero 1) cinetica enzimatica avanzata (modelli cinetici reversibili e a più substrati); 2) effetto di parametri chimici e fisici (pH, temperatura) sugli enzimi; 3) principi generali e metodologie per la determinazione dell’attività enzimatica; 4) strategia generale della catalisi enzimatica.
Il sottocapitolo intende fornire conoscenze di utilità pratica nella manipolazione di enzimi e più in generale di proteine, e al contempo offrire conoscenze teoriche presupposte per la comprensione delle tematiche più avanzate, introdotte nei successivi sottocapitoli.

SOTTOCAPITOLO 2: CENNI DI BIOCHIMICA CLINICA
Questo sottocapitolo documenta con alcuni esempi significativi la rilevanza dei test enzimatici effettuati su fluidi organici ai fini della diagnosi di comuni stati patologici.

SOTTOCAPITOLO 3: INGEGNERIA PROTEICA ED ENZIMATICA
Questo sottocapitolo tratta delle strategie razionali e “random” per la modificazione delle proprietà funzionali e della stabilità di enzimi e proteine, dando rilievo alle implicazioni di natura teorica e applicativa associate a tali approcci.

SOTTOCAPITOLO 4: MODIFICAZIONI DI ENZIMI MEDIANTE REAGENTI CHIMICI A DIVERSA SELETTIVITÀ
In questo sottocapitolo viene ripercorsa la storia dello sviluppo e dell’utilizzo di reagenti chimici utilizzati per studiare il meccanismo catalitico degli enzimi e/o per inattivarli selettivamente. Partendo dalle prime molecole utilizzate agli esordi della biochimica, si arriva ai marcatori di affinità e agli inibitori suicidi, evidenziandone il loro utilizzo sia nella ricerca di base sia come agenti farmacologici.

SOTTOCAPITOLO 4: IL RIPIEGAMENTO DELLE PROTEINE
Il sottocapitolo tratta delle conoscenze attuali in merito ai fattori chimico-fisici che governano il ripiegamento delle proteine in vivo e in vitro. Vengono messe in evidenza le implicazioni relative al recupero di proteine ricombinanti da corpi di inclusione e alle malattie da “misfolding” proteico.

SOTTOCAPITOLO 5: CLASSIFICAZIONE DELLE STRUTTURE PROTEICHE
Questo sottocapitolo presenta i raggruppamenti fondamentali delle strutture proteiche note (alfa, beta, alfa-beta), le loro rappresentazioni topologiche, e le relazioni tra le componenti strutturali delle diverse proteine e le loro funzioni.

Metodi didattici

LEZIONI FRONTALI