LABORATORIO DI STATO SOLIDO ED ELETTRONICA II

Scheda dell'insegnamento

Anno accademico di regolamento: 
2015/2016
Anno di corso: 
1
Anno accademico di erogazione: 
2015/2016
Tipo di attività: 
Obbligatorio a scelta
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
6
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' didattica: 
72
Prerequisiti: 

laurea di I livello in fisica o equivalente

Moduli

Metodi di valutazione

Tipo di esame: 
Orale
Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

relazione scritta ed esame orale.

Valutazione: 
Voto Finale

Obiettivi formativi

Affrontare problematiche di fisica dello stato solido dal punto di vista sperimentale mediante tecniche di laboratorio avanzate basate sulla microscopia a punta, sulle risonanza elettronica o nucleare e sulle tecniche di crescita in ultra alto vuoto. Approfondire le tematiche relative alla progettazione di di circuiti integrati CMOS analogici, in particolare usando il software Cadence.

Contenuti

Esperienze di laboratorio di fisica dello stato solido o di elettronica

Programma esteso

Per gli studenti di Fisica dello Stato Solido il corso consiste in una esperienza di laboratorio eseguita dagli studenti in gruppi di due o tre.
Esempi di esperienze:
AFM (microscopia a forza atomica). Deposizione di epistrati nanostrutturati a semiconduttore mediante tecniche di crescita in ultra alto vuoto. SEM ed EBIC (microscopia elettronica a scansione e corrente indotta da fascio elettronico). Risonanza paramagnetica elettronica. Risonanza magnetica nucleare.
Per gli studenti di Microelettronica, il corso prevede sessioni di laboratorio orientate all'apprendimento del software Cadence (il software professionale utilizzato per lo sviluppo di circuiti integrati). Il principale obiettivo del laboratorio è acquisire gli aspetti più importanti degli ambienti di disegno e simulazione. I gruppi di lavoro saranno formati da due studenti.
I topic del corso sono:
1) acquisire le conoscenze per gestire le viste schematic e symbol
2) imparare a simulare circuiti analogici usando Analog Design Environment.
3) Eseguire simulazioni al variare di process/voltage/temperature.
4) Eseguire simulazioni di Montecarlo.
I circuiti analogici di riferimento usati per il progetto e le simulazioni saranno uno specchio di corrente, un amplificatore differenziale e un filtro analogico del 1° ordine

Bibliografia consigliata

G. Agostini and C. Lamberti, “Characterization of Semiconductor Heterostructures and Nanostructures”, Elsevier Science
Markov, Ivan V. , “Crystal Growth for Beginners: Fundamentals of Nucleation, Crystal Growth, and Epitaxy”, World Scientific Pub Co Inc
Charles Evans & Richard Brundle & Wilson Shaun, “Encyclopedia of Materials Characterization: Surfaces, Interfaces, Thin Films”, Butterworth-Heinemann
Elettronica: Slides del corso.

Modalità di erogazione

Convenzionale

Metodi didattici

Laboratorio (5 CFU), Esercitazioni (1 CFU)